Primavera: come capire se è raffreddore oppure allergia

I sintomi del raffreddore e dell'allergia sono un problema molto comune durante la primavera, ecco alcune informazioni utili per comprenderne le cause

I sintomi del raffreddore e dell’allergia si manifestano prevalentemente nel periodo primaverile. Capita spesso infatti di ritrovarsi a soffiare il naso numerose volte al giorno e questo disagio può diventare davvero seccante. Inizialmente si può pensare ad un banale raffreddore passeggero, ma non è da escludere anche un’eventuale allergia. Per capire di cosa si tratta realmente bisogna saper riconoscere i sintomi. Gli starnuti sono un sintomo comune sia per le allergie che per il raffreddore. Si tratta di una reazione di difesa del corpo con lo scopo di rimuovere gli agenti esterni o gli allergeni come polvere, polline o pelo di animali.

Lo starnuto dunque non è un buon aiuto per riconoscere se si tratti di raffreddore o allergia di primavera, ma attraverso alcune piccole considerazioni è possibile risalire all’origine del problema. Anche se non è affatto gradevole, è consigliabile dare un’occhiata al muco dopo aver soffiato il naso, poiché grazie ad esso si potrebbero comprendere le reali cause. Il muco di colore chiaro potrebbe ricondurre ad eventuali allergie, anche piuttosto intense.

Se invece è scuro, è probabile che si tratti di raffreddore. Un ulteriore aspetto da prendere in considerazione è quello di avvertire dolore e fastidio lungo la cavità sinusale, la fronte e negli occhi. Generalmente questo disturbo è causato da un’infiammazione della cavità sinusale, responsabile della sinusite. Oppure non è da escludere un virus che abbia provocato il raffreddore. Un buon metodo per riconoscere i sintomi del raffreddore e dell’allergia è porre l’attenzione ad eventuali disturbi inerenti alla gola. In caso di raffreddore, questa risulterà particolarmente infiammata con conseguenti difficoltà ad ingoiare. Se invece si manifesta del prurito, potrebbe trattarsi di allergia.

Anche la tosse gioca un ruolo fondamentale, poiché si manifesta nel momento in cui il virus e gli allergeni hanno raggiunto le vie respiratorie. In caso di allergie, la tosse risulterà piuttosto secca e priva di muco. Al contrario, la tosse provocata dal raffreddore comporta la presenza di muco e dunque si tende a soffiare il naso costantemente, al fine di espellerlo. Non bisogna dimenticare infine che le allergie possono manifestarsi anche sotto forma di sfoghi cutanei sulla pelle che possono comportare prurito e gonfiore in zone come occhi, naso, labbra e gola.

Primavera: come capire se è raffreddore oppure allergia