Vitamina B12

Vitamina B12: qual è la sua funzione? In quali alimenti si trova? Ecco tutte le informazioni utili relative alla dieta e alla carenza di questa sostanza

La vitamina B12 è fondamentale per il benessere dell’organismo. Questa vanta infatti numerose proprietà benefiche e allo stesso tempo una carenza potrebbe comportare vari disagi per la salute. Questa vitamina fa parte del gruppo B e si sviluppa all’interno di microrganismi come funghi, alghe e batteri. Le vitamine non possono essere assorbite completamente dall’organismo, pertanto occorre introdurle attraverso una dieta, al fine di soddisfare il fabbisogno giornaliero. Questa vitamina è idrosolubile ed è composta da varie sostanze come l’idrossicobalamina. Il compito principale della vitamina B12 è quello di gestire la sintesi dei globuli rossi all’interno del midollo osseo. Pertanto la sua funzione primaria è quella di favorire lo sviluppo dei globuli rossi. Inoltre questa sostanza svolge un ruolo molto importante per quanto riguarda il sistema nervoso, poiché apporta numerosi benefici al suo metabolismo. Per questo la B12 è essenziale per favorire il benessere del cervello nei soggetti affetti da demenza senile. A quanto pare, infatti, un alto tasso di questa vitamina diminuisce il rischio di riduzione del cervello che può provocare la perdita della memoria con l’avanzare dell’età. Dunque, oltre a garantire una memoria di ferro, la vitamina B12 agisce anche sui nervi, garantendo una vera e propria azione protettiva.

Tra le sue numerose virtù vi è anche una funzione rigenerante delle cellule del cuoio capelluto che permette di mantenere in salute la propria capigliatura. Questo effetto rigenerante vale anche per le unghie. Infatti, una carenza di questa vitamina potrebbe essere responsabile di unghie fragili e secche. Tuttavia, questa mancanza potrebbe anche comportare l’insorgenza di dermatiti. La vitamina B12 si rivela uno dei migliori rimedi naturali per la cura dell’herpes, poiché favorisce la guarigione e contrasta efficacemente l’infezione cutanea. Un’ulteriore virtù è quella di apportare numerosi effetti benefici al sistema cardiovascolare poiché è in grado di ridurre il livello di omocisteina nel sangue, responsabile delle patologie cardiovascolari, in quanto favorisce l’accumulo di colesterolo all’interno delle arterie. La sua spiccata potenzialità è quella di rafforzare il sistema immunitario, poiché favorisce lo sviluppo di queste cellule che hanno il compito di distruggere virus e batteri, nonché cellule tumorali. Numerosi sono gli effetti positivi anche per quanto riguarda la struttura ossea. La vitamina B12 è infatti particolarmente indicata per alleviare i sintomi nei soggetti affetti da artrite.

Allo stesso modo la B12 viene anche usata per la cura di epatiti grazie alle sue proprietà rigeneranti. Bisogna inoltre tenere in considerazione che la produzione di globuli rossi favorisce lo sviluppo muscolare. In questo modo i muscoli possono beneficiare della giusta dose di ossigeno e sostanze nutritive. A tal proposito questa vitamina viene spesso assunta sotto forma di integratore dagli sportivi, in particolare nel ciclismo o negli sport molto impegnativi che richiedono degli allenamenti piuttosto intensi. Non bisogna dunque sottovalutare la carenza di questa sostanza. Onde evitare che ciò accada, occorre comprendere i motivi scatenanti di un’eventuale mancanza di vitamina B12 all’interno dell’organismo. Una delle prime cause potrebbe indicare un problema di assorbimento dovuto all’apparato gastrointestinale che non permette di assimilare del tutto le proprietà della vitamina. Non è da escludere un’alimentazione vegetariana, poiché la B12 si trova principalmente nei cibi di origine animale. Potrebbe trattarsi anche di un problema di celiachia con conseguenti difficoltà di assorbimento da parte dell’instestino. Dunque, non soddisfare il fabbisogno giornaliero di questa vitamina potrebbe comportare delle gravi conseguenze per la salute.

In primis, essendo la vitamina B12 fondamentale per la sintesi dei globuli rossi, un’eventuale carenza potrebbe causare la comparsa di anemia con conseguente diminuzione della quantità di globuli rossi. Questo processo può anche provocare svariati sintomi come spossatezza, pressione bassa, ipotensione, riduzione dei riflessi e pallore. Inoltre la mancanza di vitamina B12 può causare disturbi del sistema nervoso con difficoltà nel movimento di braccia e gambe. Potrebbero anche manifestarsi difficoltà a parlare, camminare e spasmi. Attualmente non sono stati riscontrati effetti collaterali e controindicazioni relative ad un’eccessiva assunzione di vitamina B12. Tuttavia, da alcuni studi è emerso che un’eccessiva assunzione negli individui affetti da diabete può comportare tossicità, nonché un peggioramento della funzione renale. Dunque, onde evitare eventuali carenze è consigliabile seguire una dieta onnivora per soddisfare il giusto fabbisogno quotidiano della vitamina B12, il quale tende ad aumentare soprattutto durante il periodo della gravidanza. Gli alimenti ricchi di vitamina B12 sono prevalentemente la carne rossa e bianca, il pesce, le uova, i latticini ed alcuni legumi, ovvero i fagioli. Anche la frutta secca, in particolare le noci, sono riconosciute per un elevato contenuto di questa vitamina.

Vitamina B12