Pomodoro, un concentrato di salute anti-age

Arrivato in Italia verso la fine del 1500, il pomodoro approdò in Europa dalle lontane Americhe e ci mise un po’ a raggiungere il meritato successo. Un frutto vellutato, una pianta ad andamento strisciante con le parti verdi velenose che di commestibile ha solo l’accattivante frutto rosso, che una volta assaporato ha ispirato cuochi, contadini e re.

Ricco di virtù: è diuretico, astringente, dissetante, combatte  i radicali liberi e ha ottime proprietà digestive. Un vero piacere per il corpo e il palato è un concentrato di proprietà anti-age.

Gli Italiani sono stati i primi a scoprire che in insalata  i pomodori erano deliziosi. E nel 1839 la prima ricetta di pasta con il sugo di pomodoro, viene descritta da Ippolito Cavalcanti – in napoletano verace – nel suo libro sulla Cucina teorico pratica.

Salse e conserve, gazpacho andaluso e insalate, fino alla leggendaria e aristocratica pizza, o l’agreste pappa col pomodoro.  I modi per cucinarlo sono infiniti come le sue proprietà.

Sali minerali a gogò – potassio, fosforo, sodio, calcio e selenio – vitamine a profusione – A, C, B1, B2, K ed E – che combattono i danni del tempo e proteggono la salute dell’uomo, come il licopene, che si sviluppa nella sua polpa.

Il licopene è un potentissimo antiossidante utile per la prevenzione dei tumori e ottimo per proteggere da rischi cardiocircolatori.

Esistono moltissime varietà alcuni pregiati: il Pachino Igp delizioso crudo, passati al passaverdure e cotto al forno, Il San Marzano perfetto per sughi,  bruschette e conserve, il Pomodorino del Piennolo delle terre vesuviane ideale per insalate e sughetti, e anche il camone sardo o cuore di bue ottimi per le insalate,  fino al succoso ramato ottimo crudo e cotto.

Una sera d’estate, un terrazzo, un pugno d’amici o meglio, solo l’amico del cuore e, pomodori a profusione.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pomodoro, un concentrato di salute anti-age