Raffreddore: ecco i migliori rimedi naturali

Il raffreddore è uno dei più comuni sintomi influenzali ed è tra i più fastidiosi. Ecco come alleviarlo con i rimedi naturali

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Rimedi contro il raffreddore

Naso che cola, continui starnuti, prurito e bruciore delle narici sono i segni tipici del raffreddore. Nella stagione autunnale e invernale, la causa del raffreddore è generalmente un’infezione virale e, per alleviare i sintomi e respirare meglio, si può fare ricorso a semplici rimedi naturali da acquistare in erboristeria.

Tisana con zenzero e limone

La tisana con zenzero e limone viene spesso consigliata per alleviare il raffreddore e altri sintomi dell’influenza. Anche se lo zenzero è principalmente un rimedio digestivo e contro la nausea, questa radice ha anche proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che aiutano a favorire la guarigione. La tisana con zenzero e limone ha poi azione antivirale e antimicrobica, utile a combattere il raffreddore. Si prepara facendo bollire un piccolo pezzo di radice di zenzero per qualche minuto, per poi aggiungere il succo di mezzo limone. La si può dolcificare con miele, un altro rimedio naturale antibatterico che contribuisce a migliorare i sintomi del raffreddore, ma anche tosse e mal di gola.

Tisana alle erbe balsamiche

Quando si ha il raffreddore, le erbe balsamiche possono aiutare a respirare meglio grazie ai vapori che sprigionano in infusione. Tra le piante balsamiche utili contro il raffreddore troviamo il timo, l’origano, il rosmarino, la salvia, l’eucalipto: si possono usare da sole o in miscela tra loro, chiedendo all’erborista di fiducia di formulare una tisana adatta ai propri gusti ed esigenze. La tisana alle erbe balsamiche si prepara con un cucchiaio di erbe essiccate da lasciare in infusione in una tazza di acqua calda e si può consumare due o tre volte al giorno. Come per la tisana zenzero e limone, anche l’infuso alle erbe balsamiche può essere dolcificato con un cucchiaino di miele.

Oli essenziali

Alcuni oli essenziali hanno azione balsamica, espettorante e mucolitica: possono essere usati per suffumigi con acqua calda oppure diffusi nell’ambiente o impiegati per preparare unguenti. I suffumigi con acqua calda e oli essenziali balsamici sono un ottimo rimedio per liberare il naso in caso di raffreddore. Si effettuano con acqua bollente e qualche goccia di olio essenziale di eucalipto, pino, malaleuca, timo o altre essenze dall’azione balsamica, da disperdere nell’acqua; respirare i vapori aiuta ad eliminare l’eccesso di muco e a respirare meglio. Gli stessi oli essenziali possono essere mescolati con un cucchiaio di burro di karité e un cucchiaino di olio di oliva per preparare un unguento da massaggiare sul petto e sulla schiena. Le essenze balsamiche possono anche essere respirate versandone alcune gocce sul fazzoletto o sul cuscino prima di andare a dormire oppure diffondendole nell’ambiente con un diffusore o un bruciatore.

Echinacea

I prodotti erboristici a base di echinacea sono noti per le loro proprietà immunostimolanti e sono ampiamente adoperati per prevenire e trattare il raffreddore e gli altri sintomi influenzali. L’echinacea può essere assunta sotto forma di tisana preparata con la radice oppure acquistando uno dei numerosi prodotti presenti in commercio, che includono tinture, capsule, compresse e sciroppi. Sebbene l’echinacea non dia sollievo immediato in caso di raffreddore, questo rimedio aiuta ad aumentare le difese immunitarie dell’organismo e a velocizzare la guarigione.

Aglio

L’aglio è un bulbo usato in cucina ma è anche un ottimo rimedio naturale dalle proprietà antisettiche e mucolitiche, impiegato per trattare le infezioni a carico delle vie respiratorie. Oltre che come aromatizzante nelle ricette, l’aglio può essere assunto sotto forma di capsule gastro resistenti acquistabili in erboristeria: in questo modo apporterà solo benefici, senza l’effetto collaterale dell’alito pesante.

Altri rimedi

Oltre ai rimedi naturali, per combattere il raffreddore sono molto utili i lavaggi nasali, che aiutano a rimuovere il muco in eccesso e a ripulire le narici. Si effettuano con soluzione salina da irrigare all’interno di entrambe le narici usando una siringa senza ago o un apposito strumento chiamato Lota neti. I lavaggi nasali possono essere effettuati anche tutti i giorni, meglio se al risveglio o prima di andare a dormire.

Per migliorare i sintomi del raffreddore è bene anche mantenere la giusta umidità negli ambienti. Il riscaldamento domestico tende a seccare l’aria in casa, peggiorando i sintomi del raffreddore. Si possono allora sistemare dei piccoli contenitori con acqua sui caloriferi, magari aggiungendo tre o quattro gocce di olio essenziale di eucalipto. Anche la doccia e i bagni caldi possono aiutare a migliorare la respirazione quando si ha il raffreddore.

Infine, attenzione all’alimentazione e all’attività fisica: una dieta ricca di frutta e verdura e di alimenti probiotici e un costante esercizio fisico sono fondamentali per sostenere le difese immunitarie, prevenire il raffreddore e altri sintomi influenzali e velocizzare la guarigione se ci si ammala. I vegetali freschi sono infatti ricchi di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti, mentre i probiotici nutrono la flora batterica intestinale consentendo così all’organismo di reagire meglio all’attacco di patogeni. L’esercizio fisico, oltre ad avere azione preventiva, aiuta anche a respirare meglio grazie all’effetto broncodilatante.