Guava per controllare la glicemia e migliorare la digestione

Frutto originario dell'America centrale, la guava è una preziosa alleata della salute grazie alla sua ricchezza in fibre e antiossidanti

La guava – o guaiava – è un frutto tropicale originario dell’America centrale. Caratterizzato da una forma tendente all’ovale, dalla buccia che può essere verde o gialla e dalla presenza di semi commestibili al suo interno, apporta benefici che è utile approfondire.

Tra questi è possibile ricordare il ruolo nel controllo della glicemia. Questo beneficio è stato approfondito da diversi studi scientifici. Particolarmente interessante è questo lavoro del 2005, portato avanti da un’equipe di esperti attivi presso il Korea Research Institute of Bioscience and Biotechnology di Yusong (Corea del Sud).

Gli esperti si sono focalizzati sugli effetti di alcune piante medicinali, riuscendo a scoprire che l’estratto di foglie di guava è in grado di provocare un abbassamento della glicemia e un conseguente effetto antidiabetico nei topi da laboratorio (le cavie in questione sono state sottoposte a iniezioni dell’estratto delle foglie della pianta in dosi pari a 10 mg/kg di peso corporeo).

La guava, inoltre, può rivelarsi una preziosa alleata della salute cardiovascolare. Le numerose sostanze antiossidanti che caratterizzano la composizione del frutto possono infatti aiutare nella lotta contro i radicali liberi che, a lungo andare, mettono fortemente a rischio il benessere del cuore.

Utile contro l’ipertensione e portentoso quando si tratta di aumentare i livelli di colesterolo buono HDL – degno di nota a tal proposito è uno studio del 1992 condotto da un team di esperti dell’Heart Research Laboratory di Moradabad in India – questo frutto tropicale è un toccasana pure per l’efficienza della digestione.

In questo caso bisogna dire grazie alla presenza di fibre. Una singola guava, infatti, fornisce oltre il 12% della dose consigliata quotidianamente per questi nutrienti, importantissimi per la salute e la bellezza.

Si potrebbe andare avanti ancora tanto a elencare i benefici della guava. Da non trascurare, per esempio, è la presenza di vitamina C, antiossidante tra i più potenti ma anche alleata del buon funzionamento del sistema immunitario.

Caratterizzato da un apporto energetico pari a 20 calorie circa ogni 100 grammi, il frutto dell’albero Psidium gujava L. – appartenente alla famiglia delle Myrtaceae – potrebbe acuire l’effetto di alcuni farmaci utilizzati per il trattamento del diabete. Anche se la letteratura scientifica non è molto chiara in merito, prima di introdurre la guava nella dieta si consiglia di consultare il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Guava per controllare la glicemia e migliorare la digestione