Fitboxe: cos’è, benefici e allenamento

In cosa consiste la Fitboxe, quali sono i benefici per il corpo e la mente e come funziona un allenamento

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

Cos’è

La Fitboxe fonde musica, fitness, sport da combattimento e combina un lavoro aerobico funzionale che impegna cuore, muscoli, articolazioni e attenzione. Calci, pugni, schivate vengono unite in tecniche di autodifesa con ritmo e ordine variato. I movimenti e le sequenze spesso sono accompagnati da musica, in genere si usano dei sacchi da fitboxe che sono diversi dai classici sacchi da boxe appesi al gancio o sacchi veloci appesi al muro o a una corda. I sacchi da Fitboxe, infatti, sono piantati su una base tramite un sostegno mobile. Vengono eseguite delle flessioni, estensioni, schivate e torsioni che costituiscono ottimi esercizi per tutto il corpo, rendendolo agile e tonico.

Molti di questi movimenti derivano da discipline di combattimento come la kickboxe, la muay thai e le MMA (Mixed Martial Arts). Con il tempo si apprendono e si eseguono fluidamente, lasciando al corpo una migliore propriocezione, equilibrio e coordinazione. Si fanno nuove amicizie e spesso si divide il sacco con compagni o compagne di corso. Si sviluppa un senso del ritmo che torna utile anche sul lavoro e nel modo di gestire le relazioni e i dialoghi. Molto spesso le classi sono guidate da un trainer o una trainer che descrive il movimento e lo mostra nella tecnica, incentiva la grinta e spinge il gruppo a un lavoro ritmico e coordinato, con il grande sostegno della musica.

Benefici e controindicazioni

Si migliora la forma fisica e la condizione cardiocircolatoria. Si ottengono ottimi progressi a livello dell’elasticità e la tonicità muscolare. Il lato veramente positivo della Fitboxe sta nel poter scaricare lo stress in modo efficace, smaltire la rabbia e la frustrazione che possono essere date da condizioni relazionali, familiari o di lavoro. Si ottengono ottimi risultati anche rispetto al lavoro polmonare se si respira nel modo adeguato, avendo cura di espirare bene quando si consegna il colpo e di immettere bene aria senza andare in apnea anche mentre ci si muove saltellando o spostandosi velocemente verso e a distanza dal sacco. Il beneficio evidente sta nel bruciare i grassi e perdere massa grassa, andando a tonificare tutto il corpo. Si bruciano tantissime calorie con la Fitboxe e addirittura con soli 45 minuti di lezione si vanno a bruciare oltre 500 calorie.

Nella vita quotidiana si trovano moltissimi benefici che ricadono tutti nel fatto che il corpo sa muoversi meglio, si evitano tanti incidenti anche domestici, si ha meno distrazione e maggiore forza reattiva. Se cade qualcosa, lo cogliamo al volo, se qualcuno ci chiama siamo presenti e viviamo le tensioni come maggiore consapevolezza.

Non ci sono particolari controindicazioni e sicuramente progredendo nel movimento si ottengono risultati focalizzati ed efficaci. Si deve solo stare molto attenti/e alle articolazioni in quanto molti movimenti richiedono torsioni, allungamenti, spostamenti veloci che vanno a carico delle caviglie, delle ginocchia. Imparando a muovere bene le anche e spostare il peso si salvaguardano gli arti inferiori. La disciplina non va bene per coloro che hanno patologie gravi a carico della colonna vertebrale come scoliosi o altri dismorfismi che, con tante rotazioni, andrebbero a peggiorare, a meno che non vengano fatte le dovute variazioni e si completi il tutto con una scheda di allenamento globale e personalizzata. La disciplina non va seguita da donne in stato di gravidanza o che hanno appena partorito. Attenzione anche per chi soffre di patologie a carico dell’apparato cardiovascolare.

Allenamento tipo

Si inizia con un bel riscaldamento, cui dedicare almeno 10 minuti. Si possono alternare 30 secondi di Jumping Jack, 30 di corsa sul posto, 30 di knee up e 30 di squat, 30 di affondi alternati e 2 minuti di salto della corda. Questo schema va ripetuto per almeno 3 volte in modo da sentire che i muscoli del corpo sono caldi. Bene anche aggiungere delle flessioni ed estensioni del tronco insieme a esercizi specifici per allenare le spalle e scaldarle per bene. Ottima idea anche fare esercizi di preparazione per i polsi.

Inizia poi la vera e propria fase di cardio workout che dura almeno 30 minuti dove si allenano gambe e braccia con specifiche di pugni e calci, ginocchiate e gomitate. Si provano vari movimenti di attacco e difesa del corpo e tutto ritmato e coreografato nei tempi della musica prescelta. Nel crescendo musicale le tecniche diventano quasi parte di una coreografia. L’insegnante potrebbe decidere di inserire una fase di tonificazione. Si tratta di una scelta opzionale che dipende anche molto dal target di riferimento, anche se di solito almeno una volta la settimana vengono fatti esercizi per tonificare glutei, gambe e addominali prima di procedere verso la fase conclusiva della lezione.

In fase finale si dedicano almeno 10 minuti all’allungamento e allo stretching di tutti i distretti del corpo, spesso usando anche elastici e appoggi al muro. Il rilassamento va portato avanti con una respirazione lunga e profonda. L’apprendimento delle tecniche migliora lezione dopo lezione e la risposta dei muscoli risulta migliore di volta in volta e da corsi per i principianti si riesce a passare in tempi brevi anche a livelli superiori se si segue con passione e attenzione.

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fitboxe: cos’è, benefici e allenamento