Omega 9, cosa sono e i cibi in cui si trovano

Acidi grassi saturi, gli omega 9 sono considerati - insieme agli omega 3 a agli omega 6 - i "tre moschietteri della giovinezza"

Gli omega 9 sono acidi grassi non essenziali (a differenza degli omega 3 e degli omega 6) accomunati da una particolare caratteristica biochimica: all’interno delle loro molecole, il primo doppio legame si trova tra il nono e il decimo atomo di carbonio (a partire dal gruppo metilico terminale).

Tra loro, il più importante è l’acido oleico. Il motivo è presto detto: questo particolare acido grasso ha importanti benefici sul sistema cardiovascolare, poiché – secondo gli studi – sarebbe in grado di mantenere nella norma i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e di abbassare la pressione arteriosa. Dove si trova l’acido oleico? Soprattutto nell’olio di oliva, ma anche nell’olio di colza, di sesamo e di semi di tè e di camelia, nell’olio di palma, di mandorla, di avocado, di arachidi, di soia e di nocciola, oltre che in speciali ibridi dell’olio di girasole creati proprio per fornire al consumatore un olio dall’elevato contenuto di acido oleico.

Appartenente al gruppo degli omega 9 è anche l’acido nervonico, essenziale per la biosintesi della guaina mielinica delle cellule nervose. Dove si trova? Nel latte e nelle pappe per i neonati (è infatti molto importante nei primi mesi di vita del bambino), nella senape, in pesci come il salmone, il tonno e il pesce spada, nei semi di zucca e di lino, nelle nocciole, nelle mandorle, nel burro di arachidi, negli anacardi, nei semi di sesamo, nei pinoli, nel cacao in polvere e nell’olio di borragine.

Come tutti i grassi saturi, anche gli omega 9 vengono assorbiti velocemente dall’organismo e forniscono una pronta energia; al contrario, i grassi insaturi hanno una struttura più complessa e richiedono – per essere assorbiti – tutta una serie di meccanismi che comportano, necessariamente, più tempo. Sebbene “bistrattati”, anche grassi saturi come gli omega 9 fanno bene al nostro corpo, in quanto riducono il colesterolo cattivo e prevengono così il rischio di malattie cardiovascolari. Tanto che, insieme agli omega 3 e agli omega 6, sono considerati “i tre moschettieri della giovinezza”. Ovviamente, è bene non esagerare con le quantità: l’olio d’oliva fa benissimo, ma un solo cucchiaio apporta 100 calorie circa. Quindi è sempre bene consultare il proprio medico.

Omega 9, cosa sono e i cibi in cui si trovano