Preparare dolci per gli altri fa bene alla salute. Parola degli esperti

Cucinare dolci è una forma d’arte che apporta numerosi vantaggi al tuo organismo: ecco quali sono

Cucinare dolci: un’attività divertente e terapeutica, che unisce grandi e piccini.

Si tratta di una vera e propria arte che necessita di grande passione, pratica e competenza: preparare pasticcini, torte e piccoli dolci può avere effetti benefici non solo su chi li assaggia, ma anche su coloro che li cucinano. Chi ama deliziare il palato dei commensali lo sa bene: ogni scusa è valida per mettere in funzione fornelli e forno. Un compleanno? Una serata con gli amici? L’importante è munirsi di tutti gli attrezzi e degli ingredienti necessari e mettersi al lavoro.

Quali sono gli effetti benefici che questa attività ha su chi prepara dolci? Come spiegato dalla prof.ssa di psicologia e neuroscienza alla Boston University, Susan Whitbourne, “Sfornare dolci ha il beneficio di liberare l’espressione creativa delle persone”. D’altronde, si sa, l’arte culinaria è una forma di espressione, proprio come la pittura e la musica, che ci consente di metterci in gioco esprimendo tutta la nostra creatività interiore.

E non è tutto: se la preparazione dei dolci viene fatta per gli altri, questa può rivelarsi molto utile per comunicare i propri sentimenti. Sono tante infatti le culture e i paesi in cui il cibo viene considerato come espressione d’amore, come un gesto attraverso il quale comunicare l’affetto che si prova per l’altro.

Allo stesso tempo però, preparare dolci può essere una forma di altruismo ed ecco spiegato il perché. Si tratta infatti di un atto di generosità fatto nei confronti degli altri e comporta effetti benefici quali una diminuzione dello stress e una sensazione generale di benessere. Tutti fattori che contribuiscono a ridurre i forti livelli di stress a cui si può essere sottoposti. “I maggiori benefici si manifesteranno quando non sforni dolci per cercare attenzione o superare gli altri – continua la prof.ssa Whitbourne – ma quando vuoi semplicemente condividere la pietanza con persone che credi l’apprezzeranno. Sempre che tu sia bravo!”

Cucinare dolci per gli altri è anche una forma di consapevolezza, che provoca un aumento della felicità e una riduzione dello stress. La terapia culinaria tra l’altro è molto diffusa e rientra all’interno della terapia comportamentale. Concentrarsi sui profumi, sui sapori e sull’essere presenti nel momento stesso della creazione, è un atto di consapevolezza che si traduce in minore stress. Preparare dolci con consapevolezza permette di allontanarsi da pensieri tristi su cui potremmo rimuginare e di concentrarsi invece sul risultato finale e sull’effetto positivo che i dessert a base di zuccheri, avranno sugli altri.

Preparare dolci per gli altri fa bene alla salute. Parola degli e...