Colleghi: quando l’amicizia somiglia a un flirt

Quando quella simpatia speciale sul lavoro si sta trasformando in qualcosa di più e tu sei legata a un'altro. Ecco come capire se vale la pena di rischiare

C’è quel tuo collega molto carino e simpatico: ci chiacchieri volentieri, prendi il caffè con lui, a volte vi fate delle confidenze, spesso lo sorprendi a guardarti (e viceversa). E poi, anche se non lo ammetti nemmeno con te stessa, la mattina non vedi l’ora di incontrarlo. Tuo marito? Lo ami ancora, certo: questa è soltanto un’amicizia innocente, e in fondo flirtare un po’ non ha mai ucciso nessuno.

Ci credi davvero o te la stai raccontando? Se non vuoi mandare all’aria tutto per un po’ di batticuore extra, cerca di capire subito se ti stai spingendo troppo in là. Certo, piace a tutte sentirsi desiderabili e attraenti e ricevere complimenti, soprattutto se il proprio compagno non ve ne fa più come una volta. E così succede che ci si trovi invischiate in una situazione pericolosa.

Certi corteggiamenti, poi, non sono così espliciti: si comincia con un sorriso in più, si continua con qualche attenzione carina durante la pausa pranzo, si procede con un’osservazione maliziosa. Il tutto può durare mesi, ma state certe che se non farete nulla per arginarla la situazione prima o dopo esploderà. L’importante è rendersi conto esattamente di quello che si sta facendo, senza lasciarsi travolgere ciecamente dagli eventi. Se pensi che questa amicizia speciale stia mettendo a rischio il tuo matrimonio o la tua relazione poniti queste domande.

1 . Saresti disposta a rinunciare a quest’affettuosa amicizia per salvare il tuo rapporto con il partner? Se la risposta è no, probabilmente sei già andata emozionalmente troppo oltre invadendo con l’altro lui campi che dovrebbero essere riservati alla coppia.

2. Se il tuo partner vedesse come ti comporti con l’altro in sua assenza sarebbe geloso e infastidito? C’è qualcosa che vi dite che non vorreste che lui sentisse? Se sì, e non avete sposato Otello, probabilmente lanciate ben visibili segnali di disponibilità al vostro amico.

3. Se il partner telefona mentre sei col tuo amico ti senti terribilmente in imbarazzo? Beh allora lo sai che hai qualcosa da nascondere.

4. Se il tuo amico speciale dovesse cambiare improvvisamente lavoro soffriresti? Se la sola idea ti fa venire il magone, vuol dire che non è nemmeno soltanto un flirt: probabilmente ti stai proprio innamorando.

A questo punto devi decidere: o ti butti in questa nuova avventura e vada come vada, ma prima meglio mettere le cose in chiaro con il partner. Oppure – se credi non ne valga la pena – devi darci un taglio. La prima regola per riportare lo pseudo-flirt nei binari dell’amicizia è cercare di passare meno tempo possibile da sola con lui, cercando di mantenere le conversazioni in un ambito non troppo personale. Per capirci, va bene commentare la notizia del giorno, meno fare l’elenco dei difetti e delle mancanze del partner. Vi state domandando se è lecito descrivere l’ultimo acquisto di biancheria intima? Sì, se volete fare la profumiera. E ricordatevi una cosa: spesso si finisce per flirtare quando ci si sente al sicuro (troppo?) nella propria relazione, ma con certe amicizie affettuose si sa da dove si comincia ma non dove si finisce.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Colleghi: quando l’amicizia somiglia a un flirt