Quali sono i benefici della dieta vegana e di cosa si tratta

La dieta vegana nasce nel lontano 1950 in Inghilterra. Si tratta di una dieta eccessivamente riduttiva, in quanto elimina del tutto l'uso del pesce, della carne, del latte e dei suoi derivati

La dieta vegana rappresenta una dieta che elimina totalmente i cibi di origine animale. Molto simile al vegetarianismo, ma in questo caso non sono ammessi cibi come la carne, il latte, i latticini, il pesce e le uova. La dieta vegana viene definita come un vero e proprio stile di vita, infatti incide molto sulle abitudini della persona. Alla base di tutto ciò vi è il rispetto degli animali, i quali non devono essere sfruttati per poter produrre cibo agli esseri umani.

La dieta vegana sta riscuotendo molto successo negli ultimi anni, numerose sono le motivazioni di questa scelta di vita. Innanzitutto motivi filosofici e religiosi dell’oriente, dove si aboliscono i cibi di origine animale. In un secondo luogo vi sono motivazioni prettamente etniche. Ma in realtà, alla base di questa dieta vi è il rispetto per gli esseri viventi. E infine vi sono ragioni salutistiche, infatti orientandosi sull’ingestione di prodotti di origine vegetale, si evitano rischi che si possono incorrere con i cibi di origini animali, comprese le varie patologie.

Questa tipologia di dieta rappresenta un vero e proprio regime di disintossicazione, infatti in questo modo è possibile ripulire l’intestino dalla presenza di molte scorie e inoltre si ha anche all’abbassamento della glicemia e del colesterolo cattivo. In questo modo è possibile ridurre il problema dell’obesità.

Inoltre, è stata dimostrata una riduzione del problema della osteoporosi, infatti è bene che si sappia, il calcio non è presente soltanto nel latte e nei suoi derivati, bensi anche nella frutta secca e nelle verdure e ciò favorisce un buon rafforzamento delle ossa. Tale dieta rappresenta una ottima soluzione per combattere l’insorgenza di un infarto e di tutte quella malattie di origini cardiache, le quali molto spesso cono provocate dai grassi saturi presenti nei prodotti di origini animali.

Infine, ricordate che il consumo di prodotti di origine vegetale riducono la possibilità di soffrire di ansia, ipertensione e depressione. I ricercatori affermano poi che il consumo di cibi di origini animali aumentano la possibilità di insorgenza del morbo di Parkinson mentre tra i maggiori benefici apportati da questa tipologia di dieta vi è la riduzione di alcuni tumori, in particolar modo quello alla prostata e all’intestino.

A quanto pare, quindi la dieta vegana è dunque in grado di apportare una serie benefici, che sia a breve o lungo termine, per cui non ci resta che provare! Ovviamente prima di cominciarla fatevi sempre consigliare da un medico per evitare di eliminare sostanze importanti e non sostituirle con altre!

 

Quali sono i benefici della dieta vegana e di cosa si tratta