Menopausa e alterazioni vaginali: quali rimedi naturali utilizzare

Secchezza vaginale e perdita di tono muscolare sono disturbi comuni in menopausa, ma possono essere alleviati anche con rimedi naturali

Alterazioni vaginali in menopausa

La menopausa, cioè il periodo in cui cessa in modo definitivo il ciclo mestruale, è caratterizzata da alterazioni vaginali che includono secchezza e graduale perdita di tono muscolare. Tali disturbi sono causati dalle fisiologiche variazioni ormonali che si verificano durante il climaterio, dalla pre menopausa alla post menopausa e, in particolare, dall’aumento di LH e FSH e dalla riduzione di progesterone ed estrogeni. Il diverso assetto ormonale è responsabile anche di svariati altri sintomi accusati da molte donne in menopausa, che includono vampate di calore, tensione e dolore al seno, disturbi del sonno, mancanza di concentrazione e di memoria, emicrania, cattivo umore e aumento del peso corporeo.

Le alterazioni vaginali in menopausa possono influenzare in modo negativo la sfera sessuale, poiché la scarsa lubrificazione porta a irritazioni della mucosa, fastidio o dolore durante la penetrazione, aspetti che incidono sul desiderio e che impediscono di lasciarsi andare durante i rapporti. La perdita del tono muscolare, poi, coinvolge i muscoli del canale vaginale ma anche quelli del pavimento pelvico, che si indeboliscono. La conseguenza è un maggiore rischio di soffrire di incontinenza urinaria e al prolasso dell’utero, sostenuto da questa muscolatura.

Cosa fare

Le alterazioni vaginali in menopausa, sebbene siano una condizione naturale e fisiologica legata alla perdita del ciclo mestruale, possono essere alleviate migliorando il proprio stile di vita e facendo ricorso a rimedi naturali. Innanzitutto è essenziale un’alimentazione equilibrata e sana, importante in ogni fase della vita, inclusa quella del climaterio. Nutrirsi bene significa infatti fornire al proprio corpo tutte le sostanze di cui ha bisogno per funzionare al meglio, tra cui vitamine, minerali, acidi grassi essenziali, flavonoidi e altre molecole dall’azione antiossidante capaci di rallentare i processi di invecchiamento dei tessuti e ridurre l’infiammazione. L’alimentazione gioca un ruolo cruciale nel benessere sempre, e a maggior ragione quando l’organismo deve affrontare cambiamenti importanti come la menopausa, che rappresentano uno stress.

In secondo luogo occorre porre attenzione al movimento. Una vita sedentaria ha un forte impatto negativo sulla salute poiché, in primo luogo perché peggiora la circolazione sanguigna, l’ossigenazione dei tessuti oltre al tono muscolare e alla salute delle ossa. Per ottenere beneficio dal movimento non è necessario trascorrere ore in palestra ed eseguire esercizi sfiancanti, anzi, è sufficiente svolgere una leggera attività fisica, come camminare, andare in bicicletta o la ginnastica dolce. L’aspetto davvero importante dell’esercizio fisico è la costanza, dunque è essenziale riuscire a trovare un’attività sostenibile nel tempo. Il movimento regolare, protratto nel lungo periodo consente un miglior irroramento di organi e tessuti che verranno raggiunti in modo più efficace da ossigeno e nutrienti e di conseguenza potranno funzionare fisiologicamente al meglio. In un periodo come la menopausa, l’attività fisica non andrebbe trascurata perché, unita a una corretta alimentazione, può fare la differenza e aiutare a contrastare in modo efficace tutti i disturbi legati a questo periodo, incluse le alterazioni vaginali.

Nello specifico, contro la perdita di tono muscolare della vagina e del pavimento pelvico, risultano particolarmente indicati gli esercizi di Kegel. Si tratta di esercizi semplici che consistono in contrazioni volontarie della zona perineale e di tutta la muscolatura che sostiene vescica, utero, uretra, retto e ano e che interviene nel regolare i processi di minzione e durante i rapporti sessuali, oltre che per l’espulsione di feci e nel parto. Grazie a una corretta ginnastica intima, è possibile contrastare l’indebolimento muscolare del pavimento pelvico e della vagina in menopausa, diminuendo il rischio di soffrire di incontinenza, prevenendo il prolasso e migliorando anche problematiche durante i rapporti sessuali.

Rimedi naturali

Tra i rimedi naturali utili contro i sintomi della menopausa, i migliori per contrastare le alterazioni vaginali che caratterizzano questo periodo sono quelli a base di fitoestrogeni, utili soprattutto contro la secchezza vaginale. I fitoestrogeni sono sostanze naturali presenti in diversi tipi di vegetali. Queste molecole, all’interno dell’organismo umano, mimano l’azione degli estrogeni compensando la ridotta produzione endogena e i relativi effetti. Si tratta principalmente di:

  • isoflavoni, presenti nei semi delle leguminose,
  • lignani rappresentati nei cereali integrali, nei semi di sesamo, nell’olio di oliva e in molti tipi di frutta;
  • cumestrani contenuti nei germogli di fagioli, nei piselli e nel trifoglio rosso;
  • prenilflavonoidi di cui è ricco il luppolo.

Oltre a consumare gli alimenti che li contengono, per trarre beneficio da queste sostanze è consigliabile ricorrere a integratori di fitoestrogeni, generalmente provenienti da trifoglio rosso e soia. Prima di ricorrere a rimedi naturali contro le alterazioni vaginali è comunque importante consultare il proprio ginecologo, che saprà sicuramente valutare la strada migliore da intraprendere per aiutare ad affrontare al meglio la menopausa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Menopausa e alterazioni vaginali: quali rimedi naturali utilizzare