Attività aerobica o anaerobica: differenze, benefici e sport

Meglio aerobica o anaerobica: scegli l'attività giusta per te valutando benefici e risultati

Sport

Fonte: iStock Photos

Sono meglio le attività aerobiche o quelle anaerobiche per perdere peso e stare in forma? La ginnastica aerobica è un’attività a bassa intensità e lunga durata che permette di migliorare le funzionalità cardiocircolatorie, respiratorie e metaboliche. Infatti, con un allenamento costante diminuisce gradualmente, la frequenza cardiaca e aumenta la capacità respiratoria (maggiore ossigenazione dei tessuti), in più, con la sua bassa intensità, fa bruciare i grassi di deposito e gli zuccheri presenti nel sangue e nei muscoli. Sono sport aerobici la camminata, la corsa, il ciclismo, il nuoto, lo sci di fondo, la cyclette e il tapis roulant, attività adatte a tutti, ovviamente sotto controllo medico e calibrando gli sforzi in base a età, peso e condizioni di salute.

Benefici dell’attività aerobica

Tra la grande varietà di plus c’è sicuramente l’aumento della resistenza e la moltiplicazione dei capillari sanguigni, che incrementa l’afflusso di sangue alle cellule accrescendo le dimensioni e il numero dei mitocondri, potenziando la capacità delle cellule di utilizzare l’ossigeno ed elevando la quantità che l’organismo può utilizzare in un certo periodo di tempo. Progressivamente, migliorano le condizioni cardiache e, sia durante lo sforzo sia durante la fase di riposo, la frequenza diminuisce, facendo diventare il cuore più forte e robusto e aumentando la quantità di sangue pompata a ogni battito. Questa attività, inoltre, è fondamentale per dimagrire e per combattere e prevenire la cellulite. Un programma regolare tonifica i muscoli, favorisce la riduzione della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca, aiuta a ridurre lo stress e a controllare ansia e depressione, fa dimagrire, migliora respirazione e resistenza.

Benefici dell’attività anaerobica

La ginnastica anaerobica è un’attività di potenza che prevede lo svolgimento di uno sforzo intenso in un breve lasso di tempo in cui si consuma più ossigeno di quanto se ne solleciti l’assunzione. Poiché pone l’organismo in debito di ossigeno, la sua durata non può essere molto prolungata e in più potrebbe causare la (sgradita) formazione di acido lattico, scoria naturale della contrazione muscolare.

Lo sport anaerobico più diffuso è sicuramente il sollevamento pesi; seguono la corsa veloce sui 100 metri, l’atletica pesante, cioè che prevede salti e lanci, la discesa sugli sci e il canottaggio. In forte ascesa anche lo squash. In generale, salvo eccezioni, si tratta di sport da praticare singolarmente.

Oggi questo tipo di ginnastica è praticata nella cultura fisica e nel body building. È caratterizzata da contrazioni repentine dei muscoli, che prima bruciano il glucosio e poi utilizzano i grassi; ma quando l’ossigeno non basta più, attingono alle riserve di zuccheri di fegato, reni e muscoli. I vantaggi sono l’aumento della massa muscolare, l’irrobustimento della muscolatura generale e dei tendini con il conseguente incremento della forza aiutano nella prevenzione degli infortuni. Dal punto di vista estetico, l’aumento della massa muscolare tonifica il corpo e ne scolpisce la forma. Dal punto di vista della salute, invece, il sollevamento pesi migliora il metabolismo, previene gli infortuni, rafforza le ossa alleviando il dolore dell’osteoartrosi e aumentando la densità minerale ossea della colonna vertebrale, riduce lo stress e il rischio di diabete, perché migliora il modo in cui lo zucchero viene metabolizzato.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Attività aerobica o anaerobica: differenze, benefici e sport