I carboidrati a basso indice glicemico per dimagrire

Mangiare i carboidrati e dimagrire è possibile, basta scegliere quelli con un basso indice glicemico

L’indice glicemico è un valore fondamentale per tornare in forma, soprattutto quando parliamo di carboidrati

Questo parametro infatti indica la velocità con cui gli zuccheri arrivano nel sangue. Più l’indice glicemico e alto più gli zuccheri vengono assorbiti rapidamente dall’organismo, causando quello che viene definito dagli esperti di nutrizione “picco glicemico”. In sostanza dunque gli alimenti che presentano questo valore alto sono quelli che ci fanno ingrassare maggiormente. Ciò significa che per rimanere in forma e dimagrire, dovremmo seguire una dieta con alimenti che presentano un basso indice glicemico.

I cibi che causano picchi glicemici sono soprattutto i dolci e i carboidrati raffinati, come riso bianco, pane e pasta. Questo significa che dobbiamo eliminare totalmente i carboidrati dalla nostra alimentazione? Assolutamente no! Per perdere peso basterà puntare sui carboidrati a basso indice glicemico. Si tratta di cibi che favoriscono un assorbimento lento degli zuccheri nel sangue. Sono soprattutto alimenti integrali, quindi pane, pasta e pane realizzati con farine non raffinate.

Per una dieta con un basso indice glicemico a colazione puntate su latte di mandorle, biscotti integrali senza zucchero, cereali integrali, yogurt e un frullato di frutta e verdura di stagione. A pranzo optate per pane, pasta o riso integrale, da condire con ortaggi freschi, scegliendo sughi molto semplici e genuini, preparati con ingredienti freschi, spezie o aromi (per ridurre il sale) e olio extravergine d’oliva. A cena largo spazio alle proteine magre, come carne, pesce o legumi, da abbinare alle fibre, per rallentare l’assorbimento degli zuccheri e mantenere la glicemia ad un livello accettabile.

Il segreto in più per abbassare l’indice glicemico dei carboidrati? Consumateli sempre freddi e cuoceteli al dente. Secondo gli esperti è una buona abitudine mangiare la pasta (o il riso) al dente, gustandolo solamente quando si sarà raffreddato e mai bollente. In questo modo riuscirete a ridurre (con un piccolo trucco) ulteriormente l’indice glicemico dei vostri piatti, tornando in forma senza fatica, ma consumando carboidrati.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I carboidrati a basso indice glicemico per dimagrire