Come far durare più a lungo un rapporto sessuale (senza farmaci)

Esistono vari trucchi per aumentare la durata di un rapporto sessuale senza l'uso di farmaci

La durata di un rapporto sessuale è un aspetto fondamentale, soprattutto per le donne. Peccato però che spesso il desiderio di fare l’amore più a lungo si trasformi in un’utopia, complice lo stress, l’ansia da prestazione e tantissimi altri fattori. Ma davvero per far durare più a lungo un rapporto sono necessari i farmaci? In realtà prima di ricorrere al viagra oppure a qualsiasi altro rimedio, esistono dei piccoli “trucchetti” che consentono di aumentare la durata dell’amore sotto le lenzuola e che sono stati approvati dalla scienza.

Partiamo da qualcosa che (forse) vi sconvolgerà: per durare di più a letto è necessaria un po’ di pancetta. La rivincita dell’uomo con qualche chilo in più è arrivata grazie ad uno studio del 2010 uscito sul “Journal of Sexual Medicine”. Secondo gli studiosi gli uomini con la pancetta durano in media 5 minuti in più rispetto ai “colleghi” magri. Il motivo sarebbe nell’estradiolo, un particolare ormone femminile, che consentirebbe di rallentare l’orgasmo.

Un altro rimedio è la circoncisione che, in base a varie ricerche, avrebbe un effetto positivo sul rapporto sessuale. Uno studio del 2004, uscito su “Adult Urology”, ha svelato come la circoncisione da adulti sia ottima per aumentare la durata delle prestazioni sotto le lenzuola, ritardando l’eiaculazione per via della ritrovata sensibilità del pene.

Anche la dieta influisce sulla sfera sessuale. In particolare frutta e verdura sono ottimi alleati, perché aiutano a produrre ormoni che favoriscono l’atto. Ad esempio la banana, ricca di potassio, conferisce energia e forza sia all’uomo che alla donna. Non a caso una ricerca della Yale Medical Journal ha dimostrato che chi segue una dieta vegetariana ha il doppio della potenza rispetto a chi consuma solamente proteine.

La scienza ha dimostrato pure la validità degli esercizi di Kegel, ottimi per rafforzare i muscoli pelvici e favorirne il controllo. A praticarli non sono solamente le donne in gravidanza, ma anche gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce. Una ricerca realizzata dallo European Congress of Urology di Stockholm, ha mostrato i benefici dell’esercizio negli uomini con un’età compresa tra i 19 e i 46 anni. In sole 12 settimane l’allenamento ha aiutato a migliorare le prestazioni aumentandole da 31,7 secondi a 146,2 secondi.

Infine sono fondamentali i preliminari, che consentono di aumentare l’eccitazione dei partner e di rendere più intenso il rapporto, e le posizioni assunte. La migliore è senza dubbio quella in cui la donna sta sopra. In questo modo infatti è possibile controllare la forza e l’intensità delle spinte, prolungando il rapporto sessuale.

Come far durare più a lungo un rapporto sessuale (senza farmaci)
Come far durare più a lungo un rapporto sessuale (senza farmaci)