Dieta Mayr, elimina la pancia in due settimane con pane e latte

Una dieta basata in quattro fasi, di cui due di semi-digiuno, per perdere centimetri e chili di troppo

Ideata dal medico austriaco Franz Xaver Mayr, specializzato nella cura dei disturbi della digestione, la dieta Mayr promette di riequilibrare l’intero organismo partendo da un assunto: la causa di molte malattie sta proprio nell’accumulo di troppe tossine nell’intestino.

È proprio dallo stato dell’apparato digerente, che la salute è influenzata: prendendosi cura di stomaco, intestino & co., non solo si curano gastrite, colite, stitichezza, bruciori intestinali e altre patologie gastrointestinali, ma anche sovrappeso, emicrania, ipertensione arteriosa, gotta, reumatismi. La dieta Myr è infatti prima di tutto una dieta disintossicante e depurativa, in tre fasi più una “definitiva”. I primi due giorni sono di digiuno (sono ammessi solo acqua, tisane, tè e succhi di frutta), a cui seguono – sulla base delle condizioni della persona – tra una e quattro settimane di semi-digiuno, in cui gli alimenti sono concessi solo a colazione e a pranzo e consistono in pane e latte (sostituibile eventualmente con yogurt o brodo di verdura). Successivamente si torna per qualche settimana ad un’alimentazione “normale”, reintegrando gradualmente cibi poveri di fibre e alimenti d’origine animale, prima di procedere con la quarta e ultima fase, quella di un regime alimentare personalizzato sulla base degli obiettivi e delle condizioni di salute della persona, in cui si vanno a privilegiare cereali integrali, carne magra, pesce e vegetali.

Essendo una dieta decisamente restrittiva, per lo meno nella sua prima parte, la dieta Mayr va seguita sotto stretto controllo medico. È nata per agevolare la perdita di peso e, in effetti, se seguita alla lettera permette di perdere diversi chili di troppo e diversi centimetri soprattutto sulla pancia. Tuttavia, si tratta di una perdita di peso facilmente recuperabile, dal momento che è determinata dal digiuno: ecco perché si rivela utile soprattutto come dieta last minute, o per depurare l’intestino dopo un periodo di stravizi. Inoltre, secondo il suo ideatore aiuterebbe in caso di problemi digestivi, cattivo assorbimento, stitichezza, disfunzioni endocrine, e ne beneficierebbe anche chi soffre di calcoli renali o alla cistifellea, e di dismenorrea.

Tuttavia, è importante non affidarsi al fai da te. E, se si intende seguire la dieta Mayr, è fondamentale chiedere consiglio al proprio medico.

Dieta Mayr, elimina la pancia in due settimane con pane e latte