Da cosa sono causate le occhiaie e come ridurle in modo naturale

Le occhiaie sono aloni scuri, bruni o violacei sotto agli occhi: esistono rimedi per liberarsene o ridurle in modo naturale?

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cause

Le occhiaie sono aloni sotto gli occhi, di colore bluastro o bruno, più scuri rispetto alla pelle del viso. Le occhiaie sono molto diverse dalle borse sotto gli occhi: le prime appaiono infatti come solchi sotto la palpebra inferiore, più o meno profondi, mentre le borse sono rigonfiamenti sotto l’occhio, dunque l’esatto opposto.

Le cause delle occhiaie possono essere numerose e a volte sono più di una. Molto spesso le occhiaie dipendono dalla conformazione del proprio viso e in particolare dalla forma di zigomi e orbita oculare. Se l’orbita oculare è infossata si crea infatti un avvallamento sotto agli occhi e contemporaneamente la zona sopraoculare – dove si trovano le sopracciglia – crea ombra nella zona delle occhiaie, evidenziando l’inestetismo.

L’alone scuro che si crea sotto gli occhi può non essere dato solo da un gioco di luci e ombre ma anche dalla colorazione della pelle. Se tendendo la pelle della palpebra inferiore si nota una colorazione più scura, significa che quell’area è interessata da iperpigmentazione, cioè da una sovrapproduzione di melanina da parte di cellule specializzate dell’epidermide, i melanociti. Sempre tendendo la pelle, si potrebbe notare una colorazione rossastra: nella zona della palpebra inferiore la pelle sia più sottile, rendendo più visibili i vasi sanguigni sottostanti. L’iperpigmentazione, sommata alla pelle sottile, rende le occhiaie scure più evidenti. Cosa possiamo fare per ridurle?

Come ridurle

Ridurre le occhiaie non è così semplice ma ci sono alcuni rimedi e strategie che possono aiutare a migliorare la situazione. Innanzitutto le occhiaie diventano più evidenti con l’avanzare dell’età e questo vale sia se l’ombra sotto gli occhi è dovuta alla forma dell’orbita e del viso sia che l’alone scuro sia dato dal plesso sanguigno più visibile. Nel primo caso, infatti, l’invecchiamento cutaneo determina una perdita di tono ed elasticità che rende ancora più evidente l’affossamento dell’occhio; nel secondo caso, con l’avanzare dell’età la pelle si assottiglia ulteriormente e le occhiaie si notano di più. Cosa fare dunque? Cercare di prendersi cura del proprio contorno occhi sia dall’interno sia esternamente. Una buona alimentazione, ricca di alimenti antiossidanti, contribuisce a rallentare il processo di invecchiamento, perché aiuta a combattere i radicali liberi. Sulla tavola non dovrebbero quindi mai mancare vegetali come frutta e verdura che contengono vitamine, minerali e molecole antiage. Chi volesse ricorrere all’integrazione, può provare ad assumere collagene e integratori antiossidanti come il licopene, il resveratrolo, la vitamina C ed E.

Ottima idea svolgere anche un costante esercizio fisico, perché grazie al movimento si ottiene un maggior afflusso di sangue ai tessuti che di conseguenza vengono raggiunti in modo più efficiente da ossigeno e nutrienti. Da evitare invece il fumo di sigaretta e l’alcool, responsabili della produzione di radicali liberi e di un peggioramento della circolazione sanguigna. Anche l’esposizione al sole andrebbe evitata: d’estate meglio ricordarsi di applicare una crema per il contorno occhi con filtro solare e proteggere la zona oculare grazie a occhiali da sole di buona qualità. Il sole, infatti, non solo causa la pigmentazione scura della pelle, cioè l’abbronzatura, ma è responsabile anche della produzione di radicali liberi.

Esternamente, invece, si possono applicare creme decongestionanti a base di ippocastano, rusco, vite rossa, centella asiatica, gli stessi rimedi naturali che si utilizzano per migliorare il tono dei vasi degli arti inferiori, quando la cattiva circolazione porta ad avere gambe pesanti e gonfie. Oltre a queste piante che agiscono sulla circolazione, nelle creme per il contorno occhi si possono ricercare ingredienti come l’echinacea, il gel d’aloe vera, il bisabololo estratto dai capolini di camomilla, la vitamina A o retinolo e l’acido ialuronico. Queste sostanze naturali aiutano a mantenere la pelle idratata, sono antiossidanti e lenitivi e contribuiscono a proteggere una zona tanto delicata come quella intorno agli occhi. Esistono anche ingredienti naturali schiarenti per le occhiaie come l’oleolito di giglio, la vitamina C, l’uva ursina, il tè verde e la liquirizia.

Le occhiaie tendono poi a peggiorare se si dorme poco e male e quando si trascorrono molte ore al computer o davanti a schermi luminosi. Curare il sonno e cercare di far riposare gli occhi può limitare i danni. Quando gli occhi sono particolarmente affaticati si possono effettuare impacchi freddi con ghiaccio e con infusi di camomilla e eufrasia, noti rimedi contro le irritazioni oculari.

Per evitare che le occhiaie peggiorino è buona norma ricordarsi di struccarsi alla fine della giornata, eliminando mascara, ombretto e altri prodotti per il make up prima di andare a dormire: anche il trucco lasciato sulla pelle contribuisce a farla invecchiare più rapidamente e a rendere più evidenti le occhiaie.