I rimedi naturali più efficaci per contrastare i disturbi della menopausa

La menopausa è una fase assolutamente naturale per la vita di ogni donna ma porta con sé una serie di disturbi molto fastidiosi. Ecco come alleviarli

Tatiana Maselli Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cos’è

La menopausa è definita come il momento in cui si ha la cessazione definitiva delle mestruazioni. Si tratta di una fase fisiologica e naturale che interessa la vita di ogni donna e che fa parte di un periodo di transizione chiamato climaterio. Il climaterio può durare diversi anni, fino a dieci, e si verifica mediamente in un’età compresa tra i 40 e i 55 anni. All’inizio del climaterio, dunque in premenopausa, le ovaie iniziano a ridurre la loro attività e questo comporta da un lato una diminuzione di estrogeni e progesterone e dall’altro un aumento di altri due ormoni, chiamati LH e FSH. I livelli ormonali si assestano poi nel momento in cui si verifica la cessazione delle mestruazioni, che coincide con la menopausa.

Mediamente la menopausa si verifica intorno ai 50 anni, ma la scomparsa delle mestruazioni può avvenire anche diversi anni prima o pochi anni dopo. A cominciare dalla premenopausa e fino alla postmenopausa, dunque anche successivamente alla scomparsa del ciclo mestruale, molte donne lamentano sintomi che sono noti come “disturbi della menopausa” e che includono una serie di problematiche fisiche e psicologiche legate ai cambiamenti ormonali.

Disturbi più comuni

Molte donne durante il climaterio lamentano sintomi conosciuti come disturbi della menopausa. Si tratta di sintomi che possono interessare la circolazione sanguigna, l’apparato ginecologico e urinario, il metabolismo, l’apparato osteroarticolare o la sfera emotiva e che sono causati dalle alterazioni dei livelli ormonali.

I sintomi possono variare da donna a donna sia per frequenza che per intensità e durata, esattamente come variano quelli legati alla sindrome premestruale e al ciclo in generale. Tali sintomi includono tensione mammaria, mal di testa e vampate di calore, con arrossamento della pelle, sudorazione improvvisa e sensazione di caldo, che si verificano anche durante la notte causando sudorazione notturna che disturba il riposo. L’irregolarità del sonno può esacerbare l’irritabilità, l’agitazione, il nervosismo e l’ansia che diverse donne accusano durante la menopausa e contribuisce a sentirsi meno concentrate e più affaticate durante il giorno.

Dopo la cessazione del ciclo poi, molte donne riferiscono un calo del desiderio sessuale e difficoltà ad avere rapporti a causa della fisiologica secchezza vaginale e della perdita di tono muscolare che causano irritazioni della mucosa vaginale e a volte dolore durante i rapporti. Anche i muscoli del pavimento pelvico risentono delle variazioni ormonali della menopausa e, indebolendosi, possono portare a incontinenza, difficoltà a trattenere la pipì e prolasso uterino.

La cessazione del ciclo mestruale ha inoltre ripercussioni sul metabolismo e questo può portare a un aumento del peso corporeo e ad accumuli di tessuto adiposo a livello dell’addome. Infine, la menopausa porta anche a disturbi a carico dell’apparato osteoarticolare e aumenta il rischio di osteoporosi con demineralizzazione delle ossa.

Cosa fare

Affrontare la menopausa in modo sereno è possibile, così come è possibile alleviare i disturbi ad essa legata. La prima cosa da fare è quella di rivolgersi alla propria ginecologa o al proprio ginecologo, figura di riferimento nella vita delle donne dalla pubertà alla menopausa.

Molto importante in questa fase è curare la propria alimentazione e lo stile di vita in generale, per adattare la dieta ai cambiamenti metabolici e trarre beneficio dal cibo. Una costante attività fisica, anche se moderata, è assolutamente da prendere in considerazione per mantenere in salute l’apparato muscolare e le ossa, oltre che per scaricare lo stress, ridurre l’ansia e l’agitazione e mantenere il tono dell’umore più alto. Non bisogna dimenticare di allenare anche il pavimento pelvico attraverso gli esercizi di Kegel, che aiutano a prevenire incontinenza e prolasso dell’utero e a mantenere tonica la muscolatura della vagina. Per ridurre la secchezza vaginale e prevenire irritazioni è utile il gel di aloe vera, da utilizzare anche ogni giorno o prima e durante i rapporti sessuali.

La meditazione e le tecniche di respirazione, praticate ogni giorno, possono poi aiutare a ridurre ansia, agitazione e nervosismo. Per favorire il sonno e il riposo, oltre a rendere la camera da letto confortevole ed eliminare eventuali fonti di disturbo è possibile infine ricorrere a tisane a base di luppolo, melissa e salvia: le prime due hanno azione rilassante mentre la salvia regola la sudorazione.

Rimedi naturali

In genere, per contrastare i sintomi della menopausa si ricorre alla terapia ormonale sostitutiva, utile soprattutto quando la menopausa insorge presto. Le terapie infatti non servono solo ad dare sollievo in caso di vampate e irritabilità, ma a prevenire osteoporosi e problemi di salute legati al calo degli estrogeni. Oltre alla terapia ormonale esistono validi rimedi naturali efficaci contro i sintomi della menopausa, per affrontare al meglio questa naturale fase della vita delle donne.

Fitoestrogeni

I fitoestrogeni sono molecole prodotte dalle piante dotate di una struttura simile ai nostri estrogeni. Fanno parte di questa categoria i cumestrani e gli isoflavoni, considerati i più efficaci contro i disturbi della menopausa. Dove si trovano i fitoestrogeni? I fagioli di soia, la Kundzu (Puerara lobata), il trifoglio rosso, ma anche i piselli, i cavoletti di bruxelles e i germogli di fagioli ne contengono discrete quantità. Oltre a consumare questi alimenti a tavola, per garantire all’organismo un’adeguata quantità di fitoestrogeni si ricorre a integratori. In commercio sono disponibili compresse, capsule ed estratti liquidi ad alto contenuto di fitoestrogeni, formulati proprio per migliorare il benessere delle donne in menopausa.

Salvia

La salvia è un’erba aromatica da sempre considerata amica delle donne. In particolare, è indicata per ridurre le vampate di calore e la sudorazione notturna. Si assume sotto forma di infuso o tintura madre, anche insieme ad altri rimedi naturali per la menopausa.

Cimicifuga

I rizomi e le radici di Cimicifuga racemosa si assumono sotto forma di tintura madre o estratto secco e sono molto utili per contrastare i disturbi che possono comparire in premenopausa e in menopausa.

Griffonia

Un’altra pianta utile contro i disturbi della menopausa è la griffonia. Questa pianta aiuta a regolare il tono dell’umore, riduce il senso di fame e aiuta a mantenere il peso forma. Inoltre, la griffonia ha azione rilassante contribuisce a contrastare il calo del desiderio che può verificarsi durante la menopausa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I rimedi naturali più efficaci per contrastare i disturbi della menop...