Olio essenziale di cipresso: proprietà, benefici e come si usa

L’olio essenziale di cipresso è un rimedio utile per migliorare la circolazione, calmare la tosse e alleviare i disturbi del ciclo mestruale

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cos’è

L’olio essenziale di cipresso è l’essenza volatile e profumata che si ottiene dalla distillazione dei rametti e delle pigne di Cupressum sempervirens, albero che appartiene alla famiglia delle Cupressaceae. Dal profumo caratteristico, l’olio essenziale di cipresso è costituito da monoterpeni e alcoli responsabili delle sue proprietà benefiche. Questa essenza è nota soprattutto per i suoi benefici sul sistema circolatorio e su quello respiratorio, oltre che per l’azione sulla pelle e sul sistema endocrino.

Proprietà

L’olio essenziale di cipresso ha proprietà:

  • toniche
  • vasocostrittrici
  • astringenti
  • spasmolitiche
  • antisettiche

Tali proprietà rendono l’olio essenziale di cipresso un rimedio naturale contro diversi disturbi: viene utilizzato ad esempio per trattare problemi legati a una cattiva circolazione sanguigna, le affezioni respiratorie, i disturbi del ciclo mestruale.

Benefici

L’olio essenziale di cipresso è noto soprattutto per i suoi benefici sull’apparato cardiovascolare e il suo utilizzo è consigliato per trattare tutti i sintomi di una cattiva circolazione. Questa essenza si rivela utile ad esempio in caso di vene varicose, gambe pesanti, cellulite, emorroidi, stasi venosa e acne rosacea o couperose, manifestazioni che indicano un malfunzionamento nella circolazione sanguigna. Oltre che sul sistema cardiovascolare, l’olio essenziale di cipresso agisce in modo positivo anche sull’apparato respiratorio, motivo per cui è spesso impiegato per alleviare tosse, asma, bronchite e per favorire l’eliminazione del catarro.

Un altro uso interessante dell’olio essenziale di cipresso è quello contro la sudorazione eccessiva, anche in menopausa. L’essenza di cipresso è poi utile anche a regolare il ciclo mestruale e rappresenta un aiuto in caso di mestruazioni abbondanti o dolorose; per gli uomini, invece, l’uso di olio essenziale di cipresso è utile in caso di congestione prostatica, una condizione data dal ristagno di liquido seminale che può favorire infiammazioni e infezioni. L’olio essenziale di cipresso rappresenta anche un rimedio contro herpes labiale, micosi della pelle e delle unghie, dermatiti che causano prurito o desquamazione cutanea. Tradizionalmente, l’essenza di cipresso è utilizzata contro astenia e incontinenza urinaria.

Come si usa

L’olio essenziale di cipresso si può utilizzare per via orale ed esternamente in bagni, massaggi, inalazioni e diffusione. L’uso esterno prevede la diluizione di poche gocce di essenza in un cucchiaio di bagnoschiuma per bagni e pediluvi o in un cucchiaio di olio vegetale o gel di aloe vera da applicare poi sulla pelle contro affezioni cutanee e disturbi circolatori. Per l’uso interno è invece sempre raccomandabile rivolgersi al medico o a un professionista specializzato in aromaterapia.

Contro la tosse

In caso di tosse e catarro è possibile utilizzare l’olio essenziale di cipresso per inalazione o nel massaggio. Nel primo caso è sufficiente aggiungere cinque o sei gocce nell’acqua calda per i suffumigi, da effettuare una o due volte al giorno. Nell’acqua dei suffumigi si possono unire anche olio essenziale di eucalipto, timo o pino. Per effettuare un massaggio, invece, si diluiscono due o tre gocce di olio essenziale di cipresso a un cucchiaio di olio vegetale di nocciola da massaggiare su petto e schiena da tre a cinque volte al giorno, specialmente prima di andare a dormire.

Per gambe leggere

In caso di gambe gonfie e pesanti, vene varicose o capillari visibili, si può ricorrere a bagni o massaggi con olio essenziale di cipresso. Si possono quindi aggiungere cinque-dieci gocce di olio essenziale di cipresso a un cucchiaio di bagnoschiuma da aggiungere all’acqua della vasca da bagno, oppure unire due gocce di essenza di cipresso a un cucchiaio di olio di nocciola. Il massaggio va effettuato due volte al giorno con costanza per avere sollievo e apprezzare miglioramenti. Le migliori associazioni sono con gli oli essenziali di cedro, geranio o patchouli, che possono essere aggiunti sia all’acqua per il bagno sia all’olio da massaggio.

In caso di cellulite

La cattiva circolazione può determinare anche la comparsa di ritenzione idrica e cellulite. Contro questo disturbo occorre intervenire in primo luogo correggendo alimentazione e stile di vita, ma anche i trattamenti esterni possono aiutare. Un olio da massaggio anticellulite si può preparare unendo 15 gocce di olio essenziale di cipresso, 10 di ginepro e 5 di limone a 25 millilitri di olio di girasole. L’olio ottenuto si usa per massaggi a gambe, glutei, addome e altre zone del corpo, da effettuare due volte al giorno. Poiché la preparazione contiene essenza di limone, per evitare fenomeni di fototossicità è sconsigliato esporsi al sole nelle ore successive all’applicazione.

Emorroidi

Per avere sollievo in caso di emorroidi si possono effettuare applicazioni locali con un cucchiaino di gel di aloe vera o di olio di iperico in cui sono stati dispersi una goccia di olio essenziale di cipresso e una di geranio. Il trattamento può essere ripetuto due o tre volte al giorno.

Rosacea

L’olio essenziale di cipresso è un valido rimedio contro l’acne rosacea. In questo caso si possono aggiungere una goccia di olio essenziale di cipresso e una goccia di olio essenziale di elicriso a un cucchiaino di gel di aloe vera da picchiettare sulle aree del viso arrossate. Le applicazioni andrebbero ripetute al mattino e alla sera.