Tutti i tipi di mal di testa e come curarli

Chi non ha mai sofferto di mal di testa? Le cause possono essere numerose, ma esistono rimedi anche naturali per combattere il mal di testa

Il mal di testa è una patologia piuttosto comune di cui, almeno una volta nella vita, soffriamo più o meno tutti. Tuttavia, a fronte di episodi sporadici o legati a particolari situazioni, ci sono persone che ne soffrono in maniera patologica.

Non solo le cause possono essere diverse e avere origini diverse, ma esistono tipi di mal di testa diversi collegati ad altri sintomi. Vediamo allora quali sono i tipi di mal di testa e le loro cause.

Mal di testa: cause e tipi

Comunemente il mal di testa viene definito cefalea. Con questo termine si fa riferimento a un disturbo generalizzato che si colloca tra la testa e il collo. Le cefalee, inoltre, si suddividono tra cefalee primarie e cefalee secondarie. Le cefalee primarie vengono chiamata così a causa della loro origine: non si tratta di sintomi dovuti ad altre patologie, ma sono provocate dalla somma di diversi fattori che si combinano tra loro, tra cui:

  • predisposizione genetica;
  • fattori organici;
  • cause scatenanti.

Le cefalee secondarie, invece, sono conseguenti ad altri disturbi e sono provocate da traumi, da altre patologie o da condizioni di salute critiche. In questo secondo caso, il mal di testa è puramente il sintomo. Tra le cefalee primarie hanno particolare rilievo, sia per l’intensità del dolore sia per i disturbi ad esse correlati, la cefalea a grappolo, la cefalea tensiva e l’emicrania con aura.

Cefalea a grappolo

La cefalea a grappolo è un tipo di mal di testa piuttosto raro ma molto doloroso e fastidioso, come spiegato dai professionisti del Centro Medico di Humanitas. Essa si presenta con:

  • dolori molto intensi localizzati su un solo lato della testa;
  • attacchi che compaiono all’improvviso e possono avere una durata tra i 15 minuti e le 3 ore circa con possibilità di ripetersi più volte sia nello stesso giorno sia nell’arco di alcuni giorni;
  • sintomi collaterali ben definiti che riguardano prevalentemente disturbi agli occhi (palpebre che si abbassano, lacrimazione, congestione) e congestione nasale.

Non è chiara l’origine di questa patologia ma, oltre una predisposizione genetica, tra i fattori scatenanti della cefalea ci sono stress, eccessiva stanchezza, fumo, alcol. Inoltre, si registra una prevalenza maggiore in individui di sesso maschile.

Cefalea tensiva

È possibile individuare cause e tipi di mal di testa dalle zone in cui è localizzato il dolore: è il caso della cefalea tensiva. Infatti questa patologia si verifica a causa di un prolungato stato di contrazione involontaria di alcuni muscoli della testa: per esempio, tempie, collo, spalle.

Tra i vari tipi di mal di testa le tempie sono spesso coinvolte: se si tratta di un dolore persistente ma con intensità scarsa o moderata probabilmente ci troviamo proprio nel caso della cefalea tensiva. Le cause possono essere diverse:

  • stress, depressione, ansia. Questi disturbi portano a contrarre involontariamente i muscoli del capo e del collo creando dolore e tensione;
  • postura scorretta. Posizioni scomode e scorrette, magari mantenute a lungo, incidono sulla colonna vertebrale e obbligano il corpo a una compensazione con conseguente tensione di collo e capo.

Per quanto riguarda invece i sintomi, si tratta di un disturbo bilaterale che interessa l’area occipitale: in generale rientrano della cefalea tensiva tutti i tipi di mal di testa alla nuca. Il tipo di dolore non è pulsate ma costrittivo e benché generalmente non sia molto intenso può durare da meno di un’ora a diverse ore.

Emicrania con aura

L’emicrania con aura, come spiegato dagli specialisti della Clinica Humanitas, si distingue da quella senza aura non solo per la presenza di scotomi scintillanti e altri disturbi alla vista, ma anche per i sintomi che possono comprendere nausea, perdita dell’appetito, fotosensibilità, intorpidimento. Entro un’ora dalla comparsa dell’aura, compaiono gli altri sintomi e, in particolare, il dolore. Si tratta di un dolore pulsante con una intensità variabile da moderata a grave, localizzato su un solo lato della testa.

Il mal di testa lato sinistro si può accompagnare con disturbi della parola più o meno evidenti, mentre con il mal di testa lato destro questo disturbo non si verifica quasi mai: infatti l’emisfero sinistro controlla il linguaggio nella maggior parte delle persone. Anche per questi tipi di mal di testa le cause non sono ancora state del tutto scoperte. Se in alcuni casi pare che ci sia una familiarità, si può notare che alcune condizioni peggiorano questa patologia che ha una prevalenza sul sesso femminile. In particolare: stress, squilibrio ormonale, eccessivo consumo di alcuni alimenti come cacao, caffè, uova e formaggi, eccessiva stanchezza fisica, riduzione eccessiva delle ore di sonno.

Mal di testa da cervicale

Tra i vari tipi di mal di testa quello da cervicale colpisce principalmente la parte terminale della colonna vertebrale con riflessi dolorosi sul capo e sul collo. Questo disturbo può essere lieve o molto invalidante, tanto da avere riflessi sulla vita lavorativa e famigliare. Colpisce molto più frequentemente le donne rispetto agli uomini con un’incidenza di 8 casi femminili contro 1 maschile.

Questa patologia può avere sia cause legate alla contrattura dei muscoli cervicali in conseguenza di stress, ansia o posture scorrette, sia cause derivanti da traumi.
Tra i sintomi più comuni ci sono disturbi alla vista, vertigini, nausea, fotofobia e stipsi.

Rimedi per curare il mal di testa

Se il mal di testa ha una causa primaria, senza dubbio è molto importante seguire una vita sana: una buona alimentazione ricca di frutta e verdura e senza troppi eccessi, sia nella quantità sia nella qualità, è la base per star bene, quindi anche per prevenire patologie più gravi. Lo sport non solo aiuta il benessere generale, ma combatte lo stress e l’ansia. Anche un regolare ritmo veglia-sonno favorisce un buon equilibrio di tutto il corpo ed è un rimedio contro il mal di testa.

Nel caso in cui tutto ciò non sia sufficiente, oltre ai classici analgesici, che andrebbero presi sotto osservazione medica, possono essere utili integratori come il magnesio e rimedi naturali come lo zenzero. Negli ultimi anni si sono ottenuti buoni risultati anche attraverso l’agopuntura.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutti i tipi di mal di testa e come curarli