Forskolina, il brucia grassi vegetale: come funziona

Assunti nel giusto dosaggio, gli integratori a base di forskolina possono aiutare a perdere fino a 5 kg in due mesi

Sebbene ai più il suo nome non dica molto, la forskolina è una sostanza ricca di benefici. Soprattutto per chi ha qualche chilo da perdere. Deriva infatti dal Coleus Forskohlii, una pianta del genere delle Lamiaceae che – da secoli – viene usata dalla medicina ayurvedica per trattare disturbi cardiocircolatori (come l’ipertensione arteriosa), urinari e respiratori. Nel mondo occidentale, invece, è utilizzata in tutt’altro modo: è infatti uno tra i più efficaci ingredienti degli integratori per il dimagrimento.

È considerata un brucia grassi naturale, la forskolina. A patto che venga impiegata in un quantitativo adeguato. Il dosaggio utile è infatti di 10-60 mg due-quattro volte al giorno (pari a 100-250 mg di estratto titolato), ma spesso gli integratori non raggiungono queste percentuali e non danno così modo agli effetti sperati di verificarsi. Presa nel giusto dosaggio (di solito sotto forma di compressa, da assumere con un bicchiere d’acqua), permette di accelerare la combustione dei grassi e di costruire la massa magra. Tuttavia, è bene sapere che ha un effetto ipotensivo, che chi soffre di pressione bassa deve considerare, e che aumenta la forza di contrazione del muscolo cardiaco.

I suoi benefici, tuttavia, sono davvero molti. Effetto brucia grassi a parte. La forskolina – oltre a stimolare la sintesi della chinasi, proteina che favorisce la distruzione dei trigliceridi – protegge il cuore e i vasi sanguigni, allevia i sintomi della depressione, ha un’azione antinfiammatoria, rilassa la muscolatura e aumenta la capacità di respirazione. La sua principale proprietà, però, è quella di aumentare nell’organismo la concentrazione di adenosina monofosfato ciclico (che agisce sulla tiroide, stimolando il metabolismo) e di testosterone (ormone sessuale che aiuta a controllare la massa grassa e a costruire il tessuto muscolare).

A provare l’efficacia della forskolina sono stati diversi studi scientifici, che hanno dimostrato come – assumendo 50 mg al giorno di questa sostanza – una persona in sovrappeso possa perdere fino a 5 chili in due mesi. Tuttavia, ci sono casi in cui è sconsigliata: quando si hanno disturbi emorragici, quando si assumono farmaci anticoagulanti o anti-piastrinici. E sarebbe meglio non assumerla anche se si soffre di ulcere allo stomaco, acidità gastrica e pressione bassa, in gravidanza e durante l’allattamento. Come sempre è bene consultare il medico prima di assumerlo.

Forskolina, il brucia grassi vegetale: come funziona