Aceto di mele, regola il livello degli zuccheri nel sangue

Dati scientifici alla mano, l'aceto di mele è in grado di favorire il miglioramento della risposta insulinica e di regolarizzare i livelli della glicemia

Molto utilizzato in cucina, l’aceto di mele è caratterizzato da diversi benefici. Tra questi è possibile citare la capacità di tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue. Adatto all’alimentazione dei soggetti con diagnosi di diabete di tipo 2, può comportare dei vantaggi notevoli anche a chi non ha a che fare con questa patologia.

Non dimentichiamo infatti che, i livelli elevati di zucchero nel sangue sono associati a problematiche come l’invecchiamento precoce e l’insorgenza di diverse patologie croniche. Ovviamente la ricerca scientifica si è soffermata molto sugli effetti dell’aceto di mele sulla regolazione dei livelli di zucchero nel sangue.

Tra i tanti studi degni di nota al proposito è possibile citare un lavoro scientifico del 2004, portato avanti da un’equipe attiva presso l’Arizona State University. I ricercatori dell’ateneo statunitense hanno reclutato 8 soggetti non diabetici sensibili all’insulina e altri 11 resistenti. Per effettuare questo studio, sono stati presi in considerazione anche i dati di 10 soggetti con diagnosi di diabete di tipo 2.

Gli individui in questione sono stati assegnati in maniera casuale a diversi gruppi. A un follow up di una settimana, i soggetti invitati a consumare aceto di mele palesavano, a seguito del consumo di un pasto ricco di carboidrati, una significativa riduzione della resistenza insulinica e della glicemia.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare degli studi che hanno approfondito gli effetti dell’aceto di mele sulla glicemia e sulla resistenza all’insulina. Tra gli altri esempi che si possono citare ricordiamo un piccolo studio condotto da un team scientifico del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Alimentari dell’Università degli Studi di Milano.

L’equipe ha monitorato i dati di 5 soggetti sani. Invitati a consumare una porzione di 50 grammi di pane bianco e una dose limitata di aceto di mele, hanno mostrato una risposta significativa per quanto riguarda la risposta glicemica.

Ricordiamo che l’assunzione di aceto di mele, che deve i suoi importanti effetti benefici alla presenza della pectina, dovrebbe essere evitata in caso di assunzione di farmaci antipertensivi (questo condimento provoca infatti un abbassamento della pressione e il rischio è quello di andare incontro a effetti additivi). Per togliersi qualsiasi dubbio in merito, la cosa giusta da fare è chiedere consiglio al proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aceto di mele, regola il livello degli zuccheri nel sangue