Come curare il proprio corpo per vivere bene l’intimità

Vediamo come curare al meglio il proprio corpo per vivere bene e con sicurezza la sfera intima

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

5 consigli per prendersi cura del proprio corpo

Esistono consigli efficaci per imparare a prendersi cura del proprio corpo? Noi ve ne suggeriamo 5 che sono davvero un’ottima base di partenza:

Cura, sonno e cosmesi

Prendersi cura del proprio ritmo sonno-veglia diventa importantissimo per mantenere alto il livello di energia. Se non si dorme si alterano molte funzioni vitali e conviene avere cura dei pensieri e delle esposizioni a tv o cellulari che ci imponiamo prima di dormire, danneggiando il nostro sistema nervoso e i nostri occhi. Al risveglio, dobbiamo prenderci cura della nostra pelle, guardarci allo specchio, prenderci cura degli occhi, di tutto il viso. Se anche la qualità del sonno fosse scarsa, solamente ristabilendo l’ordine e la cura nelle nostre singole azioni, momento per momento.

Il tocco e lo specchio

Toccare la propria pelle crea un ottimo contatto intimo con il proprio corpo. Ci confiniamo, ci conosciamo. Va fatto con molta fiducia e purezza, come se lo si toccasse per la prima volta. Anche lo specchio rappresenta un ottimo alleato. Parlate a voi stessi/e, tirate fuori il coraggio per spiegare ai vostri stessi occhi cosa sentite, cosa volete, cosa amate. Cercate di nutrirvi con frasi e affermazioni positive, definite i vostri desideri e i vostri progetti, raccontateveli allo specchio. L’effetto sull’autostima risulta immediato, tanto quanto la fiducia in se stessi/e e nella vita.

Pulizia dei pensieri

Fate caso a quel che vi dite e vi raccontate sul vostro corpo e sulla vostra vita. Se state eccedendo con gli zuccheri o avete abitudini che giudicate pessime, non lamentatevi e rimboccatevi le maniche, cambiatele partendo dal presente. Fare qualcosa che vi crea disistima e perpetuare l’azione non fa bene al vostro cervello e di conseguenza al corpo. Vi consigliamo tutti i libri del chiropratico Joe Dispenza, che vi aiutano a rimodellare i patterns, le vie che il vostro pensiero tende a prendere spesso. Abbattete gli schemi che vi creano disistima prima di tutto individuandoli. Stanate le critiche pesanti che rivolgete al vostro corpo e iniziate a pensare in modo proattivo e fiducioso.

Camminare e respirare

Mentre i piedi vanno – magari nella natura – i pensieri si rimodellano e si puliscono. Osservate bene anche la vostra respirazione e soprattutto la fase di espirazione, concentratevi sul lasciar andare. Camminare meditando, respirare andando piano vi consente di creare un contatto profondo con il vostro corpo, sentendo bene la rollata del piede e il movimento delle ginocchia e delle anche. Tenete il collo lungo e libero mentre procedete. Camminando si riduce il rischio di diabete, si fa lavorare bene il cuore e si tonificano i muscoli, bruciando progressivamente anche calorie. Potete piano piano aumentare il ritmo e trovare un’armonia graduale nel movimento. Bastano anche solo 30 minuti al giorno per sentire i benefici della camminata su tutto il corpo e sulla psiche.

Il potere della danza

Anche se non avete mai seguito corsi specifici o non vi siete mai considerati/e bravi/e ballerini/e, cercate di danzare senza uno schema, per il puro gusto del movimento. Danzare libera molta energia imprigionata nel corpo e, dopo una bella sudata con il ritmo giusto, potete fare una doccia che vi mette in contatto con i vostri tessuti e con i sensi. Ballate solo per il gusto di muovervi, senza una coreografia, come il vostro corpo vuole e desidera. Potete anche chiedere al vostro partner di unirvi. Mentre danzate voi bruciate calorie, rafforzate i muscoli, gestite la massa in modo consapevole. Aumentano sia la resistenza che la respirazione, insieme all’autostima. Migliora anche la salute emotiva generale e si scarica tantissimo stress.

L’intimità con il nostro corpo e con il partner

Il modo in cui viviamo il nostro corpo influenza direttamente l’atteggiamento con cui ci doniamo al partner e decidiamo di aprirci al piacere in tutte le sue forme. Per fare in modo che il godimento fluisca armoniosamente dobbiamo poter accettare il nostro corpo e avere confidenza con lo stesso. Allo stesso modo, dobbiamo evitare giudizi e critiche troppo polemiche oppure osservazioni pesanti sul corpo della persona con cui stiamo. A volte se ci giudichiamo entriamo in un vortice di pensieri negativi in cui diventa facile coinvolgere anche l’altra persona. Non dimenticate mai che l’eccitamento e il cervello sono grandi alleati e il primo passa sempre per il secondo.

Partite con piccoli progetti di cambiamento magari da portare avanti anche insieme. Un digiuno intermittente, una dieta adatta e ben programmata o passeggiate ed esercizi mirati da fare insieme. Queste abitudini nuove tendono ad alzare subito il livello di intimità specie se prese come sfide giocose che spingono a divertirsi anche sotto le lenzuola. La regola: se vi piace il vostro corpo, vi piace anche mostrarlo al partner, a patto che vi ricordiate che l’intesa nella sfera intima si gioca anche su moltissimi altri fattori oltre a quello estetico. Curate gli odori, i profumi, le unghie, la pelle, i capelli, il viso. Prendetevi cura, abbiate a cuore tutto il vostro “tempio sacro”.

Elisa Cappelli Pilates Trainer, Insegnante Tai Chi e Yoga Taoista, Movimentoterapista

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come curare il proprio corpo per vivere bene l’intimità