Raffaella Carrà sulle monete di 2 euro: è realtà

Sono passati mesi dalla sua scomparsa eppure quella sensazione di averla ancora qui è reale. Perché Raffaella Carrà continua a vivere nei ricordi di tutti. Ed è a lei che saranno dedicate le monete di 2 euro nel 2023

Sono passati mesi dalla sua scomparsa, da quel 5 luglio del 2021 in cui l’Italia si è svegliata sconvolta, triste e addolorata dall’annuncio della morte di Raffaella Carrà.

Raffaella la showgirl, la cantante e la ballerina. Raffaella l’attrice, la conduttrice e l’autrice televisiva e radiofonica. Raffaella l’attivista, l’icona, il simbolo della televisione italiana e di quella internazionale. L’amica di tutti, anche di chi l’aveva conosciuta solo attraverso il piccolo schermo.

Sono passati mesi dalla sua scomparsa e lei ci manca tantissimo. Eppure quella sensazione di averla ancora qui, nelle nostre vite, è reale. Perché non c’è programma televisivo che non la celebri, non c’è radio che non passi uno dei suoi intramontabili successi, non c’è spettacolo che a lei non sia omaggiato, ispirato. Perché Raffaella Carrà vive e rivive nei ricordi di tutti, nella storia che lei stessa ha contribuito a scrivere. E adesso lo farà anche sulle monete di 2 euro.

Raffaella Carrà sulle monete di 2 euro

Un omaggio e una celebrazione, gli ennesimi, a una grande artista che se n’è andata, ma che in realtà non lo ha fatto mai. La notizia è stata comunicata da Fabio Canino durante il Festival della Tv di Dogliani: “Nel 2023 l’Italia dedicherà la moneta da 2 euro a Raffaella Carrà, personalità rilevante dentro e fuori l’Europa. La più grande e poliedrica artista italiana”.

Così accadrà davvero, il volto di Raffaella Carrà apparirà sulle monete di 2 euro nel 2023. E ce la immaginiamo già quella sensazione nostalgica e commossa tutte le volte che apriremo il portafoglio, tutte le volte che ci troveremo a maneggiare quei 2 euro, quelli sui quali sarà impresso il volto di una delle più iconiche personalità del mondo dello spettacolo, magari canticchiando nella mente il Tuca Tuca oppure Come è bello far l’amore da Trieste in giù.

Quello dedicato a lei è sicuramente uno degli omaggi più sentiti e significativi dedicati a un’artista fino a questo momento. Non si tratterà di un pezzo da collezione, ma di una moneta commemorativa con tiratura limitata che sarà diffusa nel 2023.

Ricordando Raffaella

Nata a Bologna nel 1943, l’icona della libertà che ha rivoluzionato la televisione, ha esordito sullo schermo a soli 8 anni con la pellicola Tormento dal Passato. Ma è negli anni ’60 che è iniziata la sua carriera vera e propria, quella fatta di televisione, teatro e radio, danza e canto, quella che l’ha consacrata a “Regina delle televisione”, un appellativo, questo, che in realtà non le è mai piaciuto.

Ci è voluto poco, anzi pochissimo, affinché si insinuasse nelle nostre vite e vi restasse. Lo ha fatto con la forza di un uragano e con l’energia del sole, bello e sorridente come lo era lei. Ecco perché quel 5 luglio del 2021 nessuno potrà dimenticarlo, ecco perché quando quel tumore al polmone l’ha strappata alla vita, è come se si fosse portato via qualcosa di anche nostro.

Raffaella Carrà non c’è più, eppure a modo suo è riuscita a ingannare la stessa morte continuando a vivere nei ricordi di tutti, nella storia e nelle ispirazioni, in quella piazza a Madrid che porta già il suo nome, in quella fiction che in suo onore vuole essere realizzata. E ora lo farà anche sulle monete di 2 euro.