Infezioni vaginali: rimedi naturali per prevenirle e curarle

Qualche consiglio per il benessere naturale delle parti intime femminili, per prevenire e curare

Tutte le donne nel corso della loro vita devono combattere più volte contro fastidiosi problemi intimi, abbastanza “normali” e frequenti dato che gli organi sessuali femminili sono interni e offrono un ambiente adatto al proliferare di virus e batteri. Un certo grado di flora batterica all’interno del canale vaginale è non solo normale ma anche salutare per il benessere naturale della donna. I problemi subentrano quando compaiono degli squilibri.

Prurito intimo, perdite vaginali abbondanti e dall’odore sgradevole, arrossamento della vulva, infiammazione delle labbra vaginali, dolore e bruciore nell’urinare, fastidio durante i rapporti sessuali sono solo alcuni dei sintomi che possono insorgere a causa di un’infezione vaginale.

Le infezioni vaginali devono essere curate il prima possibile e in maniera adeguata. In molti casi, per paura o per vergogna, le donne smettono di consultare il loro medico, ma non si rendono conto che un semplice fastidio può diventare un problema ben più serio. Ecco qualche consiglio utile per mantenere il più possibile la salute delle nostre parti più intime tanto utili quanto delicate:

Lavarle con sola acqua e ogni tanto, invece di utilizzare i comuni detergenti, utilizzare una soluzione di acqua e bicarbonato.

– Alla fine di ogni ciclo mestruale utilizzare per 2 o 3 giorni degli ovuli di calendula e propoli. Ne esistono di diverse marche, i migliori sono quelli che racchiudono tutti e due i principi attivi. Gli ovuli si devono inserire nel canale vaginale la notte al momento di andare a dormire avendo cura di proteggere gli slip con un assorbente.

– Una volta al mese o, se non riuscite a essere costanti, almeno 3 o 4 volte l’anno, come prevenzione fare una lavanda a base di tè a rametti (Bancha), tintura madre di calendula, propoli e sale fino marino integrale.

– Dato che le donne tendono a scaricare la tensione nelle ovaie sarebbe utile, ogni mattina prima di alzarsi dal letto, massaggiarle con piccoli movimenti circolari.

– Buone regole generali sono quelle di non portare jeans o pantaloni troppo aderenti e cercare di indossare il più possibile slip di cotone bianco.

Ci sono molte piante dalle grandi proprietà antibiotiche ed antinfiammatorie, che aiutano a rafforzare i meccanismi di difesa dell’organismo.

Boldo: è utile per le infezioni causate da funghi. Possiede, infatti, proprietà antimicotiche. Fate delle lavande vaginali di boldo.
Calendula: può essere utilizzata per prevenire o per trattare le infezioni vaginali. Possiede proprietà antibiotiche ed antimicotiche. Mettete un po’ di calendula in acqua bollente, lasciatela raffreddare e usatela sulla zona infetta.
Camomilla: fate dei bagni nella vasca, quindi da seduti, con infusi di camomilla.
Aglio: antibatterico per eccellenza, possiede anche proprietà antimicotiche. Tritate uno spicchio d’aglio fino a formare una pasta da applicare poi esternamente sulla zona interessata.
Olio tea tree: possiede proprietà antibatteriche. Mettetene alcune gocce nell’acqua della vasca.
Aceto di mele: aiuta a riequilibrare il Ph alterato. Mettete tre gocce di aceto di mele in un bicchiere d’acqua. Bevetene un bicchiere tre volte al giorno.

Il consumo di yogurt naturale è di grande aiuto per evitare le infezioni vaginali. Se avete un’infezione in corso, potete mettere un po’ di yogurt sulla zona intima.

Infezioni vaginali: rimedi naturali per prevenirle e curarle