Aminoacidi essenziali, quali sono e come agiscono

Molecole non sintetizzate dal nostro organismo, gli aminoacidi essenziali devono essere assunti tramite l'alimentazione

Quando si parla di aminoacidi, si inquadrano quelle molecole organiche che, unendosi tra loro tramite legame peptidico, formano le proteine. In questo novero è possibile distinguere gli aminoacidi essenziali, non sintetizzati dal nostro corpo e quindi da assumere tramite l’alimentazione.

L’elenco completo degli aminoacidi essenziali comprende l’istidina, l‘isoleucina, la leucina, la lisina, la metionina, la fenilalanina, la treonina, il triptofano e la valina. Nel caso del primo aminoacido ricordato, ossia l’istidina, si parla di un precursore dell’istamina e, di conseguenza, di una molecola fondamentale per il trattamento delle allergie e delle infiammazioni. L’isoleucina si contraddistingue invece per le sue funzioni chetogeniche. Quando l’organismo assume per lungo tempo quantità scarse di glucosio, questo aminoacido essenziale viene infatti convertito in chetone e utilizzato come fonte di energia.

La leucina è invece essenziale per la sintesi proteica, mentre la lisina ricopre un ruolo basilare nella produzione di ormone della crescita. Contribuisce anche alla fissazione ottimale del calcio nelle ossa. Per quanto riguarda la metionina, è importante ricordare il suo ruolo nella sintesi della carnitina e della cisteina. Essenziale per rinforzare i capelli, la metionina è un’alleata portentosa dei meccanismi di depurazione del corpo umano. Da non dimenticare è anche la sua efficacia lipolitica.

Proseguendo con l’elenco degli altri aminoacidi essenziali ricordiamo la fenilalanina, decisiva per l’efficienza dei meccanismi di depurazione dell’organismo umano, ma anche la treonina, essenziale per la rigenerazione dei tessuti. Da non dimenticare sono infine il triptofano, basilare per la produzione del neurotrasmettitore serotonina, e la valina, che aiuta la corretta ricostruzione dei tessuti, in particolare quelli muscolari.

Gli aminoacidi essenziali sono da sempre al centro dell’attenzione scientifica. Interessante a tal proposito è uno studio italiano del 2010. Il lavoro in questione, condotto da due studiosi dell’Università di Pavia, ha inquadrato gli effetti positivi della supplementazione di aminoacidi essenziali sulla longevità di alcuni roditori da laboratorio.

Tornando un attimo all’importanza degli aminoacidi per la salute umana, ricordiamo che il fabbisogno varia sulla base di diversi fattori, che comprendono età, sesso e peso. L’eventuale supplementazione deve essere concordata con il medico di fiducia, in quanto legata anche al livello di attività fisica.

Chi è abituato a fare sport con intensità media/alta, dovrebbe per esempio valutare, prima dell’attività fisica, l’assunzione di supplementi a base di isoleucina e valina. Questi aminoacidi intervengono infatti nella produzione del glucosio e della serotonina, rispettivamente fonte energetica basilare per i muscoli e ormone in grado di far percepire meno il senso di stanchezza.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aminoacidi essenziali, quali sono e come agiscono