La pressione alta si abbassa ascoltando questa musica

La pressione alta si abbassa con la musica classica di grandi artisti del passato e studi scientifici dimostrano il loro effetto benefico sul corpo

Uno studio tedesco ha dimostrato come la pressione alta si abbassa con la musica classica di Wolfgang Amaedus Mozart e quella di Johann Strauss, due grandi artisti e compositori che hanno segnato la storia con le loro opere indimeticabili. Una ricerca dall’Università della Ruhr a Bochum lo conferma ed ha pubblicato un articolo a riguardo su Deutsches Ärzteblatt International. Dalla ricerca è anche emerso che non solo la pressione si abbassa, bensì anche la frequenza cardiaca ne risentirebbe positivamente, con conseguenti miglioramenti del cuore, organo molto importante per una lunga vita.

I ricercatori di questo esperimento hanno misurato svariati parametri dei 120 partecipanti, quali pressione sanguigna, il livello del cortisolo, e il battito cardiaco. Dividendo in due gruppi i volontari, 60 ad ascoltare musica per 25 minuti e gli altri 60 in silenzio come gruppo di controllo, hanno effettuato il test dividendo ulteriormente il gruppo di ascolta in tre sottogruppi: uno dedicato a Mozart, il secondo alla musica di Strauss e il terzo ad ascoltare brani degli Abba. Dal test è emerso che, indistintamente dalla musica ascoltata, l’ormone dello stress registrava un calo significativo, sopratutto nelle donne.

Da tempo comunque si parla degli effetti benefici della musica sia su mente che su corpo. In precedenza i ricercatori dell’università di Oxford hanno trattato l’argomento, arrivando ad una importante conclusione: la pressione alta si abbassa sopratutto ascoltando i brani di Mozart. Gli effetti cardiotonici dei brani del grande artista portano infatti ad un abbassamento della pressione arteriosa dovuto al rilassamento del muscolo cardiaco. E’ stato evidenziato inoltre che solo particolari tipi di adagi favoriscano questo effetto. Una bella notizia per chi soffre di ipertensione che potrebbero sottoporsi a sedute di musico terapia per stare meglio.

Altri studi a riguardo hanno confermato ulteriormente come la musica dell’artista austriaco del 18° secolo abbassi la pressione alta, con ulteriori benefici per la salute. Anche chi soffre di epilessia ha riscontrato dei miglioramenti nell’ascoltare brani di Mozart. Questo è stato confermato dalla scienza poiché gli studi fatti hanno riportato esiti positivi anche a livello fisico. Infatti varie pubblicazioni mediche hanno provato l’esistenza di interazioni tra la musica, il sistema cardiovascolare e quello cerebrale: l’ascolto della musica permette il rilascio di endorfine, dunque una condizione di benessere con riduzione della frequenza respiratoria e un miglioramento dell’attività cardiaca.

La pressione alta si abbassa ascoltando questa musica