La corsa allunga la vita, anche con brevi distanze

Secondo un recente studio australiano, per diminuire il rischio di decesso basterebbe correre meno di un'ora a settimana

Buone notizie per chi, pur amando correre, non riesce sempre a percorrere lunghe distanze. Un recente studio scientifico condotto da un team attivo presso la Victoria University di Melbourne ha infatti dimostrato che basta correre poco per apprezzare notevoli benefici, riguardanti in particolare la riduzione del rischio di morte.

La ricerca in questione, i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine della rivista scientifica British Journal of Sports Medicine, ha coinvolto un ampio numero di persone. Per la precisione, si parla di un campione di 232.149 soggetti.

Le loro condizioni sono state monitorate per un lasso di tempo compreso tra i 5 e i 35 anni. Cosa hanno evidenziato gli esperti? Prima di tutto, che l’11% degli individui annoverati nel campione hanno perso la vita prima della fine del periodo di osservazione. Gli studiosi della Victoria University hanno scoperto che correre anche meno di un’ora a settimana consente di ridurre il rischio generale di morte del 27%.

Nel caso della corsa frequente, è stato possibile notare un’associazione con un abbassamento del 30% del rischio di decesso per eventi cardiovascolari. Per quanto riguarda invece il rischio di decesso per tumori, l’abitudine a correre lo riduce del 23% circa.

I risultati raggiunti con questa corposa maxi-revisione sono stati commentati dal Dottor Željko Pedišić, autore senior dello studio. L’esperto ha sottolineato che gli esiti sopra citati possono motivare ulteriormente le persone sedentarie che vogliono iniziare a correre. Ha altresì specificato che, sempre grazie a questi risultati, chi già si dedica al running può vivere la propria passione sportiva con maggior slancio.

Come già ricordato, per apprezzare i benefici sopra rammentati non c’è bisogno di correre tutti i giorni. Gli studiosi hanno infatti portato alla luce il fatto che gli effetti relativi al minor rischio di morte riguardano pure chi corre meno di un’ora alla settimana. Non sono state invece riscontrate correlazioni tra benefici per la salute e aumento del tempo dedicato allo jogging.

Gli specialisti che hanno condotto lo studio si sono soffermati pure sulle ripercussioni positive relative alla salute pubblica. In Australia, il numero di persone che si dedicano alla corsa amatoriale è infatti molto alto (si parla di quasi 1,5 milioni di individui).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La corsa allunga la vita, anche con brevi distanze