Non riesco ad avere un orgasmo: cause e rimedi

L'anorgasmia è un problema comune a molte donne. Quali sono le cause e come porvi rimedio

Frecce elettriche… attraversano il corpo.
Un arcobaleno di colori colpisce le palpebre.
Una schiuma di musica cade sopra le orecchie.

Così Anaïs Nin, scrittrice erotica e amante focosa, descriveva l’orgasmo.

Tecnicamente l’orgasmo è un complesso di reazioni neuro-muscolari involontarie, di breve durata, che si ingenerano a seguito della stimolazione fisica e psicologica delle zone erogene e degli organi sessuali.

Orgasmo femminile e anorgasmia

Durante l’orgasmo, l’uomo eiacula, mentre la donna manifesta contrazioni perivaginali e altri fenomeni motori e secretori riflessi.

Anaïs Nin di orgasmi ne aveva avuti sicuramente parecchi, ma non è così per tutte le donne.

L’anorgasmia femminile, infatti, è un problema abbastanza comune, ma non per questo meno complesso da risolvere.

Prima di passare al vaglio le cause eventuali del mancato raggiungimento dell’apice del piacere dopo un atto sessuale, occorre fare chiarezza.

Anorgasmia totale

Se non hai mai raggiunto l’orgasmo neanche toccandoti, la tua anorgasmia è totale, ma niente panico, perché questo non vuol dire necessariamente che tu non possa “guarirne”.

In questo caso, però, non limitarti a seguire i nostri consigli, bensì affidati al parere di un sessuologo, per essere certa che non siano presenti problemi di natura fisiologica.

“Vengo solo toccandomi”

Se invece riesci a raggiungere l’orgasmo unicamente da sola masturbandoti, sicuramente la natura del problema è psicologica.

Probabilmente hai un rapporto con il sesso conflittuale, retaggio di un’educazione rigida o di esperienze negative, che ti hanno lasciato il segno, o semplicemente tu e il tuo partner non avete ancora trovato la giusta sintonia sessuale.

Anorgasmia improvvisa

Se prima raggiungevi l’orgasmo durante il rapporto agevolmente e improvvisamente tutto è cambiato, le cause sono da ricercare all’interno della relazione: una crisi dovuta a un tradimento, a divergenze che si sono fatte sempre più profonde o semplicemente a un affievolimento del desiderio.

Ritrova te stessa

Qualunque sia la ragione alla base dell’anorgasmia di natura psicologica, la soluzione la puoi trovare in te stessa. Fai chiarezza, esamina con lucidità le tue emozioni, i pensieri che fanno capolino in quel momento e che ti impediscono di vivere serenamente l’unione carnale con il partner.

Una volta che la causa scatenante viene meno, anche l’orgasmo tornerà a coronare la tua vita sessuale.

Orgasmo clitorideo

Se invece raggiungi l’orgasmo solo con la stimolazione del clitoride procurata dal partner con la masturbazione o in determinate posizioni (ad esempio con te sopra) non hai un problema vero e proprio.

Un orgasmo clitorideo è in tutto e per tutto un orgasmo. Poco importa il come, quello che conta è il risultato.

Non riesco ad avere un orgasmo: cause e rimedi