Ninfomania: che cos’è, sintomi e cause

L'ipersessualità femminile è un disturbo comportamentale che ha radici profonde: cerchiamo di capire dove nasce, come si riconosce e cura

La ninfomania- o ipersessualità femminile – è un disturbo comportamentale molto grave, che induce le donne che ne soffrono ad avere continuamente rapporti sessuali con moltissimi partner.

Le cause, che vanno ricercate nella sfera psichiatrica della paziente, nella sua storia personale e anche in possibili disfunzioni cliniche, possono essere molte: la loro comprensione, è il primo passo per un corretto trattamento della patologia.

Se si parla di ninfomania, è necessario innanzitutto chiarire che si tratta di una vera e propria dipendenza, esattamente come quella degli alcolisti e dei tossicodipendenti. Una donna ninfomane ricerca il sesso, per placare il senso di ansia che prova costantemente, soprattutto nelle relazioni interpersonali. Le donne ninfomani, infatti, sono terrorizzate dalle relazioni stabili poiché hanno una profonda paura della sofferenza, che può derivare dal coinvolgimento emotivo con un’altra persona.

Per questo motivo, fanno in modo di avere un numero enorme di rapporti intimi con moltissimi partner diversi, i quali si trovano ridotti a meri oggetti sessuali. Durante il rapporto, infatti, la donna ninfomane è concentrata solo su se stessa e sul raggiungimento del proprio piacere, ignorando letteralmente le persone con cui stanno condividendo l’atto sessuale.

Le cause profonde della ninfomania vanno ricercate nella storia personale delle pazienti: le donne affette da questo disturbo condividono spesso un’infanzia di abusi o di sovraesposizione a contenuti e atteggiamenti sessuali. Oltre a questo, alcune persone possono presentare un’alterazione del sistema endocrino, quindi un’alterazione dei valori ormonali, che induce un costante desiderio sessuale che non può essere placato.

sintomi della ninfomania, purtroppo, sono stati sminuiti per decenni, relegando le donne affette da questa patologia in una situazione di biasimo e di isolamento sociale. Oggi, ai sintomi della ninfomania, si riconosce pari dignità diagnostica rispetto ai sintomi di qualsiasi altro disturbo comportamentale. I più frequenti sono:

  • desiderio incontrollabile di avere rapporti sessuali
  • perdita di freni inibitori
  • esigenza fisiologica di raggiungere l’orgasmo
  • continuo ricorso alla masturbazione
  • stanchezza cronica e incapacità di concentrazione

Per uscire dalla ninfomania le pazienti devono essere accompagnate lungo un percorso terapeutico, che affianchi al trattamento farmacologico, un trattamento psicoterapico a orientamento cognitivo – comportamentale, per analizzare e rimuovere i traumi subiti probabilmente durante il periodo dell’infanzia.

Ninfomania: che cos’è, sintomi e cause