Dormire nudi: perché fa bene alla relazione di coppia

A cosa serve dormire nudi e per quale ragione fa molto bene alla psiche e allo spirito, oltre che alla relazione di coppia

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista Laurea in Filosofia e Master in Giornalismo Internazionale LUISS. Trainer certificata CONI e FIF (Mat base e avanzato). Studia Anatomy in Motion (Gary Ward) e Qi gong.

Perché dormire nudi

Il momento in cui ci si corica ha qualcosa di speciale, unico e ogni sera irripetibile. Va vissuto come un momento pieno di quiete, predisposizione alla pace e naturalezza. Se si decide di dormire nudi – sia in coppia che da single – si hanno diversi benefici. In questa prima parte dell’articolo andiamo a scoprire quali sono i benefici che si vivono prima di tutto a livello individuale:

Maggiore sicurezza

Vi svegliate nudi/e e andate allo specchio, sentite che avete passato un’intera nottata con voi stessi/e e con l’arricchimento sensoriale che ne deriva. Se le condizioni abitative lo consentono, potete continuare a girellare per casa restando nudi/e e sentendovi a vostro agio. Questo vi permette di sentire un senso di profonda dominanza positiva verso il proprio corpo fisico, lo spazio intorno.

Contatto col mondo interiore

Stando nella propria nudità si vive bene anche il mondo emotivo interno. Si tratta quasi di un’equazione naturale: se stiamo a nostro agio con il nostro corpo, senza difese, senza resistenze alte, ecco che anche il mondo interiore si apre alla nostra coscienza. Stando nel proprio letto, magari dopo una tisana, con una candela accesa, un buon libro, piano piano ci si cala nella dimensione intima di se stessi/e. Passiamo molto molto tempo con i vestiti addosso e dormire nudi permette di bilanciare le sensazioni reali.

Difese immunitarie forti

Dormire nudi/e ci mette in contatto con la nostra profonda termoregolazione, quella sana, vera, autentica. Ci rinforza internamente e aumenta le difese immunitarie. Il corpo affronta la notte senza indumenti e rimane solo a contatto con qualcosa che lo copra in modo adeguato rispetto alla stagione che si sta affrontando. Dormendo nudi/e si raggiunge quella temperatura interna giusta che abbassa i livelli di cortisolo, anche definito ormone dello stress. Quando il cortisolo non raggiunge picchi alti vengono meno anche la fame nervosa e i disturbi del sonno, si promuove la lipogenesi (si brucia un numero maggiore di grassi) e le ossa guadagnano in termini di forza e densità.

Meno imbarazzo

Sembra molto banale, ma quando dormiamo da soli/e nudi/e, raggiungiamo un livello di approccio familiare con il nostro corpo che ci ritroviamo direttamente quando facciamo l’amore con altre persone. In altre parole, aumenta la spinta vitale e diminuisce il disagio a stare nudi/e. Se si abbassa il livello di disagio generale quando si condivide la sfera intima con una persona, ecco che ci apriamo alla voglia di conoscere quella stessa persona in modo approfondito, delicato e vero. Non ci sono i filtri dell’imbarazzo verso noi stessi/e e quindi ci apriamo al mondo di emozioni, pelle e spirito che abita la persona che abbiamo di fronte.

Benefici per la coppia

L’ormone protagonista quando le coppie dormono insieme nude viene rilasciato dal cervello e si tratta dell’ossitocina. Anche chiamato “l’ormone dell’amore”, l’ossitocina produce uno stato di benessere psicofisico totale e va a rafforzare la fiducia in se stessi/e e nell’altro/a. Dormendo nudi si alza anche il desiderio al risveglio o al momento di andare a coricarsi. Dormire nudi stimola la coccola e la pelle diventa come un ponte stabile tra voi e l’altro/a. Dormire svestiti permette di raggiungere prima la condizione climatica ottimale per indurre il sonno e permette di addormentarsi più velocemente; una coppia che riposa corrisponde a una coppia che litiga di meno, che vive di meno nello stress continuo e che sa staccare completamente per vivere bene il momento del riposo.

Dormendo insieme nudi si dimagrisce, si aiuta la lucentezza di pelle e capelli e si mantiene un contatto profondo a livello emotivo. La coppia diventa stabile, si riconosce prima e si familiarizza con l’odore e ci fa accettare meglio anche i nostri propri difetti e quelli dell’altro. Inoltre, se si vuole giocare con l’eros, la scelta di dormire nudi/e potrebbe essere quella frequente, ogni tanto intercalata da momenti in cui si sceglie un intimo speciale, raffinato, elegante, per sorprendere e conquistare ulteriormente. Aumenta la fiducia, il desiderio sessuale e l’intesa globale. Inoltre, predispone ai massaggi: molte coppie scelgono di dormire nude per avviare spesso e volentieri delle sessioni reciproche di massaggi con oli di vario tipo, inclusi quelli essenziali, magari uniti a un olio vettore come quello di mandorle o cocco.

Dormendo insieme si bruciano molte calorie e quindi si dimagrisce, dando molti benefici anche al metabolismo generale. Migliora l’umore generale, la confidenza, la voglia di giocare ed aprirsi. Stando nel letto nudi ci si apre anche alla parola, alla condivisione, ci si spoglia in tutti i sensi anche di molte corazze o barriere. Le coppie che dormono nude di solito si sbizzarriscono nella scelta delle lenzuola, inclusi i colori delle stesse, dei profumi, del sapone per il bucato. Dormendo senza pigiama o altri indumenti si riducono anche i rischi di infezioni o irritazioni di varia natura; diminuisce anche la possibile proliferazione di batteri e funghi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dormire nudi: perché fa bene alla relazione di coppia