Rosa canina: il potere della natura per la cura della pelle

Un rimedio naturale per combattere l'invecchiamento cutaneo e mantenere la pelle elastica e idratata

Foto di Ivana Barberini

Ivana Barberini

Giornalista specializzata in Salute e Benessere

Giornalista ed economa dietista, scrive articoli su salute, alimentazione e benessere ed è specializzata nell’editing di volumi e pubblicazioni medico-scientifiche.

L’olio di rosa canina è un rimedio tutto naturale e vegetale estratto dai semi della rosa selvatica, un arbusto perenne e spinoso appartenente alla famiglia delle Rosaceae.

È un prodotto molto pregiato, dalle straordinarie proprietà per la cura e la bellezza della pelle. Si può utilizzare puro o come ingrediente per realizzare creme e lozioni adatte alla cura dell’acne, delle smagliature e delle cicatrici.

Inoltre, nutre in profondità i capelli, contrastando efficacemente la formazione di forfora e doppie punte.

Regala risultati visibili fin dalle prime applicazioni e si compra nelle erboristerie o nei negozi on line al costo di circa 30 euro per 100 ml.

Rosa canina: la pianta dai tanti usi

La rosa canina è una pianta utilizzata sin dall’antichità a scopi fitoterapici. Il nome deriva, infatti, dall’uso che se ne faceva nella medicina tradizionale e popolare come trattamento contro la rabbia. Il suo appellativo botanico “canina” sembra si deva a Plinio il vecchio, che racconta di un soldato romano morso da un cane e guarito dalla rabbi grazie all’assunzione di un decotto di radici di rosa.

Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, cresce spontaneamente nei terreni boschivi e incolti ad alta quota.

È nota per le sue numerose proprietà curative, soprattutto grazie all’elevata concentrazione di vitamina C nei suoi cinorrodi. Si tratta dei falsi frutti della rosa, inclusa la rosa canina, che si formano dalla base del fiore dopo che i petali sono caduti. Sono comunemente di colore rosso o arancione, ma cambiano a seconda della specie di rosa. Ricchi di vitamine, sali minerali e altri composti benefici, sono utilizzati nei rimedi erboristici per le loro proprietà salutari.

Contengono, infatti, composti bioattivi e antiossidanti come antociani, carotenoidi, flavonoidi e polifenoli. Tutti componenti che conferiscono alla rosa canina numerose proprietà terapeutiche, rendendola un prezioso alleato per il benessere.

Può essere somministrata sotto forma di tisane, infusi, tintura madre e macerati di petali.

Ma ci sono anche gli integratori a base di rosa canina, che possono essere preziosi alleati per contrastare l’invecchiamento cutaneo e migliorare l’assorbimento del ferro dai vegetali.

C’è poi l’olio di rosa canina per uso topico, noto per le sue proprietà emollienti, lenitive e rigeneranti ed efficace nel trattamento di diverse condizioni della pelle come rughe, acne, cicatrici, bruciature e macchie scure sulla pelle.

In ambito culinario, la marmellata di bacche di rosa canina, dal sapore acidulo ma gradevole, è apprezzata dagli chef che la utilizzano come ingrediente in raffinate ricette gastronomiche.

La pianta della rosa canina è spesso celebrata nella mitologia greca. Secondo la leggenda, Bacco, innamorato di una ninfa, la rincorse mentre lei fuggiva dal suo abbraccio. La ninfa inciampò su un cespuglio e, cadendo sull’arbusto, fu afferrata dalla divinità che, in segno di gratitudine, fece germogliare sul cespuglio splendidi fiorellini rosa, simili alle guance della fanciulla.

Cos’è l’olio di rosa canina

L’olio di rosa canina, l’olio di rosa selvatica o l’olio di rosa mosqueta sono, in realtà, lo stesso prodotto, cambia la varietà di rosa, ma le caratteristiche sono molto simili.

Si tratta di un olio limpido, che va dal giallo chiaro a tonalità più aranciate, che si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi di varie rose selvatiche, come la rosa canina, e ha una lunga tradizione farmaceutica, terapeutica e cosmetica.

È ricco di acidi grassi essenziali come l’acido linoleico e l’acido oleico, oltre a contenere acido stearico, ed è proprio a questa ricchezza che si devono le tante proprietà benefiche.

Tra queste:

  • Rinvigorisce il tessuto connettivo e attiva il metabolismo della pelle.
  • Rafforza e idrata la cute uniformemente.
  • Aumenta l’elasticità della pelle e ne favorisce il processo di rinnovamento.
  • Aiuta la guarigione delle ferite e delle cicatrici con un buon effetto rigenerativo anche del colore naturale.
  • Contrasta arrossamenti, eczemi e psoriasi.

A cosa serve l’olio di rosa canina?

I benefici associati a questo prodotto sono davvero tanti e riguardano soprattutto la salute della pelle. Ecco i principali.

Anti acne

È un valido rimedio naturale contro l’acne. Le molecole bioattive presenti nell’olio favoriscono la produzione di nuove cellule, riducendo il rischio di ostruzione dei pori. Inoltre, l’acido linolenico aiuta a prevenire anche i brufoli, donando alla pelle un aspetto luminoso e limitando infiammazioni e punti neri.

Lenitivo

Grazie alle sue proprietà antibatteriche e idratanti, l’olio di rosa canina è efficace nel trattamento dell’eczema, alleviando prurito e arrossamenti. Rafforza la barriera cutanea, migliorando la salute complessiva della pelle.

Previene le smagliature

Le creme a base di olio di rosa canina, ricche di vitamina E, sono utili nella prevenzione delle smagliature, soprattutto durante la gravidanza. L’acido linolenico attenua questo inestetismo, rendendo la pelle più compatta e tonica.

Efficace nell’osteoartrite

Contiene polifenoli e antociani, che esercitano un’azione antinfiammatoria e analgesica. Ciò lo rende un rimedio utile per chi soffre di osteoartrite e non può assumere farmaci antinfiammatori.

Riduce le infiammazioni della pelle

Sempre per opera dei polifenoli, antociani e vitamina E, l’olio ha proprietà antinfiammatorie che lo rendono adatto per trattare acne, psoriasi, eczema e dermatiti. Inoltre, previene le infezioni su ferite e le aree irritate.

Contrasta l’iperpigmentazione

L’elevata concentrazione di vitamina A nell’olio riduce l’iperpigmentazione e i segni dell’invecchiamento. Licopene e beta carotene possiedono proprietà schiarenti e rendono quest’olio un ingrediente chiave nei prodotti cosmetici ad azione schiarente.

Allevia le cicatrici

L’olio di rosa canina è ricco di acidi grassi essenziali e antiossidanti, che rigenerano tessuti e cellule. È efficace per migliorare l’aspetto di cicatrici post-chirurgiche e linee sottili d’espressione.

Azione antiage

Sempre grazie agli antiossidanti e alle vitamine, l’olio previene la formazione di rughe, macchie senili e imperfezioni da invecchiamento precoce, migliorando l’elasticità della pelle.

Alleato per la bellezza dei capelli

Quest’olio nutre in profondità i capelli, prevenendo forfora, desquamazione e prurito del cuoio capelluto. Riduce la caduta dei capelli, previene le doppie punte e conferisce morbidezza alla chioma.

Protegge dai danni solari

La presenza di antiossidanti e delle vitamine rende l’estratto oleoso in grado di contrastare con successo i danni provocati dall’eccessiva esposizione al sole. Può ridurre gli effetti negativi sulla pelle dell’esposizione ai raggi UV, ma non dev’essere utilizzato in sostituzione della crema solare.

L’olio di rosa canina: elisir di bellezza

È la presenza degli acidi grassi polinsaturi e conferire all’olio le sue proprietà rigeneranti. Promuovono la rigenerazione delle cellule e migliorano l’elasticità e la flessibilità delle membrane cellulari, contrastando efficacemente i segni dell’invecchiamento cutaneo.

L’acido linoleico, in particolare, è un acido grasso polinsaturo essenziale che il nostro organismo non può sintetizzare da solo.

Nella pelle, è un componente fondamentale delle ceramidi, importanti per la ricostituzione dei lipidi epidermici e per mantenere la coesione delle cellule cutanee. Inoltre, contribuisce a limitare la perdita di acqua, mantenendo così la pelle idratata.

Nello specifico, le ceramidi sono un gruppo di lipidi essenziali che si trovano naturalmente nelle cellule della pelle. Costituiscono circa il 50% della composizione del nostro strato corneo (la barriera cutanea esterna) e svolgono un ruolo essenziale nel mantenere la pelle sana e idratata.

Oltre agli acidi grassi, l’olio di rosa canina è una fonte naturale di vitamine e composti benefici come lo squalene, uno dei principali componenti dell’epidermide, con proprietà emollienti e antiossidanti e il retinolo, una forma attiva della vitamina A, utilizzata in dermatologia per le sue qualità rassodanti e per stimolare la riparazione cellulare.

Come si usa l’olio di rosa canina?

Contro la secchezza della pelle, dopo la doccia, è consigliabile massaggiare alcune gocce di olio puro su tutto il corpo, concentrandosi su gomiti, talloni e ginocchia. Un’alternativa è aggiungere l’olio alla crema per il corpo per potenziare l’azione nutriente del prodotto cosmetico.

Per una lozione antiage, invece, si possono incorporare 3 gocce di olio essenziale di geranio in 10 ml di olio di rosa canina, da massaggiare su viso e collo al risveglio e prima di coricarsi.

Come maschera viso per la pelle secca, conferisce luminosità ed elasticità alla pelle opaca. Basta aggiungere 5 gocce di olio essenziale di arancio dolce a 30 ml di olio di rosa per ottenere un trattamento quotidiano per idratare profondamente la pelle, donandole un aspetto radioso.

L’olio di rosa è utile anche contro le smagliature: occorre soltanto eseguire un massaggio con poche gocce sulle aree interessate.

Per ridurre le cicatrici, l’olio puro va massaggiato delicatamente fino a completo assorbimento, due volte al giorno per un paio di mesi. Per le cicatrici chirurgiche, invece, va applicato dopo la rimozione dei punti di sutura, lavando la ferita e massaggiando l’olio sulla pelle asciutta.

Infine, per schiarire le macchie scure della pelle e le scottature, si applica puro o con l’aggiunta di 5 gocce di estratto di lavanda, mentre come impacco per i capelli, bastano poche gocce massaggiate sulla chioma, soprattutto sulle punte, e risciacquo con shampoo.

Controindicazioni

L’olio di rosa canina non è privo di controindicazioni. L’uso topico, infatti, potrebbe causare fenomeni di sensibilizzazione, con irritazioni della pelle, soprattutto se si fa un uso eccessivo del prodotto.

Una volta aperto, il flacone di olio va conservato in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore e di luce, per preservare intatte le proprietà ed evitare l’irrancidimento del prodotto. È ideale conservarlo in frigorifero e utilizzarlo entro 6 mesi dall’apertura.

Fonti bibliografiche