Raffaella Carrà, curiosità

Raffaella Carrà

Raffaella Carrà era una showgirl, cantante, ballerina, attrice e conduttrice italiana, amatissima e iconica: non a caso è stata definita la Regina della Televisione. La sua fama si è diffusa, per altro, anche all’estero, dove era seguitissima da milioni di persone. D’altronde, Raffaella ha dedicato tutta la vita alle sue passioni, con uno slancio e un trasporto che hanno fatto la differenza. Ha iniziato a danzare e recitare quando aveva solo 5 anni e a 8 anni comincia a frequentare gli studi cinematografici romani, esordendo al cinema e prendendo parte a pellicole come I compagni di Mario Monicelli e Il colonnello Von Ryan a Hollywood, al fianco di Frank Sinatra. Contestualmente, Raffaella studia danza inizialmente all’Accademia Nazionale, sotto la guida della ballerina Jia Ruskaja. L’artista russa la segue fino all’età di 14 anni, ma non le da la fiducia necessaria, anzi, la scoraggia, tant’è che Raffaella abbandona la scuola. Ciò, però, non la ferma: dopo il diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia, la Carrà sostiene provini su provini e ottiene piccole parti. La svolta definitiva avviene con l’approdo in televisione: qui Raffaella capisce di potersi esprimere e poter essere ciò che desidera davvero. Partecipa a Canzonissima con Corrado e viene, allo stesso tempo, amata e odiata dal pubblico per via di quello che allora era uno “scandalo”: il suo ombelico scoperto. Simbolo di sensualità e libertà, Raffaella si afferma e comincia anche a produrre tormentoni che fanno la storia come Chissà se va e Tuca tuca, il cui balletto scatena ulteriori chiacchiere in quanto troppo audace. Lungi dall’inficiare il suo successo, la sensualità di Raffaella si coniuga presto alla sua risata prorompente e al suo talento, al punto da farle prendere parte a diversi programmi tv: affianca Mina in Milleluci e diventa poi protagonista assoluta di show come Ma che sera, Fantastico 3 e Pronto, Raffaella?, che segna il suo incontro con Gianni Boncompagni, il quale si rende conto della poliedricità e della versatilità di Raffaella. Dagli anni Ottanta agli anni Novanta, Raffaella diventa una vera e propria trottola: si divide tra musica e televisione, continuando a catalizzare l’attenzione del pubblico e conquistandosi gli affetti di età trasversali. La sua trasmissione di maggior successo è senz’altro Càrramba! Che sorpresa, in onda dal 1995 al 2002 e poi nel 2008, con la quale Raffaella, durante il sabato sera, riunisce famiglie e persone lontane da tempo, in un tripudio emozionale, senza però disdegnare momenti di danza, spettacolo e persino cabaret. Contemporaneamente, firma canzoni che tutta Europa canta e balla Rumore, A far l’amore comincia tu, Tanti auguri. Il suo successo non si arresta con l’incedere del tempo, anzi: si spinge sempre oltre. La sua figura diventa icona di battaglie per la libertà sessuale, per l’affermazione del woman empowerment e non solo: la comunità LGBTQ+ la rende una figura simbolo e lei si dichiara orgogliosa di esserne icona. Nel 2013, nel 2014 e nel 2016 è giudice di The Voice of Italy, nel 2019 torna in tv come conduttrice di A raccontare comincia tu, in cui intervista volti noti dello spettacolo. Subito dopo, scompare dagli schermi: purtroppo si ammala, ma non vuole renderlo pubblico. Scompare il 5 luglio 2021, all’età di 78 anni, dopo aver combattuto strenuamente. A darne l’annuncio è l’amico ed ex compagno Sergio Japino. Il 7 luglio si è tenuto il corteo funebre, cui hanno partecipato tantissimi volti noti. I funerali, invece, si è svolto il 9 luglio a Roma nella basilica di Santa Maria in Aracoeli, ed è stato trasmesso in diretta su Rai1.

Nome completo: Raffaella Maria Roberta Pelloni
Nascita: 18 giugno 1943 - Bologna, Italia; Morte: 05 luglio 2021 - Roma, Italia
Segno zodiacale: Gemelli
Altezza: 1,68 m
Partner: Sergio Japino (1980 - 1997), Gianni Boncompagni (1969 - 1980), Gino Stacchini (anni Sessanta)
Genitori: Iris Dellutri
Pagina Facebook

Le ultime notizie su Raffaella Carrà

FAQ e Curiosità su Raffaella Carrà

Raffaella Carrà è sposata?

Nonostante le sue lunghe e importanti relazioni, su tutte quella con Sergio Japino, Raffaella Carrà non si è mai sposata.

Raffaella Carrà ha figli?

Raffaella Carrà non ha mai avuto figli. Spesso ha raccontato di non averli desiderati per buona parte della sua vita e poi di aver provato a diventare mamma intorno ai quarant’anni, ma senza riuscirci. «Se un figlio mio non è venuto non è colpa mia. La dimensione genitoriale si può vivere in tanti modi. Ho due ragazzi quarantenni, figli di mio fratello che purtroppo non c'è più: mi danno un gran bel da fare e sono felice», ha dichiarato.

Esiste un film su Raffaella Carrà?

Nel 2020 è nato il film Ballo ballo, un film commedia musicale italo-spagnolo basato sulle canzoni della Carrà e liberamente ispirato alla sua vita.

Chi era il padre di Raffaella Carrà?

Di suo padre, Raffaella Carrà non ha mai parlato volentieri. I suoi genitori si separarono poco dopo la sua nascita, e il papà fu completamente assente nella sua vita. «Mi hanno cresciuta due donne. Mia mamma Angela Iris fu una delle prime a separarsi nel Dopoguerra, non si risposò più. Nonna Andreina era rimasta vedova di un poliziotto di Caltanissetta. Mi vergognavo di non avere una figura maschile. Mio padre è stato un uomo buono e intelligente, ma inaffidabile: non aveva alcun senso della famiglia», ha raccontato.

Perché Raffaella Carrà cambiò il suo cognome?

All’anagrafe, il suo cognome è Pelloni. A suggerirle di cambiare nome in Raffaella Carrà fu negli anni Sessanta il regista Dante Guardamagna, che prese spunto dal mondo dell’arte: mantenendo Raffaella (come Raffaello Sanzio) vi associò il cognome del pittore Carlo Carrà.

Raffaella Carrà ha coniato un termine?

Raffaella Carrà ha creato un termine entrato a far parte del dizionario italiano: carrambata. La parola viene dal programma Carràmba che sorpresa.

Tiziano Ferro ha dedicato un brano a Raffaella Carrà?

Tiziano Ferro ha dedicato a Raffaella Carrà il brano E Raffaella è mia. La conduttrice e ballerina compare nel suo videoclip.

Raffaella Carrà è un'icona gay?

Raffaella Carrà è decisamente un'icona gay. Ha anche ricevuto il premio di "Icona Gay Mondiale" al World Pride di Madrid nel 2017.

Quando è morta Raffaella Carrà?

Raffaella Carrà è morta il 5 luglio 2021. A dare l'annuncio della sua dipartita è stato l'ex compagno Sergio Japino, che ha detto: «È andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre». Japino ha anche rivelato che la Carrà lottava da tempo con una malattia che ha volutamente tenuto nascosta.