Regina Elisabetta, la lotta al cancro tenuta segreta: “Sapeva di stare per morire”

La Regina Elisabetta avrebbe lottato contro un cancro negli ultimi anni della sua vita: una battaglia segreta e sofferta, vissuta in silenzio

Foto di Serena De Filippi

Serena De Filippi

Lifestyle Editor

Lifestyle e Content Editor che scrive da tutta la vita: storie, racconti, libri, articoli, con una passione per i trend del momento.

La morte della Regina Elisabetta II, deceduta l’8 settembre a Balmoral, ha scosso tutto il mondo. Secondo una nuova biografia, la Regina avrebbe sofferto di un doloroso cancro nei suoi ultimi anni. La sua ultima battaglia, tenuta segreta al mondo intero, si scopre solo adesso. Dopo la scomparsa del Principe Filippo nel 2021, Elisabetta II non ha partecipato a molti eventi e ha delegato alcuni doveri al figlio Carlo, oltre che al nipote William. Sapeva di avere poco tempo a disposizione. Ciononostante, non aveva alcun rimpianto.

L’ultima battaglia della Regina Elisabetta: aveva un cancro alle ossa

Una nuova biografia ci rimanda un ritratto intimo e segreto della Regina Elisabetta, che negli ultimi anni ha tenuto nascosta la sua battaglia contro il cancro al midollo osseo. Elizabeth: An Intimate Portrait, scritta dall’autore e conduttore televisivo Gyles Brandreth, ha postato l’attenzione sugli ultimi mesi di vita della Regina. Prima della sua morte, tanti tabloid avevano avanzato l’ipotesi di una malattia.

Nel suo certificato di morte, si menziona la “vecchiaia” come causa. Ma Brandreth ha riportato nel suo libro un segreto della vita di Corte. “Avevo sentito dire che la Regina aveva una forma di mieloma – un cancro al midollo osseo. Ciò spiegherebbe la sua stanchezza, la perdita di peso e i problemi di mobilità di cui abbiamo sentito parlare spesso durante l’ultimo anno della sua vita”.

La Regina Elisabetta sapeva di stare per morire

Sua Maestà conosceva la sua situazione, la malattia e sapeva di non avere molto tempo a disposizione. “Sapeva che le restava poco tempo e, nel suo ultimo fine settimana, ha detto di non avere rimpianti“, ha rivelato Brandreth nella biografia. “Ha accettato il decorso della malattia con grazia. Come ci saremmo aspettati tutti da lei”.

La biografia Reale, che è pubblicata a “puntate” sul Daily Mail, ha anche reso onore in qualche modo all’incredibile stoicismo della Regina nei suoi ultimi mesi di vita, in cui si è ritrovata a combattere contro il cancro, senza il suo amato Filippo al suo fianco, e con i problemi a Corte scatenati dal Principe Andrea e dal Principe Harry.

La forza di lottare e di non cedere all’autocommiserazione

Nella biografia si fa luce sul carattere e sulla forza della Monarca, che ha regnato per 70 anni. A una delle sue Dame di Compagnia, aveva detto di volersi tenere occupata, per far fronte alla morte del Principe Filippo. Nessuna “autocommiserazione” per lei, perché “Mio marito non avrebbe certo approvato“. Un ritratto intimo di una Regina che non ha mai tradito la Corona e che l’ha servita fino al suo ultimo giorno.

Il “declino”, se così possiamo dire, è iniziato nell’autunno dello scorso anno, quando è stata invitata dai medici a “prendersela comoda”. Doveva rallentare, trovare nuovi ritmi, e soprattutto essere ragionevole. Un duro colpo, tuttavia, l’ha piegata in qualche modo: lo scandalo del Principe Andrea – il suo figlio prediletto – in cui ha dovuto prendere una decisione drastica, di fatto “licenziandolo“. Ma senza perderlo, dal momento in cui è rimasto al suo fianco fino alla fine, anche se non è riuscito a darle l’ultimo saluto.