Intossicazione alimentare: quali sono i sintomi e i rimedi?

L’intossicazione alimentare si manifesta con sintomi di diverso tipo e intensità, sapete come riconoscerla e con quali rimedi affrontarla?

L’intossicazione alimentare è legata al consumo inconsapevole di cibi contaminati da batteri o virus, fra cui i più comuni sono la salmonella, l’escherichia coli e il norovirus.

Intossicazione alimentare, i sintomi
Un’intossicazione alimentare si manifesta con nausea, vomito, diarrea, dolore addominale, spossatezza, inappetenza, febbre, brividi, dolori muscolari e sensazione di malessere diffusa. In genere i sintomi non sono di grave entità e passano nel giro di poco tempo, non fosse così è bene rivolgersi a un medico, come anche è necessario sentire il parere di un professionista qualora i sintomi fossero più preoccupanti, per esempio se si verificano disidratazione, confusione, tachicardia, difficoltà ad urinare, vertigini. Devono stare particolarmente attente soprattutto le donne in gravidanza, gli anziani, i diabetici, i cardiopatici, chi ha un sistema immunitario debole e chi soffre di patologie renali o intestinali.

Intossicazione alimentare, le cause
Perché i cibi vengono contaminati? Sfortunatamente gli alimenti possono essere attaccati da batteri e microrganismi nocivi durante tutto il processo che va dalla produzione, alla lavorazione per arrivare alla conservazione. Gli alimenti più a rischio sono quelli che vengono consumati crudi, dal momento che la cottura aiuta a neutralizzare eventuali batteri. Sono a rischio anche quelli facilmente deperibili, come carne, uova, molluschi, latte, latticini, insaccati, salse e pâté, formaggi morbidi e piatti già pronti.

A casa è bene fare attenzione e avere qualche semplice accorgimento, come evitare la vicinanza fra alimenti a rischio per ostacolare la diffusione di batteri, cuocere accuratamente gli alimenti, conservarli a basse temperature, rispettare le indicazioni di conservazione e cottura dei cibi preconfezionati, maneggiare gli alimenti con le mani pulite, consumarli entro la data di scadenza.

Intossicazione alimentare, i rimedi
Che fare in caso di intossicazione? Se i sintomi sono quelli non gravi elencati precedentemente, basta lasciare tranquillo lo stomaco evitando di mangiare per qualche ora, quando ci si sente di mangiare è preferibile consumare cibi leggeri e facilmente digeribili (cracker, pane, riso in bianco, frutta, per esempio) e bere acqua a piccoli sorsi. Meglio evitare caffè, alcol e alimenti grassi. Anche un buon riposo aiuta a riprendersi.

Intossicazione alimentare: quali sono i sintomi e i rimedi?