I Cugini di Campagna imitano i Måneskin: imbarazzo a L’anno che verrà

Durante L'Anno che verrà I Cugini di Campagna si sono esibiti in una cover dei Maneskin, nata sull'onda della polemica generata dallo storico gruppo

Anche quest’anno il Capodanno di Rai Uno ha avuto come unico protagonista il programma L’Anno che verrà, lo show condotto da Amadeus trasmesso dalle acciaierie di Terni e che ha visto esibirsi sul palco, tra gli altri, anche i Cugini di Campagna.

Il gruppo si è esibito in una cover del brano dei Måneskin Zitti e buoni, la hit con la quale la band romana ha vinto l’ultimo Festival di Sanremo, generando un po’ di imbarazzo. La versione “alternativa” di Zitti e buoni dei Cugini di campagna non è però nuova: il gruppo l’aveva già suonata qualche settimana fa ospiti di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno su Rai Uno.

Amadeus sale sul palco e ferma tutto, ma è una gag

La band composta da Ivano Michetti, Silvano Michetti, Nicolino “Nick” Luciani e Tiziano Leonardi è salita sul palco prima della mezzanotte e ha attaccato con la hit del gruppo composto da Damiano David, Victoria De Angelis, Ethan Torchio e Thomas Raggi, modificata per l’occasione.

Pochi secondi dopo l’inizio della canzone dei Måneskin, è arrivata la gag preparata con Amadeus, che poco prima era stato ripreso con espressione basita ed è intervenuto interrompendo l’esibizione dei quattro. “Questa non è la vostra canzone – ha detto il conduttore – è vero che si tratta di un grande successo dei Måneskin, ma così disorientate le signore a casa”.

Nessun imprevisto in diretta, dunque, ma una scena preparata dalla conduzione. Subito dopo il conduttore ha lanciato il successo senza tempo dei Cugini di Campagna Anima Mia.

La polemica contro i Maneskin (e non solo)

Risale a qualche mese fa la piccola polemica con i quali Cugini di Campagna si sono rivolti al gruppo dei Måneskin, dicendo che questi ultimi avrebbero copiato i loro look in occasione dell’apertura del concerto dei Rolling Stones a Las Vegas. La band di Roma ha indossato degli outfit composti da tutine aderenti a stelle e strisce, omaggio alla bandiera americana, che sono però stati contestati dai Cugini di Campagna. Dal loro account Facebook ufficiale, infatti hanno criticato i giovani artisti: “I Måneskin si sono esibiti negli USA, prima dei Rolling Stones, imitando nel vestire i Cugini di Campagna. Basta copiare i nostri abiti”, allegando una foto confronto tra la tutina indossata da Damiano e il costume di Nick Luciani.

La polemica è subito diventata virale, generando meme e risate, ma anche invettive contro la band per quella che è stata definita una trovata per “farsi notare”.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I Cugini di Campagna imitano i Måneskin: imbarazzo a L’anno che...