Tè di Chaga per combattere le infiammazioni e rafforzare il sistema immunitario

Preparato a partire dall'omonimo fungo, rimedio adattogeno molto popolare, questo infuso è un concentrato di benefici

Il tè di Chaga è un infuso preparato con l’omonimo fungo, utilizzato da secoli in Siberia e in altre zone dell’Asia come rimedio adattogeno (è considerato un vero e proprio superfood). I benefici che derivano dal consumo di tè di Chaga sono diversi e importanti.

Tra questi, è possibile citare il contrasto ai processi infiammatori dell’organismo e il miglioramento dell’efficienza delle difese immunitarie. La scienza si è più volte soffermata su queste proprietà del fungo Chaga, che cresce principalmente sulle cortecce delle betulle.

Degno di nota a tal proposito è uno studio pubblicato nel 2005 e condotto da un’equipe attiva presso l’Università Nazionale di Seoul (Corea). Gli esperti in questione si sono concentrati sull’effetto immunomodulatore dell’estratto acquoso di Inonotus obliquus – nome latino del fungo Chaga – e hanno considerato nello specifico le cellule del midollo osseo di un campione di topi chimicamente immunodepressi.

A seguito della somministrazione del suddetto estratto, sono stati riscontrati livelli più alti di interleuchina-6, nota per la sua azione da citochina multifunzionale anche antinfiammatoria. Come è chiaro, si tratta di uno studio su modelli animali. Lo stesso vale per tutti quelli che hanno dimostrato la capacità del fungo Chaga di inibire la crescita delle cellule tumorali.

Il tè di Chaga – che deve essere preparato a basse temperature – può rivelarsi utile anche ai fini del controllo dei livelli di zucchero nel sangue. Anche in questo frangente, è possibile chiamare in causa diverse riprove scientifiche che riguardano sempre modelli animali.

Da citare in merito è uno studio scientifico i cui dettagli sono stati resi pubblici nel 2017. Gli esperti che l’hanno condotto, un’equipe cinese attiva presso la Tianjin University, si sono concentrati in particolare sugli effetti ipoglicemizzanti del fungo Chaga, soffermandosi sulle condizioni di un campione di topi con diabete di tipo 2 indotto.

Al follow up, hanno scoperto che la somministrazione dei succitati nutrienti è in grado di influire positivamente sul peso corporeo, sulla massa grassa e sui livelli di glucosio a digiuno.

Parlare dei benefici del tè di Chaga è importante, ma non bisogna dimenticare le sue controindicazioni. Tra queste, è possibile citare l’assunzione di farmaci contro il diabete e di medicinali per fluidificare il sangue. Per togliersi qualsiasi dubbio, prima di iniziare ad assumerlo è opportuno chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tè di Chaga per combattere le infiammazioni e rafforzare il sistema i...