Madonna, 55 anni compiuti e un viso completamente spianato

La regina del pop, dell’industria musicale e delle multinazionali dell’immagine, diventa controversa materia di dibattito sull’uso/abuso di botox e similari. L’iperbole è notevole, ma una semplificazione non deve ingannare quanti leggono: Madonna, l’eterna miss Ciccone abbigliata di croci e pizzi che ha ammesso, pochi giorni or sono alla rivista americana Harper’s Bazaar, di aver vissuto la drammatica esperienza della violenza e della sopraffazione, non cede alle lusinghe del tempo che inevitabilmente avanza.

Da palestrata doc ad estimatrice della perfezione estetica, passando per lo studio della cabala e del corano: il connubio tra sacro e profano non ha mai destato perplessità attorno al personaggio, una perfetta macchina da soldi oltre che una notevole imprenditrice di se stessa. Certo è che, dall’attacco della stampa inglese nello scorso giugno per come è apparsa al concerto Chime for Change di Gucci, le uscite pubbliche della star non le hanno lasciato scampo. Roma, Berlino, le serate d’obbligo: l’apoteosi di quell’affronto diretto ha innescato un effetto a catena.

Oltre al curatissimo e muscolosissimo fisico, in piena campagna promozionale per la catena di palestre Hard Candy, Madonna sarebbe ricorsa a un aiuto tecnico su cui almeno negli Stati Uniti non vi è alcuna resistenza culturale. D’altronde è dalle assolate spiaggie californiane e dalle villone dei quartieri residenziali che arriva la moda dei botox party per mantenere inalterato il proprio aspetto fisico contro gli anni che passano. D’altronde la nostra anche nelle scelte di abbigliamenti, in scena come fuori, non pare particolarmente morigerata preferendo la provocazione. Sempre e comunque.

Madonna, 55 anni compiuti e un viso completamente spianato