Dieta coi funghi, per il benessere intestinale e anti-invecchiamento

Tipici della tavola autunnale, sono ricchi di fibre e di antiossidanti

Appartenenti al regno dei miceti, i funghi sono caratterizzati da numerosi benefici. Introdurli nella dieta può rivelarsi utile ai fini del miglioramento dell’efficienza intestinale. Inoltre, una dieta coi funghi rappresenta un punto di riferimento importante quando ci si alimenta in ottica di lotta contro l’invecchiamento.

Entrando nel vivo del loro profilo nutrizionale, è il caso di citare la presenza di vitamina A, antiossidante e portentosa per la bellezza della pelle e l’efficienza della vista. Degno di nota è anche il contenuto di vitamine del gruppo B – in particolare vitamina B1, B2 e B6 – nutrienti il cui apporto è cruciale per l’efficienza del metabolismo.

Come specificato dagli esperti del gruppo Humanitas, i funghi sono anche ricchi di fibre. Alla presenza di questi nutrienti si devono le già citate proprietà benefiche relative all’efficienza intestinale.

I motivi per cui i funghi – ovviamente stiamo parlando di quelli commestibili – fanno bene alla salute non finiscono certo qui! Da chiamare in causa, infatti, è pure il contenuto di minerali dall’efficacia antiossidante. Stiamo parlando in particolare di manganese e selenio, ottimi alleati nella lotta contro i radicali liberi e, di riflesso, essenziali per prevenire l’invecchiamento precoce.

Tra gli altri minerali che possiamo trovare nei funghi figurano pure il calcio e il fosforo, basilari per il benessere delle ossa e dei denti. Come non citare il potassio, il cui apporto aiuta a migliorare la regolarità pressoria (con vantaggi concreti per la salute del cuore, dato che l’ipertensione è uno dei principali fattori di rischio al proposito)?

Non c’è che dire: una dieta coi funghi, perfetta per il clima autunnale, è davvero un regalo speciale che si fa alla propria salute. Proseguendo con l’elenco dei benefici, è opportuno citare anche il contenuto di vitamina D, anch’essa fondamentale per la salute delle ossa.

I funghi, che a seconda dei macronutrienti che contengono possono essere inclusi nella categoria dei prataioli crudi, dei pleurotes crudi o dei porcini crudi, sono noti anche per la presenza di vitamina C, altro portentoso antiossidante.

Concludiamo facendo presente che, a causa del contenuto di micosina, la loro digestione può non essere facilissima. Da consumare solo con informazioni chiare sulla loro sicurezza – per questo è bene evitare di raccoglierli da soli se non si ha esperienza – i funghi dovrebbero essere introdotti nella dieta solo dopo aver chiesto consiglio al medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta coi funghi, per il benessere intestinale e anti-invecchiamento