Gengive infiammate: quali rimedi naturali possono aiutare?

Le gengive infiammate causano fastidio e dolore che possono essere alleviati modificando le proprie abitudini e facendo ricorso a rimedi naturali

Tatiana Maselli Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Cause e sintomi

Le gengive infiammate sono un disturbo che provoca gonfiore delle gengive, arrossamento e dolore, sintomi che possono essere accompagnati da sanguinamento delle gengive e da alitosi. La gengivite può essere causata da diversi fattori tra cui traumi: le gengive possono infatti infiammarsi quando si soffre di bruxismo, il digrignamento involontario dei denti durante la notte, o per spazzolature troppo energiche durante la pulizia dei denti.

L’infiammazione delle gengive può poi essere una conseguenza del fumo di sigaretta, dell’eccessivo consumo di bevande alcoliche o di spezie piccanti e irritanti o di cibi dalla consistenza particolarmente dura, capaci di creare piccole lesioni della mucosa gengivale.

In altri casi, invece, le gengive infiammate sono sintomo di un disturbo o di una patologia a carico dei denti e della bocca, come carie dentali, ascessi o parodontite. È possibile che le gengive risultino più soggette a infiammazione e sanguinamento anche per via di carenze alimentari, in particolare in caso di deficit di vitamina C. Tra le cause delle gengiviti ricorrenti può esserci anche una scorretta igiene orale, non in grado di rimuovere in modo adeguato residui di cibo.

Cosa fare

Per evitare che le gengive si infiammino occorre agire sulle cause che, come abbiamo visto, possono essere diverse. Il dentista è la figura di riferimento per aiutare a capire l’origine dell’infiammazione e proporre un rimedio adeguato. In generale, quando l’infiammazione è conseguenza di bruxismo o di traumi dati dallo spazzolino da denti è possibile valutare l’uso di appositi apparecchi anti-digrignamento o correggere la propria igiene orale adottando spazzolini con setole morbide o spazzolini elettrici, che non irritino le gengive. Sempre in merito all’igiene orale, è importante che questa sia effettuata regolarmente lavando i denti dopo ogni pasto e utilizzando il filo interdentale per una pulizia degli spazi tra dente e dente.

Se le gengive infiammate sono frutto di fumo di sigaretta, abuso di bevande alcoliche o consumo di cibi molto speziati, sarà sufficiente modificare le proprie abitudini per alleviare i sintomi a carico delle gengive. Se invece dietro alle infiammazioni ricorrenti c’è una carenza di vitamina C, occorrerà seguire un’alimentazione equilibrata, ricca di frutta fresca e verdura cruda o, eventualmente, integrare tale vitamina. Infine, se le gengive si infiammano e sanguinano per patologie del cavo orale, il dentista saprà intervenire per risolvere il problema in modo adeguato.

I rimedi naturali per le gengive infiammate possono essere d’aiuto per alleviare i sintomi che si presentano in modo sporadico o in attesa di una diagnosi da parte del proprio dentista.

Rimedi naturali

Acacia

L’Acacia catechu è un albero della famiglia delle Mimosacee il cui legno è ricco di tannini e flavonoidi. L’acacia ha proprietà astringenti, antinfiammatorie e antisettiche e trova impiego nel trattamento di gengive infiammate e stomatiti. A questo scopo si utilizzano 20 gocce di tintura madre disciolte in un bicchiere di acqua tiepida per effettuare risciacqui del cavo orale. La tintura madre pura può essere invece usata per applicazioni locali sulla mucosa infiammata.

Malaleuca

La Malaleuca alternifolia è una pianta appartenente alla famiglia delle Myrtaceae con foglie ricche di un olio essenziale noto come Tea tree oil con proprietà antisettiche utili nelle problematiche della bocca tra cui gengiviti, stomatiti, afte e piorrea. Se ne usano 4-5 gocce diluite in un bicchiere di acqua per effettuare risciacqui e gargarismi in caso di infiammazioni del cavo orale e della gola.

Mirto

Le foglie e le bacche di Myrtus communis, altra  pianta della famiglia delle Myrtaceae, contengono olio essenziale e tannini dall’azione antisettica, astringente e vasocostrittrice. L’infuso di mirto preparato con 15-30 grammi di foglie e bacche per ogni litro di acqua, filtrato e lasciato raffreddare può essere utilizzato come collutorio in caso di gengive infiammate che sanguinano.

Pimpinella

La radice di Pimpinella major, piccola erbacea appartenente alla famiglia delle Apiaceae, è ricca di olio essenziale, tannini e cumarine utili nel trattamento delle infiammazioni di bocca e gola. Esternamente, l’infuso e la tintura madre si usano per risciacqui del cavo orale per dare sollievo in caso di gengive infiammate.

Tormentilla

La Potentilla tormentilla è una pianta erbacea dalle proprietà astringenti, antinfiammatorie, cicatrizzanti e antisettiche, grazie al contenuto di tannini e flavonoidi. Si utilizza il rizoma sotto forma di infuso o tintura madre diluita in acqua per le infiammazioni della mucosa orale, in caso di gengiviti e sanguinamenti.

Ribes nero

Il Ribes nigrum, pianta della famiglia delle Saxifragaceae, possiede attività antinfiammatoria e vasoprotettrice. Le proprietà del ribes nero sono date soprattutto dai flavonoidi, presenti nelle foglie, nei frutti e nelle gemme. In caso di gengive infiammate si utilizzano esternamente, per risciacqui della bocca, vari preparati a base di ribes nero tra cui l’infuso ottenuto dalle foglie, la tintura madre e il gemmoderivato.

Salvia

La Salvia officinalis, pianta aromatica della famiglia delle Lamiaceae, è una specie ampiamente utilizzata per la salute, oltre che in cucina. Le foglie di salvia sono infatti ricche di sostanze benefiche, tra cui olio essenziale e flavonoidi, che vantano numerose proprietà. In caso di gengive infiammate, si utilizza la tintura madre di salvia, da sola o miscelata in parti uguali con la tintura madre di tormentilla, per applicazioni localizzate sull’area da trattare.

Timo

Il timo (Thymus vulgaris) è un’aromatica appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. Come la salvia, anche il timo è diffuso e noto per il suo utilizzo come aromatizzante, ma il suo impiego non si limita alla cucina. Le foglie e i fiori del timo contengono infatti olio essenziale e altri composti attivi con proprietà antisettiche e possono essere utilizzati anche per dare sollievo alle gengive infiammate o per rinforzare le gengive in caso di piorrea. L’infuso, la tintura madre diluita in acqua o una goccia di olio essenziale di timo dispersa in un bicchiere di acqua tiepida o tisana, utilizzati come collutorio, possono infatti alleviare le infiammazioni del cavo orale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gengive infiammate: quali rimedi naturali possono aiutare?