Sanremo 2023, come è andata la prima serata

Si è alzato il sipario su Sanremo 2023, con una prima serata ricca di musica e colpi di scena: la classifica, le canzoni e i momenti clou

Foto di DiLei

DiLei

Redazione

DiLei è il magazine femminile di Italiaonline lanciato a febbraio 2013, che parla a tutte le donne con occhi al 100% femminili.

Si è alzato il sipario sul Festival di Sanremo 2023, affidato ancora una volta al direttore artistico Amadeus. La musica è stata protagonista di una prima serata all’insegna dell’emozione, non solo per i cantanti in gara ma anche per la co-conduttrice Chiara Ferragni, alla sua primissima esperienza sul piccolo schermo. Un “battesimo di fuoco”, se così si può dire, nel quale ha trovato il sostegno di un gigante come Gianni Morandi che non ha deluso le aspettative. Divertente, autoironico e capace di conquistare il pubblico.

I dati Auditel parlano chiaro: la prima puntata del Festival ha registrato numeri da record, con ben 10,7 milioni di telespettatori e il 62,4% di share, dato che come ha ricordato Stefano Coletta durante la conferenza stampa dell’8 febbraio non si registrava da ben 28 anni. Ma andiamo per ordine in una serata che ci ha subito fatto innamorare di questo Sanremo 2023.

Le canzoni di ieri sera

Dobbiamo ammetterlo, non vedevamo l’ora di assistere alle performance degli artisti scelti per questa edizione di Sanremo e le aspettative non sono state affatto deluse. Ad aprire le danze è stata la grande Anna Oxa, che ci aveva lasciato con un po’ d’amaro in bocca con la sua assenza sul Green Carpet del 6 febbraio. Colpa della febbre, aveva spiegato Amadeus in conferenza stampa, ma quel che è certo è che l’iconica artista ha ammaliato il palco con la maestria e il fascino che da sempre la contraddistinguono.

Ha stupito gIANMARIA, con una ballata dei giorni nostri che è riuscita a entrare in testa sin dalle prime note, ma è stato Mr Rain la vera scoperta della prima serata di Sanremo 2023. La sua Supereroi con il coro di bambini al seguito ha fatto centro, emozionando il pubblico. Se di emozione si parla, però, non è di certo passato inosservato Marco Mengoni, un veterano del Festival e del palcoscenico. Due vite è l’esatta espressione di una sensibilità fuori dal comune, propria dei grandi artisti.

Il brano di Ariete (rigorosamente senza cappellino, per la felicità dei giocatori del FantaSanremo) ha portato una ventata di freschezza sul palco dell’Ariston, subito prima del grande ritorno di Ultimo e un’Alba che promette già di diventare un successo per il cantautore romano. I Coma_Cose da duo mainstream si riconfermano una bella certezza del Festival, seguiti a ruota dalla bomba Elodie di piume vestita e con un brano (Due) che entra in testa al primo ascolto.

Leo Gassman non delude, così come i giovani colleghi Colla Zio e Olly che hanno calcato il palco dell’Ariston con grande emozione. Ma non dimentichiamo i pezzi da novanta sfoderati dal conduttore, i Cugini di Campagna e Gianluca Grignani: sorprendenti (e scintillanti) i primi, un po’ sottotono il secondo. A chiudere in bellezza (e talento) è stata Mara Sattei, in una parola: incantevole.

Sanremo 2023, il programma della settimana

Classifica e risultati

A decretare i risultati della prima classifica (parziale) di Sanremo 2023 è stata la Giuria della Stampa, Radio e Web, con qualche certezza e un bel colpo di scena:

1- Marco Mengoni – Due vite
2- Elodie – Due
3- Coma_ Cose – L’addio
4- Ultimo – Alba
5- Leo Gassmann – Terzo cuore
6- Mara Sattei – Duemilaminuti
7- Colla Zio – Non mi va
8- Cugini di Campagna – Lettera 22
9- Mr. Rain – Supereroi
10- Gianluca Grignani – Quando ti manca il fiato
11- Ariete – Mare di guai
12- gIANMARIA – Mostro
13- Olly – Polvere
14- Anna Oxa – Sali

I commenti sulla serata

Una prima puntata all’insegna della musica, come sempre grande protagonista della kermesse ancora una volta nelle mani di Amadeus, ma non solo. La presenza in teatro del Presidente della Repubblica è stata un vero colpo da maestro, così come quella di Benigni nelle vesti di cantore della Costituzione, seppur con qualche polemica annessa. Le prime di una serie di ottime scelte da parte del direttore artistico.

Gianni Morandi come co-conduttore è stato perfetto, campione di successi ma anche di autoironia ed entusiasmo, e non è stata da meno Chiara Ferragni: tesa, emozionata ma centrata e semplicemente splendida. Emozionante il ritorno dei Pooh sul palco dell’Ariston con i loro successi più famosi, ma a far venire i brividi è stato l’immancabile omaggio al compianto Stefano D’Orazio. Da Brividi anche il ritorno dei vincitori di Sanremo 2022 Mahmood e Blanco, una gioia spazzata via (letteralmente) in pochi secondi dal cantante bresciano: durante la sua performance solista ha distrutto palco e fiori lasciando Amadeus in uno sconcertante imbarazzo. Urla e fischi del pubblico hanno completato un quadretto affatto edificante.