Dieta con maca, la radice ideale per fare il pieno di energia

La radice di maca è un ottimo energizzante, ma ha anche molti altri effetti benefici per l'organismo

La maca è una pianta che cresce principalmente sulle Ande peruviane, ad altitudini superiori ai 4mila metri, e negli ultimi anni ha trovato ampio impiego come integratore naturale e prodotto energizzante. In realtà, questa radice viene utilizzata già da secoli per le sue spiccate proprietà terapeutiche, scopriamo quali sono i suoi benefici per la salute.

In commercio, la maca si trova principalmente sotto forma di polvere estratta dalla sua radice e in cucina può essere utilizzata per insaporire numerosi piatti. Il suo profilo nutrizionale è particolarmente interessante: è infatti ricca di sostanze fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo, ma è anche un alimento piuttosto calorico, quindi è bene fare attenzione alle dosi – soprattutto se si sta seguendo una dieta ipocalorica.

Avendo trovato maggior diffusione solamente negli ultimi anni, le proprietà della maca sono ancora tutte da scoprire. I primi studi hanno però portato a risultati molto interessanti: ad esempio, la sua assunzione ha mostrato un miglioramento delle prestazioni di resistenza e una maggior quantità di energia. Non ci sono invece sufficienti prove a supporto della sua utilità per migliorare la forza o la massa muscolare.

La sua efficacia si esplica anche a livello cerebrale, dal momento che in alcuni esperimenti su cavie è stato evidenziato un aumento delle prestazioni cognitive, tra cui la capacità d’apprendimento e la memoria. La presenza di flavonoidi, importanti sostanze antiossidanti, è invece correlata al miglioramento dell’umore: appare evidente la sua efficacia nel ridurre l’ansia e i sintomi della depressione.

La maca viene inoltre utilizzata da secoli come rimedio per combattere la mancanza di libido: una revisione condotta su quattro studi, i cui risultati sono stati pubblicati sul BMC Complementary and Alternative Medicine, ha dimostrato un miglioramento del desiderio sessuale a seguito di assunzione di questo integratore per almeno 6 settimane consecutive.

Ancora, la maca ha dimostrato efficacia nel migliorare la fertilità maschile, aumentando il volume, il conteggio e la motilità degli spermatozoi. Ulteriori studi hanno evidenziato il suo ruolo nel combattere i sintomi della menopausa, tra i quali le vampate di calore, gli sbalzi d’umore, l’insonnia e il nervosismo. Potrebbe avere anche un’azione protettiva nei confronti delle ossa, considerando che le donne vanno incontro a maggior rischio di sviluppare l’osteoporosi dopo l’arrivo della menopausa.

La maca contiene buone quantità di fibre, che aiutano la digestione e aumentano il senso di sazietà, favorendo così la perdita di peso. È inoltre particolarmente ricca di vitamina C, fondamentale per il corretto sviluppo del sistema immunitario. La presenza di glucosinati la rende poi un toccasana per la prostata: in alcuni studi è stato evidenziato come il consumo di maca rossa possa contribuire a ridurre le dimensioni di questa ghiandola, sviluppando anche un effetto protettivo contro l’insorgenza del tumore alla prostata.

Non sono state evidenziate particolari controindicazioni all’uso di maca, tuttavia è bene consultare il medico prima di assumere integrazioni, in particolar modo in gravidanza e in allattamento. È consigliabile un consumo moderato da parte di soggetti che soffrono di problemi alla tiroide, perché la presenza di goitrogeni potrebbe interferire con il normale funzionamento della ghiandola tiroidea.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta con maca, la radice ideale per fare il pieno di energia