Iva Zanicchi: vita, amori, curiosità di un mito che compie 78 anni

ha un divorzio alle spalle, una figlia psicologa e ha perso la verginità a 26 anni. Ecco quello che forse non sapete di lei

Iva Zanicchi, nata a Ligonchio il 18 gennaio del 1940, un paesino di montagna in provincia di Reggio Emilia, è una pietra miliare della musica e della televisione italiana. Dal suo metro e ottanta di altezza, la grande Iva compie 78 anni.

Che dire, se fossimo nello studio della trasmissione Ok il prezzo è giusto!, che ha condotto dal 1987 al 2000, il pubblico inciterebbe a gran voce: “12! 12! 12”. Ovvero il numero che manca per raggiungere il mitico traguardo dei 100 anni. Vi ricordate? Il concorrente che più si avvicinava a cento con due giri di ruota andava in finale. Mentre chi aveva la fortuna di beccare il numero al primo colpo si aggiudicava 1 milione di lire.

Oggi Iva Zanicchi vive in Brianza, precisamente a Lesmo (la Beverly Hills italiana), in una villa circondata dal verde. Una zona purtroppo presa d’assalto dai ladri, che hanno visitato la sua casa per ben sette volte.

La sua carriera musicale inizia nel 1960, quando in una puntata di Campanile Sera condotto da Mike Bongiorno l’allora ventenne Iva si esibisce per la prima volta. Fu proprio Mike a soprannominarla l’Aquila di Ligonchio, per via del suo naso importante. Un naso che le ha creato grandi complessi negli anni. Lei stessa racconta che da ragazza ai casting la scartavano proprio per quello. Tanto che ha deciso di rifarselo, una scelta della quale è tutt’ora felice: « Mi sentii subito a mio agio», dichiarò, aggiungendo che forse se lo avesse fatto prima avrebbe sfondato anche nel mondo del cinema.

Iva Zanicchi 100

Il grande successo arriva nel 1964 con la cover italiana di Cry to me, Come ti vorrei. Nel 1967 Iva vince il Festival cantando con Claudio Villa Non pensare a me (lo vincerà in tutto ben tre volte). Seguono grandissimi successi come Zingara, L’arca di Noè, Ciao cara come stai, La riva bianca, la riva nera, Testarda io.

Iva Zanicchi a Ok il prezzo è giusto con Anna Laura Ribas, Emanuela Nobile e Sabrina Mele (1996)

Ha una figlia che fa la psicologa, Michela (classe 1967), e due nipoti: Luca (nato nel 1998) e Virginia (nata nel 2003). La Zanicchi li adora, forse per compensare quello che si sente di non aver dato a sua figlia: «Quando è nata ero nel pieno della carriera, vincolata a contratti che dovevo rispettare e per questo l’ho lasciata troppo sola», ha confessato in un’intervista. Alle sue spalle ha un divorzio: nel 1976 infatti si separa dal marito Tonino Ansoldi, padre di sua figlia.

Successivamente Iva dichiarerà: «Ho avuto uno sbandamento alla fine del mio matrimonio e ho tradito mio marito. Mi congratulo ancora con me stessa. Era la prima volta che mi innamoravo». Parlando di sessualità nel novembre 2017 a Domenica In ha detto: «Non era come oggi, non è un vanto, ma sono arrivata a 26 anni vergine. Non perché lo volessi io. Avevo una mamma tremenda, che ho adorato, che ci diceva “bisogna stare attenti agli uomini perché avevano una cosa pericolosa”. Io e le mie sorelle ci credevamo». Oggi al suo fianco da più di 30 anni c’è il l’amato compagno Fausto Pinna, produttore, e anche se non si sono mai sposati si chiamano “marito” e “moglie”.

Iva Zanicchi negli Anni 60

Qualche curiosità: la Zanicchi ha vissuto una brevissima ma intensa amicizia con il poeta Giuseppe Ungaretti: «L’ho conosciuto bene, frequentandolo un’intera settimana a Salsomaggiore Terme, in occasione del premio per la regia televisiva. Un poeta bambino lo definirei, tanto mi parve candido. Era il 1970, qualche mese dopo morì… è rimasto nel mio cuore». Inoltre Iva Zanicchi è stata la prima cantante italiana ad andare in tour in Unione Sovietica, nel 1981, nonché la prima italiana a esibirsi al Madison Square Garden di New York. Nel 1999 è scesa in politica al fianco di Berlusconi e dal 2008 e 2009 è stata eletta deputato al Parlamento Europeo prima con Forza Italia e poi con il Popolo delle Libertà. Nel 2015 è stata vittima di una falsa notizia di cattivo gusto che ne annunciava la morte.

Ha scritto un libro di successo, Polenta di castagne (2001), che ripercorre la storia della sua famiglia povera ma orgogliosa nell’Appennino tosco-emiliano degli anni Cinquanta. Nel 1979 Iva Zanicchi è comparsa in versione sexy e piuttosto scoperta sulla copertina dell’edizione italiana di Playboy. Aveva 40 anni: «Età particolare. Forse volevo dimostrare a me stessa di esser ancora in forma», ha dichiarato al Corriere, aggiungendo che quella foto non la rifarebbe.

Oltre alla carriera musicale, Iva è spesso apparsa in alcuni film. Ha un account Facebook ufficiale, @ivazanicchiofficial.
Iva Zanicchi copertina Playboy 1979

Iva Zanicchi: vita, amori, curiosità di un mito che compie 78 an...