Aria nella pancia: cause e e soluzioni

L’aria nella pancia è spesso causata da cattive abitudini e può essere combattuta grazie a dieta, esercizio fisico e rimedi naturali

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cause

Un eccesso di aria nella pancia può avere svariate cause. Generalmente è dovuto a disturbi dei processi digestivi che a loro volta portano a fermentazioni intestinali. Gli alimenti parzialmente indigeriti vengono infatti metabolizzati dalla flora batterica presente nell’intestino e questo provoca l’accumulo di gas. Le fermentazioni intestinali possono essere conseguenza di intolleranze alimentari, infiammazioni a carico dell’intestino o di una flora batterica non equilibrata. I sintomi dell’accumulo di aria nella pancia porta a una tensione addominale, dolori più o meno intensi a livello dell’addome, meteorismo e flatulenza. Tali sintomi possono peggiorare quando si trascorre molto tempo in posizione eretta o da seduti, ad esempio al lavoro, e in situazioni di stress fisico o mentale. Esistono poi altri fattori che possono influire sul funzionamento dell’apparato digerente e sull’accumulo di aria nella pancia: ad esempio, in caso di terapie antibiotiche, si può verificare un eccesso di gas intestinali a causa dell’azione del farmaco sulla flora batterica presente nell’intestino.

Soluzioni

Per favorire i processi digestivi ed evitare che si accumuli aria nella pancia occorre prestare attenzione prima di tutto all’alimentazione. Una dieta equilibrata, ricca di frutta e di verdura e in grado di fornire fibra, oltre a tutti i nutrienti indispensabili per la salute dell’organismo, consente di riequilibrare il microbiota intestinale, cioè l’insieme dei batteri che popolano l’intestino. Quando la flora batterica intestinale si trova in equilibrio è più raro che avvengano fermentazioni che portano all’eccesso di aria nella pancia. Attenzione poi a eventuali intolleranze alimentari, ad esempio all’intolleranza al lattosio, e a non eccedere con il consumo di bevande gassate. Anche il modo in cui si mangia può influire sul gonfiore addominale: masticare lentamente aiuta a risolvere l’accumulo di aria nella pancia.

Un altro aspetto da non sottovalutare in caso di pancia gonfia è l’esercizio fisico, poiché una moderata ma costante attività fisica migliora sensibilmente la funzionalità digestiva, favorisce la regolarità intestinale e aiuta a eliminare l’eccesso di gas. Se per lavoro si è costretti a trascorrere molte ore in piedi o seduti, dunque se si ha uno stile di vita sedentario, è bene fare alcune pause nel corso della giornata durante le quali approfittare per fare due passi.

Quando poi si vivono periodi di forte stress, i sintomi a carico dell’apparato digerente possono peggiorare: in questi casi può essere utile ritagliarsi del tempo per eseguire semplici esercizi di respirazione, meditazione o altre pratiche utili a favorire il rilassamento.

Rimedi naturali

L’eccesso di aria nella pancia può essere contrastato in modo efficace grazie a semplici rimedi naturali in grado di alleviare i sintomi legati alle fermentazioni intestinali. Si tratta di rimedi noti capaci di riequilibrare la flora batterica intestinale e di favorire l’eliminazione di gas che gonfiano la pancia.

Una delle droghe vegetali più utilizzate a questo scopo è probabilmente il finocchio: i frutti di finocchio – spesso chiamati semi di finocchio – sono quasi miracolosi per chi soffre di aria nella pancia. É sufficiente preparare un infuso con un cucchiaio raso di questi frutti per 100-150 millilitri di acqua e consumare la tisana dopo i pasti principali o al bisogno, quando si percepiscono gonfiore addominale e dolore.

Altri validi rimedi contro l’aria nella pancia sono l’anice verde, l’anice stellato, il cumino: tutte queste droghe hanno un’azione simile ai frutti o semi di finocchio e possono anche essere associate tra loro per preparare tisane dal sapore molto gradevole ed efficaci contro la pancia gonfia. A queste erbe si possono poi associare anche le foglie di melissa, i capolini di camomilla o i fiori di lavanda; si tratta di rimedi utili sia a favorire i processi digestivi sia ad alleviare ansia, stress e agitazione, condizioni che possono influenzare la digestione e peggiorare i sintomi a carico dell’apparato gastrointestinale.

Per favorire l’eliminazione di aria nella pancia si può infine far ricorso a massaggi dell’addome con oli vegetali e oli essenziali. Un olio da massaggio per la pancia gonfia può essere preparato con un cucchiaio di olio di oliva, di girasole o di mandorle dolci cui aggiungere una goccia di olio essenziale di lavanda, melissa o camomilla e due gocce di di olio essenziale di finocchio, di anice verde o di cumino. Dopo aver mescolato brevemente le essenze nell’olio vegetale, il prodotto va massaggiato per qualche minuto sull’addome con movimenti circolari, dall’alto verso il basso e dal basso verso l’alto. Grazie all’azione del massaggio in sé e a quella degli oli essenziali, si potrà avere un rapido sollievo in caso di tensione addominale, dolori, eccesso di aria nella pancia e altri sintomi associati alle fermentazioni intestinali che possono portare all’accumulo di gas.

Se la situazione non dovesse migliorare correggendo l’alimentazione e lo stile di vita e grazie ai rimedi naturali è opportuno rivolgersi al medico per indagare sulle cause del gonfiore addominale e capire come intervenire in modo opportuno.