Dieta con cavolini di Bruxelles, ricchi di antiossidanti per la salute del cuore

Grazie al loro ricchissimo profilo nutrizionale, i cavolini di Bruxelles sono un vero toccasana per l'organismo

In una dieta equilibrata, gli alimenti vegetali hanno un ruolo molto importante: fibre, antiossidanti, vitamine e sali minerali sono contenuti in grande quantità nella maggior parte delle verdure crucifere, tra cui spiccano proprio i cavolini (o cavoletti) di Bruxelles. Le loro virtù terapeutiche sono ormai note e ampiamente dimostrate a livello scientifico.

Il basso apporto calorico di queste verdure le rendono perfette per chi segue una dieta dimagrante. Una porzione di 100 grammi contiene circa 40 calorie, ma contribuisce ad apportare al nostro organismo tantissime sostanze nutritive fondamentali per la salute. Le fibre, ad esempio, sono un ottimo alleato dell’intestino: stimolano il senso di sazietà, combattono la stitichezza e favoriscono lo sviluppo della flora batterica intestinale.

Un maggior consumo di fibre è correlato anche alla diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue. Queste sostanze attraversano infatti il nostro apparato digerente senza essere assimilate, motivo per cui rallentano l’assorbimento degli zuccheri e aiutano a tenere sotto controllo la glicemia. In quest’ottica, anche gli antiossidanti svolgono un ruolo importante. Come rivelato in uno studio pubblicato su Frontiers in Pharmacology, l’acido alfa lipoico di cui i cavolini di Bruxelles sono ricchi aumenta la sensibilità all’insulina e migliora la gestione delle complicazioni neurologiche nei soggetti che soffrono di diabete.

Il kaempferolo, un altro potente antiossidante, è invece correlato ad ampi benefici per la salute. In particolare, è stato dimostrato il suo ruolo nel ridurre l’infiammazione del corpo, che può portare allo sviluppo di patologie quali diabete, cancro e malattie cardiache. Le proprietà antinfiammatorie di questa sostanza si evidenziano nella presenza di ridotti livelli di marker infiammatori – come la proteina C reattiva – nel sangue di coloro che ne assumono in ottime quantità.

Gli antiossidanti, nel combattere la formazione di radicali liberi, hanno inoltre la capacità di diminuire il rischio di sviluppare diverse patologie legate allo stress ossidativo, tra cui anche alcune forme di cancro. Tuttavia, l’azione antitumorale di queste sostanze necessita di ulteriori studi per essere dimostrata.

A tutela della salute del cuore, i cavolini di Bruxelles contengono anche importanti quantità di omega-3: sono infatti una delle più ricche fonti vegetali di questi acidi grassi, che contribuiscono a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue. Il potassio, invece, combatte l’ipertensione e protegge l’apparato cardiovascolare da alcune delle patologie che più frequentemente lo affliggono.

Anche a livello vitaminico, i cavolini di Bruxelles si rivelano un vero toccasana. Contengono infatti buone quantità di vitamina A e di beta-carotene, alleati della vista e della salute della pelle. La vitamina C contribuisce invece a stimolare le difese immunitarie e ha un ruolo importante nella sintesi del collagene, che riduce l’invecchiamento cutaneo e aiuta a mantenere una pelle giovane. Infine, la vitamina K svolge la sua azione nella coagulazione del sangue.

Proprio per la presenza di importanti quantità di vitamina K, i cavoletti di Bruxelles sono controindicati nei soggetti che assumono farmaci anticoagulanti. Inoltre contengono goitrogeni, antinutrienti che interferiscono con l’assorbimento dello iodio e possono portare problemi in chi soffre di tiroide. In caso di dubbio, non esitate a consultare il vostro medico.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con cavolini di Bruxelles, ricchi di antiossidanti per la salute...