Cetrioli: proprietà, benefici e controindicazioni

I cetrioli sono un alimento perfetto per la stagione estiva perché dissetano, rinfrescano e aiutano a combattere gambe pesanti e a rimanere in forma

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Caratteristiche

I cetrioli sono il frutto del Citrullus lanatus, pianta erbacea della famiglia delle Cucurbitaceae, la stessa di melone, cocomero e zucca. Si tratta di ortaggi ampiamente coltivati e noti per il loro basso contenuto calorico e per l’abbondante contenuto di acqua.

Cento grammi di cetriolo forniscono meno di 15 calorie e la maggior parte dell’energia è data da carboidrati, che rappresentano quasi il 50% delle calorie. A seguire, il resto dell’energia dei cetrioli è fornita da grassi e proteine. I cetrioli contengono inoltre fibre, vitamine e minerali. Nella frazione acquosa dei cetrioli troviamo infatti vitamine idrosolubili come la vitamina C e le vitamine del gruppo B, oltre a sali minerali molto importanti per la nostra salute, tra cui potassio, fosforo, magnesio e calcio.

Nella percentuale di lipidi presenti nei cetrioli non troviamo grassi saturi e colesterolo e sono disperse la vitamina K e la vitamina E, vitamine liposolubili essenziali per il nostro benessere. I cetrioli sono anche una buona fonte di carotenoidi, molecole dall’azione antiossidante.

Proprietà e benefici

Grazie all’elevato contenuto in acqua, alla presenza di fibre e di sostanze antiossidanti, i cetrioli hanno sopratttto proprietà:

  • sazianti
  • dissetanti
  • idratanti
  • diuretiche
  • antiossidanti

Poiché come abbiamo visto si tratta di ortaggi ricchi di acqua, vitamine e sali minerali, il consumo di cetrioli sostiene le funzioni fondamentali delle cellule del nostro corpo ed è particolarmente indicato durante i mesi estivi e nelle giornate molto calde. I cetrioli infatti contribuiscono a fornire acqua all’organismo, idratandolo e rinfrescandolo. Inoltre, mangiare cetrioli aiuta ripristinare i sali minerali persi con la sudorazione.

Se i cetrioli vengono mangiati con la buccia, si ottengono anche i benefici della fibra in essa presente. Per fibra si intende quella parte di vegetale che non fornisce nutrimento al nostro corpo ma contribuisce a migliorare il senso di sazietà e regolare l’assorbimento di altri nutrienti, in particolare grassi e zuccheri. Il consumo abituale di cetrioli è dunque indicato per aiutare a controllare i livelli di colesterolo cattivo, trigliceridi e glicemia, ma anche a combattere l’irregolarità intestinale e la fame nervosa. Il potere saziante dei cetrioli, unito al bassissimo contenuto calorico, rende questo alimento particolarmente indicato nelle diete ipocaloriche per perdere peso. In più, trattandosi di ortaggi diuretici e drenanti, i cetrioli sono ottimi per alleviare le gambe gonfie e pesanti, ritenzione idrica e cellulite, migliorando quindi non solo il benessere generale ma anche l’aspetto della pelle.

La presenza di carotenoidi rende poi i cetrioli un alimento antiossidante, in grado di rallentare l’invecchiamento, ridurre il rischio di malattie legate all’avanzare dell’età e prevenire i danni provocati dai raggi solari durante l’esposizione prolungata al sole al mare o in piscina. I cetrioli sono quindi un alimento molto indicato tra quelli da mangiare in spiaggia, per spuntino o pasti veloci e sani.

Oltre che in cucina, i cetrioli sono apprezzati anche per le loro proprietà cosmetiche. Il cetriolo è infatti molto utilizzato per maschere viso e impacchi nella zona del contorno occhi. Si tratta di un rimedio utilissimo per le pelli impure, che presentano punti neri e brufoli, ma anche per le pelli spente e per combattere occhiaie e gonfiori sotto gli occhi o borse. Maschere e impacchi al cetriolo aiutano infatti a regolare la produzione di sebo, pulire la pelle, rinfrescarla e drenare i liquidi in eccesso che possono accumularsi anche sul viso.

Come consumarli

I cetrioli si consumano generalmente crudi, tagliati a rondelle e conditi con olio e sale. La preparazione è dunque molto veloce e non richiede l’uso dei fornelli; si possono consumare da soli o insieme ad altre verdure estive, nelle insalate miste con pomodori, zucchine, lattuga. Un modo gustoso per preparare i cetrioli consiste nel tagliarli a fette sottili, ricoprirli con poco sale e sistemare su di essi un peso, da lasciare per trenta minuti o più; in questo modo i cetrioli perderanno parte dell’acqua, si ammorbidiranno e ne guadagneranno in sapore e consistenza.

I cetrioli vengono anche utilizzati per preparare acque aromatizzate: la famosa acqua ai cetrioli si realizza lasciando macerare in acqua uno o più cetrioli tagliati a fette, cui si possono aggiungere anche fette di limone, anguria, foglie di menta o di origano. Ottima idea quella di aggiungere un cetriolo a centrifugati ed estratti, abbinandolo a mela verde, zucchina, sedano. Le bevande a base di cetriolo sono perfette da bere d’estate per rinfrescare il corpo, ripristinare i sali minerali persi e avere gambe leggere.

Infine, i cetrioli rientrano nella ricetta della salsa Tzatziki che si prepara con yogurt greco al naturale, aglio, cetriolo, succo di limone, sale e pepe. Dopo aver frullato tutti gli ingredienti e lasciato riposare la salsa in frigorifero per un’ora, la Tzatziki è pronta per condire in modo sano e gustoso insalate, piatti di verdure, pokè bowl e panini.

Controindicazioni

I cetrioli non hanno particolari controindicazioni e non causano effetti negativi se consumati in quantità normali. In alcune persone possono però risultare difficili da digerire ed è meglio non esagerare con il consumo di cetrioli se si assumono farmaci anticoagulanti o diuretici.