Tè Oolong: proprietà, preparazione e segreti che arrivano dall’Oriente

Scopri come il tè Oolong aiuta la tua salute e promuove il benessere grazie ai suoi antiossidanti e altre sostanze benefiche.

Foto di Ivana Barberini

Ivana Barberini

Giornalista specializzata in Salute e Benessere

Giornalista ed economa dietista, scrive articoli su salute, alimentazione e benessere ed è specializzata nell’editing di volumi e pubblicazioni medico-scientifiche.

Il tè Oolong, spesso confuso per “tè blu” a causa della traduzione e della classificazione cinese, occupa uno spazio tutto suo nel vasto panorama dei tè, a metà strada tra il tè verde e il tè nero.

Si ricava dalla Camellia sinensis e subisce processo di fermentazione parziale che dona alle foglie un colore caratteristico e un profilo aromatico unico.

Ricco di antiossidanti, il tè Oolong dona diversi benefici per la salute ed è un valido alleato nella perdita di peso.

Cos’è il tè Oolong

Il tè Oolong ricorda sia il tè nero, sia tè verde, di cui ha in comune la pianta di origine, la Camellia sinensis.

È il processo di lavorazione che lo distingue dai suoi “cugini” e che influenza il colore delle foglie, il sapore e la concentrazione dei principi attivi.

A differenza del tè nero, che è completamente ossidato e quindi ha un sapore più amaro e un colore scuro, il tè verde non subisce fermentazione, mantenendo un gusto più delicato e un colore verde vivace.

L’Oolong, invece, subisce una fermentazione parziale: dopo la raccolta, le foglie si essiccano al sole per togliere l’umidità, poi raffreddate e mescolate in ceste di bambù. Successivamente, le foglie subiscono un’ulteriore appassimento, fino a raggiungere il livello di fermentazione desiderato, interrotto attraverso l’esposizione ad alte temperature. Nella fase successiva di lavorazione, le foglie sono arrotolate ed essiccate nuovamente. In base al livello di ossidazione, il tè può assumere note floreali, tostate o fruttate.

Come il tè verde e nero, il tè Oolong è ricco di antiossidanti, tra cui la teanina, un amminoacido con effetti rilassanti, oltre a polifenoli, vitamine, minerali e caffeina, seppur in quantità inferiori rispetto al tè nero.

I benefici del tè Oolong si devono però principalmente alle catechine, potenti antiossidanti della famiglia dei flavonoidi, che neutralizzano i radicali liberi e quindi riducono i danni all’organismo. Tali composti, infatti, sono fondamentali per abbassare il rischio di malattie cardiovascolari, migliorare la circolazione e stabilizzare la pressione sanguigna.

Non basta. Al tè Oolong sono riconosciuti dalla scienza anche benefici per la perdita di peso, il miglioramento delle funzioni cognitive e la prevenzione del diabete.

Proprietà del tè Oolong

In generale, gli alimenti funzionali possono essere classificati in tre categorie: alimenti cui è stata aggiunta una particolare sostanza, quelli in cui un componente è stato modificato nella biodisponibilità e alimenti contenenti naturalmente sostanze bioattive.

Il tè di Camellia sinensis rientra nell’ultima casistica ed è uno degli alimenti funzionali più importanti. Non solo, è la seconda bevanda più popolare e consumata, ad eccezione dell’acqua, in tutto il mondo. Contiene oltre 4.000 sostanze biotattive, molte delle quali hanno proprietà salutari

A cosa fa bene il tè Oolong

Il tè oolong è noto per i suoi numerosi benefici per la salute, tra cui quella cardiaca.

Ricco di antiossidanti, può contribuire a ridurre la pressione sanguigna, abbassare i livelli di colesterolo e perfino migliorare le funzioni cognitive.

È importante però ricordare che gli studi non sono ancora giunti a conclusioni definitive, quindi si tratta di potenziali virtù benefiche. Un fondo di verità ci sarà, ma non ci sono certezze scientifiche.

Alleato del cuore

Il consumo regolare degli antiossidanti presenti nel tè può avere effetti benefici sulla salute cardiaca. Diverse ricerche hanno mostrato che i consumatori abituali di tè hanno ridotto i livelli di pressione sanguigna e colesterolo.

Un ampio studio portato avanti da un team di ricercatori dell’Arabia Saudita e pubblicato su Prev. Med., ha rilevato che le persone che bevevano più di sei tazze di tè al giorno presentavano un rischio inferiore di malattie coronariche rispetto a chi non ne assumeva.

Altri studi hanno specificamente valutato il tè Oolong, osservando una riduzione del 61% del rischio di malattie cardiache in adulti giapponesi che consumavano almeno 240 ml di Oolong al giorno. Sono necessarie, tuttavia, altre ricerche per trarre conclusioni definitive.

Può migliorare la funzione cerebrale

Recenti studi mostrano che il consumo di tè può aiutare a sostenere la funzione cerebrale e la memoria e a proteggere dal declino legato all’età.

Ad esempio, la caffeina può aumentare il rilascio di noradrenalina e dopamina. Questi due neurotrasmettitori del cervello migliorano l’umore, l’attenzione e la funzione cerebrale

Altre ricerche dimostrano che la teanina, un aminoacido nel tè, può aiutare a stimolare l’attenzione e alleviare l’ansia.

Pochi studi hanno esaminato specificamente il tè Oolong ma quelle poche ricerche hanno indagato sulla relazione tra alti consumi di Oolong e un minor rischio di declino cognitivo, nonché una memoria migliore e maggiore velocità di elaborazione delle informazioni nei cinesi più anziani.

Amico di ossa e denti

Il tè oolong sembrerebbe promuovere anche la salute di denti e ossa grazie agli antiossidanti.

Alcuni studi hanno evidenziato che le persone che bevevano tè nero, verde o Oolong ogni giorno, per un periodo di 10 anni, avevano una densità minerale ossea complessiva superiore del 2%

Tuttavia, un collegamento diretto tra Oolong e minor rischio di fratture non è ancora dimostrato.

Infine, la ricerca ha collegato il consumo di tè alla salute dentale, tra cui riduzione della placca ed effetti protettivi contro la gengivite.

Tè Ooling a dieta

Sono diversi gli studi che associano il consumo di tè e la perdita di peso, indicando un collegamento tra i composti bioattivi del tè e il dimagrimento o la prevenzione di sovrappeso e obesità.

Per diverso tempo si è creduto che l’attività antiossidante del tè fosse l’unica responsabile della capacità di ridurre il grasso corporeo. Tuttavia, i ricercatori stanno verificando come la capacità del tè di potenziare l’inibizione degli enzimi e le interazioni antiossidanti con il microbiota intestinale sia effettivamente il vero motore della perdita di peso.

Per quanto riguarda nello specifico il tè Oolong, uno studio su animali ha dimostrato che gli estratti del tè effettivamente favoriscono l’ossidazione dei grassi, contribuendo direttamente alla riduzione del grasso corporeo.

Nondimeno, quando si tratta di studi sugli esseri umani, solo poche ricerche indicano la capacità dell’Oolong di aumentare la spesa energetica negli adulti, ma non l’ossidazione dei grassi. Chiaramente, sono necessarie altre ricerche prima di poter trarre delle conclusioni.

È importante notare che, sebbene le attività antiossidanti, la caffeina e le qualità inibitorie dell’appetito del tè siano state correlate alla perdita di peso, ciò non vuol dire che bere alcune tazze di tè ogni giorno sia la soluzione per eliminare i kg di troppo.

Altri fattori, come stile di vita, alimentazione sana ed equilibrata, attività fisica giocano un ruolo decisivo quando si tratta di perdere peso.

D’altro canto, non esistono alimenti miracolosi “brucia grassi”. Si può integrare il tè Oolong nella dieta, ma per dimagrire occorre sempre seguire una dieta ipocalorica bilanciata, sotto la supervisione di un esperto.

Quante tazze di tè Oolong al giorno?

In consiglio è di non superare le 2-3 tazze al giorno per prevenire possibili effetti collaterali.

Il tè, infatti, contiene caffeina. Secondo gli studi, per gli adulti sani, è bene non andare oltre i 400 mg al giorno, distribuita nel corso della giornata. Secondo queste quantità quindi si potrebbero consumare diverse tazze di tè al giorno, dato che il contenuto di teina nel tè varia dai 15 ai 70 mg per tazza, anche se ci sono alcuni tipi di tè che ne contengono di più.

Si può ricorrere allo stratagemma di bere tè di seconda infusione, poiché nella prima, le foglie avranno rilasciato molta della loro teina.

Come si prepara il tè Oolong?

Nelle regioni di origine, cioè la Cina, la preparazione del tè Oolong è un’arte che segue un preciso rituale che prevede rapide e frequenti infusioni di pochi secondi, utilizzando una quantità maggiore di tè e strumenti specifici. Tra questi, c’è la Gaiwan, una tazza cinese a forma di ciotola con coperchio e piattino, in porcellana o vetro, e la teiera Yi Xing in terracotta.

Si può comunque preparare un buon tè anche utilizzando una semplice tazza e un bollitore.

La quantità ideale di tè per circa 200 ml di acqua è di 3 g per un gusto “più occidentale”, mentre In Oriente si solito si usano fino a 6 g.

La temperatura dell’acqua dovrebbe oscillare tra gli 85°C e i 90°C per consentire alle foglie di liberare al meglio i loro principi attivi. I tempi di infusione, invece, variano: per una preparazione tradizionale, 4-5 minuti, mentre nel metodo orientale si effettuano diverse infusioni brevi, anche fino a 10, di pochi secondi ciascuna.

Dove si compra il tè Oolong e quanto costa?

Nelle erboristerie, nei negozi specializzati in prodotti etnici oppure on line. Il prezzo varia in base al tipo di coltivazione. Se biologica costa di più e si aggira sui 16 euro per 200 g.

Ce ne sono diversi tipi, come ad esempio il tè Da Hong Pao uno dei tè più pregiati in commercio. Si tratta di una specifica varietà cinese dall’aroma floreale, di alta qualità e prodotto sui monti Wu Yi, nella provincia del Fujian.

Controindicazioni

Il consumo di tè Oolong è generalmente considerato sicuro; tuttavia, dosi eccessive possono causare effetti collaterali come insonnia, mal di testa, ipertensione o tachicardia per la presenza della caffeina.

La caffeina, inoltre, se assunta in grandi quantità, può avere effetti negativi anche in donne in gravidanza o che allattano.

Per questo motivo, anche se bere tè Oolong non comporta gravi rischi, è meglio limitarsi a non più di due tazze al giorno.

Inoltre, i tannini presenti nel tè possono ridurre l’assorbimento del ferro dalle fonti vegetali, quindi è meglio bere il tè lontano dai pasti, specialmente se si hanno carenze di questo minerale.

Leggende del tè Oolong e la nascita del suo aroma

Secondo una delle storie più popolari, il nome “oolong”, che significa “drago nero” o “serpente nero”, deriva da una antica storia cinese. Si racconta che un coltivatore di tè, mentre raccoglieva le foglie, incrociò un serpente nero nel sentiero. Spaventato, corse via e dimenticò le foglie raccolte in un cesto. Quando tornò il giorno seguente, le foglie avevano iniziato a ossidarsi. Decise quindi di usarle e scoprì che il tè aveva un sapore delizioso e unico. Il coltivatore chiamò il tè Oolong in onore al serpente.

Un’altra leggenda narra, invece, di un anziano che viveva in Cina, conosciuto per la sua dedizione alla coltivazione del tè. Si dice che fosse così rispettoso nel trattare le sue piante di tè che una notte il dio del tè gli apparve in sogno. La divinità, colpita dalla sua devozione, gli rivelò un metodo segreto di lavorazione del tè, per creare un infuso particolarmente aromatico e saporito, che prevedeva l’ossidazione parziale delle foglie di tè. È così che il tè Oolong divenne famoso e apprezzato per il suo sapore originale.

Fonti bibliografiche

  • Chemistry and health beneficial effects of oolong tea and theasinensins, Food Science and Human Wellness
  • A Review on the Weight-Loss Effects of Oxidized Tea Polyphenols, Molecules
  • Cognitive function and tea consumption in community dwelling older Chinese in Singapore, J Nutr Health Aging
  • What is Oolong Tea and What Benefits Does It Have? Healthline