Dieta, le migliori della settimana dal 6 al 12 giugno

Non è facile trovare la dieta giusta per le nostre esigenze: ecco i migliori consigli degli esperti

Un’alimentazione sana ed equilibrata è fondamentale per il nostro benessere, ma scegliere la dieta adatta per ogni esigenza non è sempre facile. E a volte, persino, può capitare di non ottenere alcun risultato, rinunciando così ben presto a seguire la giusta strada. Scopriamo insieme i suggerimenti degli esperti.

Come calcolare la giusta porzione di cibo

Come ben sappiamo, perdere peso è una questione matematica: dobbiamo bruciare più calorie di quelle che assumiamo con il cibo. Per questo è importante saper calcolare la giusta porzione che dobbiamo portare in tavola, così da non vanificare i nostri sforzi. Alcune diete prevedono l’utilizzo della bilancia, per individuare con precisione il contenuto calorico degli alimenti. Ma in realtà, nella maggior parte dei casi possiamo semplicemente affidarci alla nostra mano.

Ebbene sì, non tutti sanno che la mano è la perfetta unità di misura per le nostre esigenze. Aprendola con il palmo verso l’alto, abbiamo una superficie che rappresenta una porzione di carne o di pesce. Chiudendola invece a pugno, possiamo individuare una porzione di carboidrati. Infine, tenendola a coppa ci permette di scoprire quanto misura una porzione di frutta e verdura. Sulla base di queste indicazioni, diventa facilissimo calcolare le porzioni di qualsiasi alimento presente nella nostra dieta.

Perché una dieta può fallire

Nella maggior parte dei casi, chi inizia una dieta lo fa per perdere qualche chilo e sentirsi meglio con il proprio corpo. L’obiettivo di una corretta alimentazione è quello di dimagrire e ritrovare il benessere, ma non sempre riusciamo a raggiungerlo con facilità, anche seguendo scrupolosamente le indicazioni prescritte per le nostre esigenze. Perché talvolta le diete, anche quelle più rigide, finiscono per fallire?

I motivi possono essere molteplici, e li abbiamo analizzati con la nostra esperta nutrizionista. Spesso, le ragioni vanno individuate sul piano psicologico. Ad esempio, uno dei problemi più ricorrenti per chi adotta un regime alimentare che prevede restrizioni caloriche consiste nel riconoscere e combattere la fame emotiva. In alcuni casi, invece, possiamo trovarci davanti ad un vero e proprio disturbo alimentare come il Binge Eating Disorder, che può portarci a non riuscire a seguire una dieta e ad averne grande frustrazione.

La dieta per combattere lo stress

I ritmi odierni e i mille impegni da cui siamo oberati quotidianamente sono ormai sempre più spesso fonte di stress, che nel lungo periodo può causare veri e propri problemi di salute quali insonnia, ipertensione e alterazione del sistema immunitario. L’alimentazione può venirci in aiuto: alcuni cibi rischiano di aumentare lo stress, mentre altri sono in grado di ridurlo e donare un senso di profondo benessere.

Dovremmo evitare un consumo eccessivo di zuccheri semplici, perché contribuiscono ad aumentare i livelli di cortisolo (conosciuto come l’ormone dello stress): tra i cibi da eliminare, o quantomeno ridurre, in una dieta contro lo stress ci sono dunque i dolci, le bevande gassate e l’alcol. Via libera invece agli agrumi, ricchi di vitamina C e di antiossidanti, al pesce azzurro, che apporta grandi quantità di acidi omega-3, e alla frutta secca, fonte di zinco e ferro.

I benefici dei pistacchi

A proposito di frutta secca, quali sono i benefici dei pistacchi? Ne abbiamo parlato con Giorgio Donegani, tecnologo alimentare ed esperto in Nutrizione ed Educazione Alimentare, e con Sara Cordara, specialista in Scienza dell’Alimentazione e nutrizionista. Nel contesto di una dieta sana ed equilibrata, i pistacchi americani (purché consumati in quantità moderate, per via del loro elevato contenuto calorico) possono svolgere un ruolo molto importante.

Grandi alleati del nostro intestino, sono ricchi di fibre che forniscono nutrimento al microbiota e di antiossidanti che svolgono un’azione antinfiammatoria. In essi troviamo inoltre buone quantità di acidi grassi omega-3 e omega-6, di vitamina B6 (fondamentale per la salute del cervello) e di vitamina E, di calcio, di luteina e di zeaxantina (entrambe sostanze antiossidanti utili per la vista).