Dieta: le alternative salutari per chi odia l’insalata

Le alternative dell'insalata sono davvero molte: ecco alcune ricette gustose ma, salutari, da sostituire nella propria dieta se non se ne può più di mangiare insalata

Quando si è a dieta ci si ritrova ad aver bisogno di trovare delle alternative all’insalata, che è l’alimento che si consuma maggiormente quando si vuole perdere peso per via del suo elevato rapporto tra calorie e potere saziante. A lungo andare, però, si arriva al punto di non poterne più di mangiare sempre la stessa cosa e, di conseguenza, per non rendere vani i sacrifici fatti fino a quel momento e per evitare che la dieta non funzioni , è importantissimo cercare delle preparazioni alternative che siano più gustose pur rimanendo light e salutari.

Una di queste è sicuramente costituita dall’hummus, una salsa di ceci e tahin particolarmente cremosa proveniente dalla cucina tradizionale araba. Grazie all’elevato contenuto di proteine, l’hummus è perfetto all’interno di un regime dietetico ipocalorico, anche perché ha un forte potere saziante che assicura di tenere lontana la voglia di fare spuntini. Questa particolare crema può essere utilizzata in moltissime ricette come, ad esempio, il wrap di pane arabo con lenticchie e pomodori secchi .

Un altro cibo tanto gustoso quanto salutare è, inoltre, la quinoa , una pianta originaria delle Ande, i cui semi sono noti per le loro straordinarie proprietà nutritive come, in particolare, la ricchezza di proteine e fibre, oltre che di minerali e vitamine. La quinoa è caratterizzata, inoltre, per un’eccellente versatilità in cucina: essa, infatti, può essere utilizzata nella preparazione di diversi piatti. Ottime sono, infatti, le zuppe a base di questi semi, come ad esempio, la zuppa di quinoa, cavolo e pomodoro oppure la zuppa di quinoa e funghi champignon, e le insalate, saltate in padella con tantissimi tipi di ortaggi diversi.

In linea di massima, per concludere, l’insalata può essere sostituita all’interno della dieta da tutti gli altri tipi di verdura, che si possono consumare crudi o cotti a seconda dei propri gusti e della stagione in cui ci si trova.
Durante l’estate, ad esempio, è preferibile consumare ortaggi crudi come carote, finocchi, sedani e cetrioli, ricchi di vitamine e sali minerali e perfetti per il loro elevato potere rinfrescante, oltre che saziante, mentre nei periodi più freddi, come l’autunno e l’inverno, si può optare per degli ortaggi tipici di queste stagioni, come, per citarne solo alcuni, cavolfiori, broccoli e carciofi, da consumare bolliti o cotti a vapore.

Dieta: le alternative salutari per chi odia l’insalata