Paola Ferrari: figli, marito e carriera

Mamma di due figli, moglie di Marco De Benedetti, Paola Ferrari è una delle più famose giornaliste italiane, prima donna a condurre la trasmssione tv 90° minuto

Nata a Milano il 6 ottobre 1960, Paola Ferrari è una tra le più famose giornaliste sportive d’Italia. Nell’aprile del 1997 sposa Marco De Benedetti, imprenditore e dirigente d’azienda che, oggi, è il Presidente di GEDI Gruppo Editoriale. Insieme, la coppia ha due figli: Virginia (classe 1999) e Alessandro (classe 1998).

Attrice di fotoromanzi, debutta in tv proprio nell’anno del suo matrimonio, come centralista della trasmissione tv Portobello, condotta da Enzo Tortora. Da subito, però, dimostra qual è la sua vera passione: il giornalismo sportivo. Prima collaboratrice per la rete lombarda Telenova, nel 1995 conduce Dribbling prima di passare alla conduzione della Domenica Sportiva, dove rimane dal 1996 al 1999.

Nel 1999 inizia a condurre Tg2 Costume e Società e, l’anno dopo, diventa una tra i conduttori del Tg2. Nel 2003 è la prima donna alla guida di 90° minuto, trasmissione quasi totalmente a presenza maschile, che ancora oggi Paola Ferrari conduce (dopo una pausa del programma, dovuta alla cessazione dei diritti Rai sulla Serie A). Nel frattempo, la bionda conduttrice ha vissuto numerose altre esperienze televisive: concorrente a Ballando con le Stelle, nel 2005-2006 torna alla Domenica Sportiva, per poi condurre trasmissioni calcistiche sui Mondiali e sulla Champions League. A inizio 2018, è in Ghana per l’adventure game Le spose di Costantino, durante il quale manifesta l’intenzione di prendere una bimba in affido.

Alla carriera televisiva, Paola Ferrari affianca l’interesse per la politica. Nel 2008 si candida alla Camera dei Deputati per La Destra di Francesco Storace e Daniela Santanché; la Lega le offre un assessorato alla Regione Lombardia e, nel 2017, Noi con l’Italia le offre di candidarsi: lei, da sempre di centrodestra, rifiuta. «Mi si chiedeva di lavorare contro il bullismo, di occuparmi di famiglia e ragazzi. Ma non sono una diplomatica, la politica non è il mondo mio. E poi su alcune cose la penso diversamente, per esempio trovo ingiusto che una donna non riceva il mantenimento dopo la separazione: è una legge pro Berlusconi. Guardi che non parlo per me, io lavoro da sempre come giornalista e ho la comunione dei beni. A lui l’ho detto subito: se si comincia, si comincia insieme», ha dichiarato.

Nel 2014, anni dopo, si trova a combattere contro un cancro alla pelle di cui non ha paura di parlare. Spesso accusata di mettere in mostra una femminilità eccessiva, di essersi ritoccata e di utilizzare le luci dello studio per mascherare le rughe, Paola Ferrari non si scompone. E va avanti ogni giorno, in tv come fuori, con la grinta da combattente che da sempre la accompagna.

Paola Ferrari: figli, marito e carriera