Sanremo 2023, i titoli dei 22 brani dei Big (tre puntano su un numero)

I titoli delle 22 canzoni dei Big in gara sono finalmente state svelate a Sanremo Giovani. E nascondono un particolare curioso

Un Festival di Sanremo 2023 all’insegna dei numeri, il quarto per Amadeus, che ha deciso di mettere in atto una piccola rivoluzione. Via i super ospiti italiani, a meno che non siano over 70, con il ritorno in gara di alcuni nomi giganteschi della musica italiana. Giorgia, Anna Oxa, Ultimo, Marco Mengoni, Articolo 31: sono solo alcuni dei cantanti scelti dal conduttore e direttore artistico per la 73ª edizione della kermesse, in diretta dal Teatro Ariston dal 7 all’11 febbraio.

I brani in gara sono 28: 22+6 artisti provenienti dalla finale di Sanremo Giovani, vinta da Gianmaria, che sulle tavole del teatro ligure portano un inedito. I titoli delle canzoni, poi, sono stati finalmente svelati e nascondono un particolare curiosissimo che ricorre in alcuni di questi. Stiamo parlando di un numero, il 2, che si ripete in alcuni dei titoli e che potrebbe rappresentare qualcosa di speciale per l’universo femminile.

Sanremo 2023, i titoli delle canzoni e quel 2 che incuriosisce

Due occhi, due orecchie, due braccia, due gambe, due mani. Lo stesso corpo umano si basa sul principio di dualità. Dopotutto, la nostra esperienza quotidiana si sviluppa proprio su questo aspetto: destra e sinistra, sopra e sotto, davanti e dietro. I pitagorici, poi, ritenevano che il 2 fosse il primo numero sessuato, pari e femminile.

Ci piace così pensare che i titoli dei brani in gara a Sanremo 2023 rappresentino tutto l’universo femminile, così poco presidiato in una rosa in cui prevalgono gli artisti uomini, e che questi numeri siano proprio un riferimento a tutte le donne. Due (Elodie), Due vite (Marco Mengoni), Duemilaminuti (Mara Sattei), alle quali si aggiunge anche Lettera 22 dei Cugini di Campagna: tutti si sono rivolti al numero che i matematici definiscono intoccabile.

Questi i titoli dei brani in gara a Sanremo 2023

Ultimo Alba
Tananai Tango
Madame Il bene nel male
Giorgia Parole dette male
Mr. Rain Supereroi
Elodie Due
Gianluca Grignani Quando ti manca il fiato
Marco Mengoni Due vite
Anna Oxa Sali (Canto dell’anima)
Lazza Cenere
Mara Sattei Duemilaminuti
Modà Lasciami
Paola e Chiara Furore
Colapesce Dimartino Splash
Leo Gassman Terzo cuore
Articolo 31 Un bel viaggio
Ariete Mare di guai
Cugini di Campagna Lettera 22
Levante Vivo
Coma Cose L’addio
LDA Se poi domani
Rosa Chemical Made in Italy

Ai quali si aggiungono i 6 di Sanremo Giovani:

Shari Egoista
Gianmaria Mostro
Colla Zio Non mi va
Sethu Cause perse
Will Stupido
Olly Polvere

Un Festival di Sanremo che vuole essere ricordato

Non solo i numeri, ma tantissimi titoli brevi che sembrano avere tutta l’intenzione di farsi ricordare. Amadeus punta tutto sui numeri, non solo sul 2 ma anche sui risultati ottenuti dagli artisti in questi tanti (o pochi) anni di carriera. Sbandierati i dischi venduti ma anche gli stream, che sono ormai alla base del successo di tutti i cantanti in gara.

Furore, Splash, Alba, Tango, Vivo, Supereroi, Due, Cenere: una sola parola che arriva dritta e che è uno degli elementi chiave del successo radiofonico. Ed è proprio quest’aspetto che ha caratterizzato i Festival di Sanremo condotti da Amadeus: basti pensare al ritmo trascinante di Musica Leggerissima di Colapesce Dimartino (che tornano) o a Ciao Ciao de La Rappresentante di Lista, quest’anno autori del brano dei Cugini di Campagna.